gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Un'estate in sicurezza: i consigli dei pediatri

/pictures/20160627/un-estate-in-sicurezza-i-consigli-dei-pediatri-1655671650[1628]x[677]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come proteggere i bambini in estate? Ecco le regole d'oro per far vivere ai nostri bambini vacanze ricche di divertimento e giochi in tutta sicurezza

Come proteggere i bambini in estate

L'estate è ormai iniziata da un po' e i bambini si preparano a trascorrere lunghe ore all’aria aperta tra giochi in giardino, bagni di mare e di sole, escursioni e scampagnate.

I pediatri della Fimp (federazione Italiana pediatri) hanno stilato un vademecum per far sì che i piccoli possano giocare in tutta sicurezza. Ecco le regole d’oro per proteggere i bambini in estate.

  • Proteggere i bambini dai danni procurati dal sole. Usare delle creme solari con protezione solare di almeno 15. Se il piccolo suda parecchio è bene applicare la crema ogni due ore. Proteggere i bambini dal sole delle ore più calde (dalle 11 alle 16)
  • Assicurarsi che il bambino beva a sufficienza. Se il piccolo sta facendo un’attività fisica da più di un’ora proporgli bevande zuccherate o arricchite di sali minerali per reintegrare i liquidi perduti con la sudorazione.
  • Proteggere i bambini dalle punture di insetti: usare repellenti per gli insetti e prestare attenzione anche ad api, zecche e acari.
  • Evitare i ristagni di acqua su balconi e giardini: favoriscono il proliferare delle zanzare
  • Nelle piscine, anche quelle ad acqua molto bassa, c’è un cospicuo proliferare di germi e microrganismi. E’ bene evitare di far stare i bambini piccoli nelle piscine comuni e curare con molta attenzione l’igiene delle piscine gonfiabili
  • Attenzione alle orecchie: d’estate il rischio di otite esterna per i bambini è alto. E' bene asciugare con grande cura le orecchie dei bambini e non utilizzare i bastoncini cotonati per evitare di creare perforazioni al timpano
  • Aiutiamo i bambini a divertirsi. Le giornate estive sono estremamente lunghe e il rischio di annoiarsi è dietro l’angolo: meglio creare un calendario di appuntamenti e impegni che i bambini attenderanno con gioia. Materiali per realizzare giochi creativi e tanti libri aiuteranno nelle giornate in cui non si potrà uscire
  • Attenzione alla sicurezza degli alimenti. In estate il rischio di intossicazioni alimentari è dietro l’angolo: meglio evitare cibi crudi, preparare gli alimenti su ripiani diversi e preventivamente igienizzati e mangiare solo cibi cotti ad alta temperatura

Proteggere i bambini dai rischi del gran caldo è un imperativo per noi genitori. Come intervenire in caso di lieve capogiro, mal di testa o mal di pancia dovuti ad un'insolazione o un colpo di calore? Il consiglio di alcuni medici è quello di far bere qualcosa di fresco e invitarli a restare all'ombra. Occorre invece recarsi subito al pronto soccorso qualora il vostro bambino perdesse i sensi , respirasse in modo troppo veloce o la frequenza cardiaca aumentasse.

Lavoretti d'estate da fare con i bambini

Il Ministero della Salute, in collaborazione con il Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm) con la Protezione civile nazionale, le Regioni e gli enti locali, ha promosso una serie di iniziative con lo scopo di sensibilizzare i genitori alla tutela della salute dei soggetti più deboli. Sul sito del Ministero, inoltre, è possibile scaricare gli opuscoli che forniscono informazioni utili su come fronteggiare i rischi connessi al gran caldo.

Il Ministero ha inoltre ricordato che è importante proteggere i bambini in auto. In estate la temperatura interna dell’abitacolo sale rapidamente a livelli insopportabili e che possono rivelarsi fatali per i bambini. E’ bene coprire i piccoli dal sole che filtra dal finestrino con le tendine parasole, usare l’aria condizionata e non lasciare mai i bambini in auto, nemmeno per pochi minuti.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0