Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-ros
1 5

Tumori pediatrici: Airc e Mediaset uniti nella battaglia

Parte una campagna che vede AIRC e Mediaset unite nella lotta ai tumori pediatrici

adsense-foglia-300
Unitevi con Pianeta Mamma e tutte le donne per favorire la ricerca sul cancro con un fiore che può trasformarsi in una grande forza e mettere il cancro all'angolo.
Con l’Azalea della Ricerca, domenica 12 maggio puoi rendere i tumori delle donne sempre più curabili. Trova la piazza sul sito www.lafestadellamamma.it


I tumori infantili colpiscono ogni anno in Italia 1500 bambini tra 0 e 18 anni e rappresentano, per questa fascia di età, la seconda causa di morte dopo gli incidenti.
Nell'80% dei casi di leucemia (LEGGI) e linfomi si guarisce, ma esistono altri tipi di tumori aggressivi e molto gravi che sono ancora oggetto di ricerca.
L'AIRC lancia una campagna, in collaborazione con Mediaset, proprio per finanziare la ricerca (LEGGI) contro alcuni di questi tumori, come quello al cervello o ai tessuti mobili, e creare un team di ricercatori e pediatri oncologici che possano migliorare percentuale di guarigione.


LEGGI ANCHE: Cibi anticancro per bambini


La campagna è promossa da Mediafriends per il decimo anno consecutivo.
La madrina Federica Panicucci aprirà ufficialmente la campagna  lunedì 23 aprile in Mattino 5 dove per tutta la settimana inviterà il suo pubblico a sostenere la ricerca sui tumori pediatrici, ospitando in studio le testimonianze dei protagonisti di questa sfida: ricercatori AIRC con ragazze e ragazzi che possono testimoniare concretamente i progressi della ricerca.

Il testimone passerà, per l'intera settimana, anche ad altre trasmissioni Mediaset: tra le altre Money Drop, Striscia la Notizia, Verissimo, Guida al Campionato, Terra, Forum, Amici.
Domenica 29 il testimone torna a Federica Panicucci e a Domenica 5 che chiude il suo ciclo con una puntata interamente dedicata ad AIRC.

Nelle scorse edizioni  questa campagna ha garantito ai progetti speciali AIRC oltre 5,7 milioni di euro e ha contribuito a importanti risultati nel campo dell’oncologia pediatrica. 


LEGGI ANCHE: Neoplasie infantili in aumento a causa dlel'inquinamento


Ma qual è l'obiettivo della ricerca oncologica  in campo pediatrico?
Ogni bambino che guarisce dal tumore può avere un’aspettativa di circa 70 anni di vita. Non solo, la ricerca contro il cancro si focalizza su nuovi obiettivi: curare sempre più bambini, curarli con farmaci sempre meno tossici e con minore dolore, identificare nuove terapie per i tumori del cervello e dei tessuti molli, ancora incurabili.

Come sostenere la ricerca?
Chiamando ora il 45507 da telefono fisso per donare 5 o 10 euro oppure inviando uno o più SMS del valore di 2 euro dal proprio cellulare.