gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Stop zanzare: prevenzione e tutti i tipi di rimedi

/pictures/20150414/stop-zanzare-prevenzione-e-tutti-i-tipi-di-rimedi-2146140922[2670]x[1112]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come possiamo proteggere i bambini dalle zanzare? E quali rimedi possiamo usare per le punture di questi fastidiosi insetti?

Rimedi per le punture di zanzare nei bambini

Anche se in ritardo, immancabili arriveranno anche quest'anno le zanzare, compresa la temuta zanzara tigre che colpisce anche di giorno.
Come possiamo proteggere i bambini dalle punture di questi fastidiosi insetti?

Il rimedio più naturale per proteggerli all'interno dell'abitazione sarebbe quello di applicare una zanzariera sopra il lettino o la culla dove dormono.

Se il bimbo viene punto, un pò di ghiaccio applicato sul pomfo ridurrà l'infiammazione mentre nel caso che prurito, gonfiore e fastidio portino a grattarsi parecchio e quindi aumentare il rischio di infezione, il pediatra potrà consigliare una pomata a base di idrocortisone.

gpt native-middle-foglia-bambino

Quali repellenti si possono usare sui bambini?

Ci sono diversi tipi di repellenti naturali o chimici disponibili  in spray, fazzolettini imbevuti da strofinare delicatamente, in stick, in gel, lozione o fluido da spalmare.

  • Bambini fino a sei mesi di età

Se il bimbo è molto piccolo evitare di portarlo all'esterno al tramonto e all'alba, proteggerlo con le zanzariere e se necessario usare prodotti naturali a base di lavanda, timo, citronella e geranio che allontanano le zanzare semplicemente con il loro odore, senza aggredire la pelle delicata dei piccoli

  • Bambini fino a 24 mesi

Nel bimbo più grandicello è meglio avere le stesse premure che si hanno con il neonato ma si possono usare repellenti chimici a base di dietiltoluamide (DEET non superiore al 10%), una sostanza molto efficace ma con lievi effetti tossici. meglio usarlo non più di una volta al giorno;

  • Bambini tra i 2 e i 12 anni

Si possono usare sempre repellenti a base di DEET sempre non superiore al 10% e non più di tre volte al giorno.
Naturalmente entrambi i tipi di repellenti  non vanno applicati intorno alla bocca o agli occhi e, nei bambini piccoli neanche sulle mani.

Rimedi contro le punture di insetto

Rimedi efficaci contro le punture di zanzare

Altri metodi efficaci  per tenere lontane le zanzare sono gli olii essenziali che si acquistano in erboristeria e che profumano la casa di limone, geranio o citronella; i classici zampironi che man mano bruciano ed emanano la sostanza (attenzione ad usarli solo all'aperto); i fornellini a pastiglia o carica liquida, da non usare in ambienti chiusi in presenza del bambino.

Anche l'omeopatia ci viene in aiuto: esiste un rimedio molto utile contro questo tipo di fastidi, il Ledum palustre che può essere utilizzato sia a scopo preventivo (iniziando ad assumerlo in granuli da sciogliere sotto la lingua già un paio di mesi prima del periodo a richio) che a scopo curativo. Oltre ai globulini, lo potete trovare anche spray, pratico e non tossico. Molto indicato nei casi di rigonfiamenti bianchi, bordati di rosso e che appaiono freddi al tatto.

Anche Apis mellifica è un rimedio omeopatico molto utile per le punture d'insetto, soprattutto nei casi di ponfi caldi, dal colore roseo

Ma le zanzare in base a cosa scelgono le loro vittime?

Qualcuno dice che si tratta del "sangue dolce", qualcun'altro sostiene che la colpa sia invece del colore degli indumenti..

Le ultime ricerche invece ci dicono che le zanzare, non essendo in grado di produrre autonomamente sostanze come vitamina B, colesterolo, acido urico, acido lattico e acidi grassi, come l'acido stearico, le ricerchino direttamente negli esseri umani.

E pare che alle signore zanzare piacciano anche i pazienti con problemi cardiocircolatori, ipertesi e cardiopatici, e le persone che hanno da poco consumato bevande alcoliche o carne rossa
 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0