gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Nativity: incontro su 'Stipsi, come affrontarla'

Il Palazzo dei Congressi dal 20 al 22 settembre ha ospitato Nativity, un viaggio nella salute, benessere e tutela del bambino. Ricco il programma degli incontri con gli specialisti e con le associazioni. Durante la seconda giornata è stato trattato il tema: 'Stipsi: come affrontarla'

A cura di Eleonora Giovinazzo

Il Palazzo dei Congressi dal 20 al 22 settembre ha ospitato Nativity, un viaggio nella salute, benessere e tutela del bambino, insieme agli specialisti della Società Italiana di Pediatria. Tre giorni di incontri, convegni e workshop - tra visite gratuite e intrattenimento - per avvicinare le famiglie italiane ai progressi della medicina infantile. Ricco il programma degli incontri con gli specialisti e con le associazioni. Tra i convegni a cui abbiamo partecipato nella seconda giornata: 'Stipsi: come affrontarla'


Stitichezza dei neonati: dritte per combatterla


"Nella stipsi funzionale, che è la più frequente, non c'è una patologia - esordisce la dottoressa Antonella Diamanti - L'allattamento materno ne riduce il rischio. I fattori predisponenti sono cambio di latte da materno a vaccino, nell'adolescenza abuso di thé, caffè o alcol, obesità, sedentarietà, fattori psicologici (ansia, depressione, anoressia mentale, abusi sessuali) e dolore nella defecazione che stimolandola e perpetuandola crea un circolo vizioso". Bisogna però fare attenzione, perché come spiega la dottoressa, ci può essere una ritenzione cronica di feci nonostante il riscontro di una frequenza di evacuazione normale". Elementi che orientano verso la stipsi funzionale sono: altri casi in famiglia; normale emissione del meconio; consistenza e dimensioni delle feci; presenza di sangue che vernicia le feci; difficoltà ad evacuare fuori da ambienti domestici; atteggiamenti ritensivi; soiling o encopresi.



"C'è anche stipsi organica - spiega la Diamanti - che deriva soprattutto da malformazioni anatomiche anorettali e da malattie metaboliche endocrine. Campanelli d'allarme nella stipsi organica sono: ritardo di crescita; distensione addominale; fossetta pilonidale ricoperta da un ciuffo di capelli; anormalità pigmentarie mediane nell'area lombare; natiche piatte; malformazioni ano-rettali; ampolla rettale stretta e vuota in presenza di massa fecale addominale palpabile; spruzzo di feci liquide ed aria dal retto alla fuoriuscita del dito esploratore". La dottoressa ha poi spiegato come funziona il trattamento. "Per il trattamento è innanzitutto necessaria un'educazione del genitore e del bambino. E' importante non colpevolizzare il bambino (ad esempio: "Vedi che succede se non mangi questo"? va evitato), informare e far comprendere che la terapia per la stipsi è lunga".

stipsi-come-affrontarla-incontro-nativity




Il disingombro può avvenire per via rettale (clisteri evacuativi) e per via orale (lassativi orali). Per la prevenzione dell'accumulo di feci sono importanti l'educazione alla toilette (rieducazione al vasino per aiutarli a spingere nel modo giusto, poggiando i piedi a terra); le modifiche della dieta (supplementi con fibre, dieta priva di proteine vaccine) e lassativi. Come spiega la Diamanti può essere prescritto l'utilizzo di rammollitori fecali. Quelli utilizzati in età pediatrica non inducono assuefazione, soprattutto quelli di tipo osmotico (a differenza di quelli stimolanti). "La stipsi funzionale - conclude la dottoressa - rappresenta il 95% dei casi. E i genitori vanno informati che nessun farmaco fornisce un miglioramento al 100%".
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0