gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Sindrome di Down, il 21 marzo si celebra la giornata mondiale

/pictures/20160321/senza-nome_10237.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

In occasione dell'undicesima edizione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down CoorDown Onlus ha lanciato in collaborazione con Saatchi & Saatchi New York il video "How do you see me" (#HowDoYouSeeMe e #WDSD16)

Sindrome di Down: Giornata Mondiale

Il 21 marzo è il giorno dedicato alla sindrome di Down. Il tema di quest'anno è riconoscere e aiutare tutte le persone affette da questa malattia a vivere una vita ricca di relazioni sociali soddisfacenti. Per raggiungere questo obiettivo hanno un ruolo fondamentale la comunità, la famiglia, gli amici, i colleghi di lavoro. Occorre dire no ai pregiudizi e alle discriminazioni di cui spesso sono vittime chi è colpito dalla Sindrome di Down.

In occasione dell'undicesima edizione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down CoorDown Onlus ha lanciato in collaborazione con Saatchi & Saatchi New York il video How do you see me (#HowDoYouSeeMe e #WDSD16).

 

La protagonista del video è AnnaRosa, una ragazza con sindrome di Down che racconta la sua vita, fatta di sfide, di opportunità, di amicizie, di emozioni, di affetti, di momenti di gioia, ma anche di difficoltà. A rappresentare questa ragazza è l'attrice Olivia Wilde: una metafora che fa riflettere su come le persone affette da Sindrome di Down vedono se stesse e su come
spesso siano vittime di discriminazioni. 
 
AnnaRose Rubright, contentissima di rappresentare la comunità delle persone con Sindrome di Down nel video di CoorDownha una vita come tante ragazze universitarie della sua età. Vive a casa con i genitori, ha cinque sorelle, due cani e un gatto. Lavora part time, studia, pratica il nuoto e gioca a basket.
 
La Giornata Mondiale sulla sindrome di Down (WDSD - World Down Syndrome Day in inglese) è un appuntamento internazionale – sancito ufficialmente anche da una risoluzione dell’ONU - nato per diffondere una maggiore consapevolezza e conoscenza sulla sindrome di Down, per creare una nuova cultura della diversità e per promuovere il rispetto e l’inclusione nella società di tutte le persone con sindrome di Down. La scelta della data 21/3 non è casuale: la sindrome di Down, detta anche Trisomia 21, è caratterizzata dalla
presenza di un cromosoma in più – tre invece di due – nella coppia cromosomica n. 21 all’interno delle cellule
 
Ecco le parole di Sergio Silvestre, Presidente di CoorDown Onlus:

Siamo orgogliosi di essere capofila anche quest’anno di un ambizioso progetto di comunicazione internazionale in collaborazione con altre associazioni e con lo straordinario supporto, per la quinta volta consecutiva, di Saatchi & Saatchi. Con questo film vogliamo contribuire a un cambiamento culturale: solo quando la disabilità sarà percepita come una delle sfaccettature della diversità si potrà davvero fare inclusione, riconoscendo l’unicità di ogni individuo. L’obiettivo è far volgere lo sguardo oltre gli stereotipi, costruire un nuovo immaginario collettivo e promuovere un’alfabetizzazione alla disabilità

 
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0