gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Si ammala quando spuntano i dentini: vero o falso?

/pictures/2017/05/31/si-ammala-quando-spuntano-i-dentini-vero-o-falso-1091563054[977]x[406]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Quali sono i disturbi e le malattie quando spuntano i dentini ed esiste la febbre da eruzione dei denti?

Malattie quando spuntano i dentini

Capita ad alcuni bambini di accusare fastidi vari e addirittura di ammalarsi in concomitanza con la dentizione, ma i pediatri spesso negano ci sia un nesso. Ecco cosa c'è di vero e di falso e come comportarsi con le malattie quando spuntano i dentini.

Crescita dei denti nel bambino

Il processo della dentizione avviene secondo tempi e modalità che variano da bambino a bambino. In genere si può fare riferimento ad uno schema che indica i tempi medi e la successione nella comparsa dei denti da latte ma si tratta di parametri che possono variare, anche in maniera significativa, a seconda del bambino.

gpt native-middle-foglia-bambino

Il primo dentino può spuntare improvvisamente a partire dal secondo mese di vita; più frequentemente la dentizione ha inizio intorno al sesto mese con la comparsa del primo degli incisivi inferiori; il secondo, che spunta subito dopo, è ancora un incisivo inferiore (in genere quello vicino) e solo verso i sette mesi compare il primo incisivo superiore.

Tra gli otto e i nove mesi spuntano in genere i quattro denti anteriori superiori e tra il nono e il decimo mese si completa la fila dei quattro denti superiori e quella dei quattro inferiori. A questo punto spesso c'è una pausa e il dente successivo, il primo dei quattro molari, comparirà intorno al primo compleanno.

Disturbi dei primi dentini

Mentre in alcuni bambini la comparsa dei denti non provoca alcun fastidio, in altri possono insorgere dei piccoli disturbi, in genere di lieve entità. Un luogo comune che è giusto sfatare è quello che associa l'eruzione del denti alla comparsa della febbre. Questo possibile collegamento, semmai, deve essere inteso in senso inverso perché è la febbre che, accelerando i processi di crescita, potrebbe favorire l'eruzione dei denti e non viceversa.

I disturbi reali legati alla comparsa dei primi dentini in genere sono di scarsa entità e comunque passeggeri. Questo perché i denti anteriori hanno una forma piatta e tagliente che rende agevole l'eruzione a differenza di ciò che può accadere invece con i molari che sono più grandi e larghi e possono dare qualche fastidio in più.

In ogni caso, se si hanno dei dubbi, è consigliabile rivolgersi al pediatra che saprà sicuramente aiutarci a distinguere i veri sintomi legati all’eruzione dei denti e ad evitare quindi di confonderli con segni relativi ad altre malattie.

Sintomi dei primi dentini

I sintomi più comuni legati alla dentizione sono:

  • aumento della salivazione;
  • lieve irritabilità;
  • aumento della necessità di succhiare;
  • presenza, talvolta, di piccole tumefazioni o ecchimosi sulle gengive;
  • piccoli disturbi del sonno.

Quando spunta un dentino per volta si può notare in genere una lieve irritazione delle gengive mentre il fastidio può aumentare se a spuntare sono due o tre incisivi contemporaneamente. In questo caso il bimbo può trovare sollievo nel mordere degli oggetti lisci e morbidi perché la compressione delle gengive allevia il dolore.

In farmacia e nei negozi di articoli per bambini si possono trovare oggetti appositi che contengono un liquido da far raffreddare in frigorifero: la sensazione di fresco allevia prurito, dolore e fastidio e i bambini possono mordicchiare questi oggetti.

Un altro modo per alleviare il fastidio legato alla comparsa dei primi dentini è quello di massaggiare le gengive del piccolo con un dito. Il massaggio può risultare ancora più efficace se associato all'uso di una crema calmante che lenisca il gonfiore e l’irritazione. In questo caso è importante scegliere accuratamente in farmacia, ancora meglio se su consiglio del pediatra, il prodotto giusto: è importante infatti controllare che non contenga sostanze anestetiche pesanti e che sia senza zucchero. In alternativa si possono provare anche i rimedi omeopatici.

Dentizione dei neonati: cosa fare se i dentini non spuntano

Febbre da dentini quanto dura

Molti pediatri escludono che ci sia un nesso tra la comparsa della febbre e la dentizione, eppure molte mamme ancora sono certe che se il bambino ha qualche linea di febbre possa essere il sintomo dell'uscita di un dentino. Perché si è radicata, di generazione in generazione, questa convinzione? Probabilmente perché la febbre nei primi anni di vita può essere molto frequente ed è, quindi, parecchio probabile che il bambino abbia la febbre proprio in concomitanza dell'uscita di un dentino.

In ogni caso, anche laddove questo legame ci fosse, si tratta sempre di febbricola passeggera. E' importante ricordare che quello della dentizione è un processo fisiologico per cui non può essere responsabile di disturbi gravi del bambino. Bisogna, quindi, evitare di attribuire qualsiasi sintomo alla dentizione perché in questo modo si rischia di trascurare eventuali altre malattie.

Dopo i cinque mesi, può succedere che al bambino spunti un dentino ogni mese per questo può capitare di confondere sintomi di qualche infezione o malattia con la dentizione. A questo proposito c'è da dire anche che il bimbo durante la vita intrauterina riceve gli anticorpi dall'organismo materno che lo proteggono nei primi 3-4 mesi di vita, per cui l'insorgenza di un'eventuale infezione può coincidere con la fine della copertura degli anticorpi materni e l'inizio della dentizione. Perciò in presenza di sintomi come dolori addominali, diarrea, vomito o febbre superiore ai 38° C è necessario consultare il pediatra.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0