gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Grazie per aver esposto mia figlia al morbillo

/pictures/20150205/grazie-per-aver-esposto-mia-figlia-al-morbillo-321923308[3747]x[1564]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Un papà americano scrive una lettera ai genitori che non vaccinano per spiegare perchè le loro scelte mettono in pericolo la vita di sua figlia

I rischi per i bambini non vaccinati

Quando si discute della scelta di vaccinare oppure no i propri figli spesso si tiene poco conto delle implicazioni che le scelte personali hanno sulla collettività. Non vaccinare per timore di presunti danni collegati al vaccino vuol dire lasciare agli altri il compito di correre dei rischi sulla pelle dei figli.

Insomma, se non vaccino mio figlio dal morbillo ma la maggior parte degli altri lo farà è molto probabile che grazie a questa copertura la malattia si diffonderà di meno e alla fine mio figlio non si ammalerà comunque, anche senza essersi vaccinato.

Vaccinare significa non soltanto fare una scelta consapevole per la salute della propria famiglia ma dare un contributo al progresso e sostenere la salute pubblica in toto.

Lo dimostra chiaramente il caso di Tim Jacks, sua moglie Anna, dei loro figli Maggie e Eli.

Tim, pediatra statunitense, ha scritto una lettera pubblica diretta ai genitori che non vaccinano i loro figli.

Recentemente a Disneyland c’è stata un’epidemia di morbillo. Decine di casi di morbillo hanno avuto un unico denominatore comune: le persone erano state a Disneyland quindi per gli esperti l’origine del focolaio è ubicato nel parco divertimenti. In questi giorni la direzione del parco ha vietato l’ingresso ai non vaccinati e ha mandato in ferie i dipendenti non vaccinati.

Io bambina non vaccinata vi racconto com'è

Partendo da questo fatto di cronaca, che dimostra come il morbillo ed altre malattie che si possono evitare e che sono comunque legate a possibili complicazioni anche gravi (l’encefalite su tutte) continuano a diffondersi facilmente, Tim ha preso carta e penna per scrivere ai genitori che sono contro i vaccini.
Ecco cosa dice

Quando un bambino si ammala sono vulnerabili anche gli altri bambini, anche se sono vaccinati. Mi chiedi perché? Te lo spiego. Per quanto riguarda il morbillo, ci sono dei casi in cui si rischia comunque. Tutti sono rappresentati nella mia famiglia. Circa il 3% dei bambini completamente vaccinati non sviluppano una risposta immunitaria duratura (questo è il mio caso); i bambini piccoli non possono ancora essere vaccinati, è il caso di mio figlio Eli che ha solo 10 mesi e rischia fino al 90% di prendersi il morbillo se entra in contatto con qualcuno che ce l’ha; ci sono i bambini che non possono essere vaccinati, ad esempio quelli che hanno il cancro come mia figlia Maggie, oppure gli immunocompromessi, i bambini che sono davvero allergici ad una parte del vaccino. Questi bambini rimangono a rischio e se tu non vaccini tuo figlio che è perfettamente sano e può essere vaccinato esponi a gravi rischi i miei figli.
L’unico modo per proteggere questi bambini è proteggere gli altri.

Tim si dilunga sulla storia di Maggie per la quale il morbillo è diventato un problema. La piccola ha una leucemia linfoblastica acuta, è stata sottoposta a diversi cicli di chemioterapia, punture lombari e interventi chirurgici. Le terapie finiranno nel gennaio 2017, poco dopo il suo quinto compleanno.

Tre giorni dopo l'ultimo ciclo di chemioterapia di Maggie, effettuato in ospedale, a casa è arrivata una telefonata. Maggie, Eli e la loro mamma erano stati esposti al virus del morbillo a causa di un altro paziente. I bambini non avevano l’immunità e quindi sono corsi insieme ai genitori in ospedale per fare un’infusione di anticorpi per difendersi dal morbillo.

Come i vaccini hanno cambaito il mondo

E’ troppo presto per dire se i bambini sono effettivamente protetti e resteranno in isolamento fino all’11 febbraio.

ai genitori che non vaccinano io dico grazie per aver rovinato le nostre uniche tre settimane “di vacanza” dalla chemioterapia, invece di prenderci una pausa e divertirci un po’ insieme stiamo qui in casa ad aspettare di vedere se compaiono pustole e febbre. Grazie per averci fatto annullare la breve vacanza sulla neve che avevamo prenotato. Maggie ci teneva a vedere la neve e questa cosa era stata organizzata per lei. Vi dico grazie con grande sarcasmo perché le vostre scelte sbagliate non interessano solo i vostri figli ma anche la mia famiglia  e molti altri come noi

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0