gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Rimedi omeopatici per i dodici mesi dell'anno

/pictures/2017/01/04/rimedi-omeopatici-per-i-dodici-mesi-dell-anno-2266297146[2106]x[879]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Mese per mese il medicinale omeopatico da tenere a portata di mano per un 2017 senza acciacchi! A cura della dott.ssa Fulvia Spallino, medico di famiglia esperto in omeopatia a Roma

Rimedi omeopatici per ogni mese dell'anno

Ogni mese porta con sé qualche acciacco di stagione: dai raffreddori causati dai primi freddi, alle tossi invernali, alle allergie primaverili, fino alle dermatiti estive. Tutti questi disturbi possono essere affrontati in prima battuta con i medicinali omeopatici che, grazie alle loro diluizioni, sono generalmente privi di effetti collaterali e tossicità chimica. Proprio per questa loro caratteristica, i medicinali omeopatici possono essere assunti da bambini, anziani e donne in dolce attesa. Quali medicinali dovremmo inserire nel nostro kit di pronto intervento, per prevenire e affrontare mese dopo mese i classici disturbi stagionali? La dottoressa Fulvia Spallino, medico di famiglia esperto in omeopatia a Roma, indica i medicinali omeopatici per ogni mese dell’anno.

Non c’è niente di più ordinario dell’influenza a gennaio. Se anche quest’anno non siete riusciti a evitarla, consiglio di assumere Oscillococcinum, medicinale omeopatico studiato per il trattamento dell’influenza, delle sindromi simil-influenzali e delle patologie da raffreddamento, sia in fase preventiva che sintomatica. Non appena si sentono dolori diffusi alle ossa, brividi, spossatezza e mal di testa, è opportuno assumere una dose del medicinale il prima possibile e, successivamente, tre volte al giorno, ogni otto ore.

Malattie esantematiche nei bambini. Come riconoscerle e curarle
  • Febbraio – Settimana bianca: il medicinale che non può mancare a chi fa sport

Chiunque pratichi uno sport conosce le virtù di Arnica montana, il medicinale omeopatico per antonomasia utile nel trattamento dei traumatismi e dei sovraccarichi da sforzi muscolari. Un paio di giorni prima di partire per la settimana bianca, o per il classico fine settimana sulla neve, consiglio di assumere 5 granuli al mattino e 5 alla sera di Arnica montana 9 CH e di continuare ad assumerla anche per tutto il periodo in cui si praticherà l’attività sportiva, soprattutto se si scia per diversi giorni. Se poi sulle piste da sci si fa un bel capitombolo e la parte che è stata interessata dalla caduta è edematosa, bluastra e dolente, suggerisco l’assunzione dello stesso medicinale, 5 granuli ogni 2 ore.

  • Marzo – Rinite allergica: come sopravvivere agli starnuti

Se la primavera vuol dire starnuti, naso che cola e occhi arrossati, i medicinali omeopatici possono essere di grande aiuto. Per prevenire reazioni allergiche ai pollini, consiglio il medicinale omeopatico Histaminum 30 CH. In via preventiva suggerisco di assumerne 5 granuli 1 o 2 volte alla settimana nelle 6 settimane precedenti la fioritura e 3 volte alla settimana durante tutta la fioritura.

  • Aprile – Insonnia: niente panico

L’arrivo della bella stagione può anche influenzare il ciclo del sonno, alterando i ritmi sonno-veglia. Nervosismo, ansia, mal di testa, dolori muscolari e articolari, cattivo umore determinano un circolo vizioso: da un lato si ha difficoltà ad addormentarsi e dall’altro la scarsa qualità del sonno provoca questi fastidi, i quali, a loro volta, finiscono con l’incidere sulla qualità del sonno stesso, non permettendo di riposare bene. Consiglio Coffea cruda 30 CH quando non ci si riesce ad addormentare a causa di pensieri continui e quando il sonno è interrotto più volte nell'arco della nottata e non è mai ristoratore. Ne vanno assunti 5 granuli prima di andare a letto.

  • Maggio – Affaticamento di studenti & co

I disturbi legati alla stagione che cambia, generalmente si risolvono con qualche ora di sonno extra e un’alimentazione ricca di vitamine, apportate da frutta e verdura fresca. Se poi queste due accortezze non bastano, è utile assumere Kalium phosphoricum 15 CH, 5 granuli mattino e sera, che aiuta ad affrontare il calo di forze tipico di questo periodo soprattutto nei bambini e ragazzi, vicini al rush finale scolastico.

  • Giugno – Prime zanzare e punture d’insetti: la soluzione

Per chi rimane in città e per chi viaggia, l’estate può essere anche sinonimo di punture di insetti. In Italia per esempio sono presenti 60 specie diverse di zanzare! Ai pazienti che mi chiedono come evitare che il bruciore delle punture possa rovinare il piacere di stare all’aperto nelle prime serate calde, suggerisco il medicinale omeopatico Ledum palustre 5 CH, 5 granuli al mattino e alla sera, a partire da un mese prima dell’estate, al fine di preparare l’organismo per eventuali punture di insetti.

  • Luglio – Raffreddore da aria condizionata

Con l’arrivo del caldo, non c’è niente di meglio del refrigerio che si può godere nei locali climatizzati…Tuttavia, l’uso eccessivo dell’aria condizionata può essere controindicato e provocare fastidi quali tosse, mal di gola e febbre da raffreddamento. Per questo è importante mantenere la temperatura dei locali interni tra i 25 e i 27 gradi e comunque non abbassarla troppo di notte, quando anche il calore corporeo e la temperatura esterna diminuiscono. Freddo, sbalzi di temperatura e altri fattori ambientali sono tra le cause più frequenti per contrarre il raffreddore. In questi casi prescrivo Allium cepa 5 CH, 5 granuli più volte al giorno, che aiuta a risolvere velocemente i raffreddamenti, anche da aria condizionata.

  • Agosto – Pelle sotto al sole

L’esposizione al sole porta diversi benefici in termini di salute perché stimola la produzione di vitamina D, utile a scongiurare il rischio di osteoporosi, produce l’aumento di serotonina e melatonina, un’ottima cura contro il malumore, e riduce il rischio di infezioni e patologie infiammatorie. Tuttavia, va sempre prestata grande attenzione a come ci si espone ai raggi solari, per evitare scottature ed eritemi. L’omeopatia è particolarmente utile sia nella preparazione all’esposizione solare, sia in caso di ‘danni’ alla pelle. In genere, per prevenire l’eritema solare, consiglio di assumere durante i 15 giorni antecedenti l’esposizione Histaminum 30 CH, 5 granuli mattino e sera.

  • Settembre – Dal rientro: prevenire l’influenza è meglio che curarla

Non sono ancora finite le vacanze che si comincia a sentir parlare dei primi casi di influenza o sindromi influenzali. Ormai i virus dell’influenza sono presenti da settembre ad aprile, per questo consiglio di cominciare la prevenzione già dal rientro dalle vacanze. Secondo la mia esperienza, il medicinale omeopatico Oscillococcinum contribuisce a ridurre in modo significativo il rischio di contrarre influenza e sindromi influenzali. Come tutti i medicinali omeopatici, può essere assunto dai bambini, anche piccoli, per evitare che all’asilo o a scuola contraggano la tanto temuta influenza. In genere, suggerisco di iniziare dal mese di settembre ad assumere un tubo dose di Oscillococcinum, una volta a settimana fino a primavera.

  • Ottobre – Autunno e la tosse

Se è indubbio che la tosse può presentarsi tutto l’anno, è altrettanto vero che durante la stagione fredda la percentuale di pazienti che lamentano questo disturbo aumenta considerevolmente. La tosse, infatti, è il sintomo di più comune riscontro nell’influenza e nelle sindromi influenzali, e può durare anche qualche settimana in più rispetto all’episodio influenzale. Tutte le infezioni delle vie aeree, soprattutto le forme virali invernali, portano a un aumento della tosse, per lo più secca inizialmente, che poi evolve in tosse produttiva. Per tutti i tipi di tosse, secca e grassa, prescrivo lo sciroppo Stodal. La posologia indicata per gli adulti è di 15 ml (3 bicchierini dosatori, oppure un cucchiaio) mentre per i bambini è di 5 ml (un bicchierino dosatore o un cucchiaino), 3-5 volte al giorno.

  • Novembre – Occhio al freddo

Quando le temperature si abbassano, si pensa a proteggersi con piumini, sciarpe e cappelli, dimenticando spesso che il freddo invernale può causare anche alcuni disturbi oculari. Tra questi troviamo la tendenza a una maggiore lacrimazione degli occhi, un meccanismo di protezione che si innesca quando il tasso di umidità è ridotto e in presenza di vento. In queste condizioni si crea, infatti, uno stato di disidratazione, che favorisce una sensazione di secchezza oculare. Per ripristinare l’equilibrio del film lacrimale, non appena si avvertono i sintomi dell’occhio secco consiglio di instillare 2 gocce del collirio omeopatico Euphralia, ripetendo l’applicazione fino a 6 volte al giorno.

  • Dicembre – Digerire le feste

Il periodo è quello delle cene di lavoro, dei pranzi in famiglia e degli aperitivi di auguri! Tanto cibo e qualche bicchiere di troppo…In caso di problemi digestivi legati a un pasto eccessivamente abbondante a base di alimenti ricchi di grassi, bevande gassate e alcolici, è utile tenere in tasca il medicinale omeopatico Nux vomica 5 CH, 5 granuli 3 volte al giorno. Questo medicinale è indicato a seguito di mangiate abbondanti, associate a nausea e sensazione di pesantezza postprandiale.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0