gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Quarta malattia o scarlattinetta

La quarta malattia (detta anche “scarlattinetta”) è una malattia esantematica che colpisce in prevalenza i bambini

bimbobolleLa quarta malattia (detta anche “scarlattinetta”) è una malattia esantematica che colpisce in prevalenza i bambini, soprattutto durante la primavera e l’estate.
Ancora non è chiaro quale sia l'agente responsabile della sua insorgenza: secondo alcuni studiosi potrebbe essere un virus ma l’opinione più diffusa sostiene che l’origine della quarta malattia sarebbe invece batterica e che questa malattia non sarebbe altro che una forma attenuata di scarlattina.

La sintomatologia della quarta malattia insorge generalmente a una settimana dal contagio che il più delle volte avviene attraverso le goccioline di saliva; i sintomi che si manifestano dopo il contagio sono un modesto rialzo febbrile, faringe arrossata, ingrossamento delle linfoghiandole latero-cervicali, un lieve esantema, simile a quello della scarlattina, costituito da piccolissimi puntini rossi in rilievo, molto fitti che scompaiono nel giro di pochi giorni lasciando una fine desquamazione cutanea. L’esantema è sempre modesto e fugace e gli altri sintomi, talvolta, possono essere quasi assenti.

Quinta malattia, sintomi, contagio e rimedi

La quarta malattia viene trattata come la scarlattina ossia con una terapia antibiotica da protrarre indicativamente per una decina di giorni.
La prognosi è sempre buona e il decorso è di pochi giorni. Non dà complicazioni nemmeno se presa in gravidanza

A circa due settimane dalla scomparsa della malattia è consigliabile effettuare l'esame delle urine, per accertarsi che la funzionalità renale sia buona, ed un tampone faringeo che confermi la scomparsa del batterio

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0