gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Rimedi omeopatici per proteggere gli occhi in estate

/pictures/20150709/rimedi-omeopatici-per-proteggere-gli-occhi-in-estate-1141831137[2451]x[1024]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

In estate proteggete gli occhi con i rimedi omeopatici. Ecco i consigli del dott. Giorgio De Santi, oculista esperto in omeopatia

Omeopatia per curare disturbi degli occhi in estate

In estate si trascorrono molte più ore all'aria aperta e spesso siamo esposti ad agenti aggressivi come radiazioni UV, vento e sabbia che possono irritare gli occhi. I disturbi più frequenti sono: occhi rossi, secchezza oculare e scarsa lacrimazione. In questi casi ci vengono in aiuto i medicinali omeopatici che offrono un aiuto prezioso per ripristinare il corretto stato di salute degli occhi.

Nella stagione estiva uno dei disturbi più frequenti è dato da forme di congiuntivite attinica e/o irritativa, ovvero infiammazioni della congiuntiva causate dall’esposizione ai raggi ultravioletti e dal contatto con il vento, il cloro o la sabbia. Ecco i consigli per prevenire In questo caso il dottor Giorgio De Santi, oculista esperto in omeopatia e dirigente medico presso l’Ospedale di Rho (Mi), consiglia il collirio omeopatico Euphralia per la sua azione antinfiammatoria e decongestionante.Se sono presenti secrezione congiuntivale, edema e gonfiore palpebrale, con dolore oculare pungente e bruciante si consigli Apis mellifica 15 CH.  Mercurius solubilis 9 CH, se è presente anche fotofobia e lacrimazione, e Belladonna 9 CH, in caso di forte arrossamento e bruciore.

gpt native-middle-foglia-bambino

Il caldo torrido estivo può compromettere l’integrità del film lacrimale, causando secchezza oculare. Anche in questo caso si consiglia il collirio omeopatico Euphralia perché consente di riequilibrare il film lacrimale.
Inoltre, le radiazioni UV possono provocare scottature alla cornea, soprattutto in chi ha gli occhi chiari. Se l’ustione è molto superficiale e causa arrossamento, lacrimazione e bruciore, si consigliano degli impacchi a base di tintura madre di Euphrasia: ne bastano 3-4 gocce in 150 ml di acqua tiepida. Una garza imbevuta in questo liquido e applicata all’occhio per 20 minuti darà immediato sollievo.

Nel caso, invece, di abrasione corneale che provoca dolore, fotofobia e iperlacrimazione, si somministrano in genere farmaci analgesici per il dolore e colliri a base di antibiotici per evitare il rischio di un’infezione batterica. Il dottore consiglia di mettere in valigia due colliri: uno antibiotico, anche monodose, da instillare se dovessero comparire secrezioni e arrossamenti oculari, e un collirio omeopatico quale Euphralia, da utilizzare ai primi sintomi da stanchezza visiva e irritazione oculare.

Occhiali da sole per bimbi: quali scegliere?

Per affrontare al meglio l'estate, ecco 10 consigli utili dell'oculista:
  1. Utilizzare sempre gli occhiali da sole con un filtro UV certificato
  2. Utilizzare un cappello con visiera, per una maggiore protezione
  3. Indossare gli occhiali da sole anche all’ombra, perché i raggi solari che si riflettono sulla sabbia o sull’acqua possono arrecare comunque danni
  4. Utilizzare le lenti a contatto per un tempo ridotto, in modo da far riposare l’occhio. Meglio usare lenti a contatto monouso
  5. Quando si nuota indossa gli appositi occhialini per evitare irritazioni causate dall’acqua salata o dal cloro
  6. In caso di contatto con la sabbia, sciacquare immediatamente l’occhio con acqua.
  7. Portare sempre con sè un collirio omeopatico monodose
  8. Quando l’occhio è irritato, utilizzare delle garze imbevute monouso per pulirlo. Sono utili anche degli impacchi a base di Camomilla e Fiordaliso
  9. Per chi soffre di secchezza oculare, fare attenzione agli impianti di condizionamento, perché deumidificano troppo l’aria
  10. Consumare vegetali arancioni, gialli e rossi, agrumi e frutta secca ricchi di vitamine A, C ed E, importanti per la salute degli occhi

Posologia e somministrazione dei rimedi omeopatici per i bambini

La posologia dei medicinali omeopatici nei bambini non presenta differenze significative rispetto a quella degli adulti. Il meccanismo d’azione dei medicinali omeopatici, infatti, non risponde alle stesse regole (dose-effetto) dei medicinali classici. Per questo la posologia è in genere la stessa, indipendentemente dall’età e dal peso del piccolo paziente. Ricordiamo poi che l’assunzione di tutti i medicinali omeopatici va diradata con il progressivo miglioramento dei sintomi. La somministrazione dei medicinali omeopatici è molto semplice: i granuli e i globuli omeopatici, ovvero le forme farmaceutiche specifiche più diffuse dell’omeopatia, vanno lasciati sciogliere sotto la lingua del bimbo.

Per la somministrazione ai neonati e ai bambini sotto i due anni di età possono anche essere sciolti in un po’ d’acqua, preferibilmente oligominerale e a temperatura ambiente (meglio evitare la miscelazione con tisane o bevande aromatiche) e proposti in un bicchiere, nel biberon, o con un cucchiaino. 

In ogni caso cheidere sempre il consulto di un medico o un pediatra prima della somministrazione di qualsiasi farmaco o rimedio omeopatico

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0