gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

“Mangia bene, cresci bene”: la campagna contro l'obesità infantile

/pictures/20151015/mangia-bene-cresci-bene-la-campagna-contro-l-obesita-infantile-2015837198[2045]x[854]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Il Movimento Italiano Genitori Onlus (MOIGE) lancia in tutte le scuole italiane la campagna “Mangia bene, cresci bene” per promuovere le sane abitudini alimentari

Campagna contro l'obesità infantile

“Mangia bene, cresci bene” è la campagna per la sana alimentazione promossa da tutte le scuole italiane. Venerdì 16 ottobre la scuola media Annibale di Francia ospiterà due lezioni informative rivolte ad alunni e genitori per alimentarsi in modo corretto. A tenere gli incontri sarà il dott. Gorini Antonio, che dedicherà la mattina dalle 9:30 alle 11:30 agli alunni, il pomeriggio dalle 17:00 alle 18:30 ai genitori.

gpt native-middle-foglia-bambino

Il 21 ottobre dalle ore 8:30 alle ore 10:30 invece sarà la volta della Scuola Primaria Paritaria San Francesco di Sales. Il 19 e il 26 ottobre l’iniziativa farà tappa all’Istituto Comprensivo Marcellina sotto la guida della dott.ssa Rizzitiello Giovanna.  A promuovere questa importante iniziativa è il Moige – Movimento Italiano Genitori Onlus è realizzata con il patrocinio scientifico di SIPPS - Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale e di AMIOT - Associazione Medica Italiana di Omotossicologia con il contributo incondizionato di  GUNA S.p.A.

I dati

Dall’indagine “L’obesità infantile: un problema rilevante e di sanità pubblica” (2015), a cura dell’Osservatorio e Metodi per la Salute del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’università “Milano Bicocca” emerge che l’Italia è uno dei Paesi europei più colpiti dal fenomeno dell’obesità infantile: nel nostro paese la prevalenza di sovrappeso in età pediatrica supera di circa 3 punti percentuali  la media Europea.

Si evidenzia  che i bambini italiani più soggetti a disturbi alimentari hanno tra gli 8 e 9 anni: a quest’età, 1 bambino su 4 è obeso e 1 su 2 sovrappeso; tra le bambine le percentuali scendono rispettivamente al 16% e al 41%.

Obesità e sovrappeso prevalgono tra i minori dei paesi mediterranei piuttosto che in quelli del nord Europa. Anche in Italia il fenomeno ricalca le stesse differenze geografiche, con percentuali che vanno dall’8,2% al Nord, al 9,3% del Centro fino al 15,2% del Sud. La regione più colpita dal fenomeno è la Campania, dove 1 bambino di terza elementare su 2 è obeso o in sovrappeso; seguono Puglia, Molise Abruzzo e Basilicata. Gli adolescenti italiani in sovrappeso tendono a diminuire con l’aumentare dell’età, confermando la maggiore esposizione delle generazioni più giovani.

La pasta, alleata contro l'obesità dei bambini

I fattori che determinano l’obesità, oltre a quelli di natura genetica, sono principalmente legati al contesto socio-economico, familiare e agli stili di vita. Diverse indagini concordano nell’attribuire maggiore predisposizione a diventare obesi a soggetti che vivono in condizioni “disagiate”. Il dato più preoccupante riguarda i  genitori: solo il 44,7% di loro conosce le regole della sana alimentazione (Censi). I dati dell’indagine “OKkio alla Salute” confermano una disinformazione diffusa da parte degli adulti in materia di dieta alimentare.

Per quanto riguarda le abitudini alimentari è altrettanto importante la percentuale di coloro che adottano comportamenti scorretti: 1 bambino su 10 salta la prima colazione, mentre 3 su 10 la fanno in maniera sbilanciata (troppi carboidrati o proteine); 2 bambini su 3 fanno una merenda abbondante a metà mattina. I genitori dichiarano che 4 bambini su 10 consumano quotidianamente bevande zuccherate e/o gassate e il 22% non mangia tutti i giorni frutta e verdura.

Regole alimentari per le diverse fasce di età

Dall’indagine Zoom8 emerge inoltre che 1 intervistato su 2 non mangia “mai o quasi mai” legumi e solo 1 su 5 lo fa 2-3 volte a settimana, come raccomandato. 1 su 7 si alimenta con insaccati una o più volte al giorno. Il consumo giornaliero di cibi ipercalorici è molto diffuso: 1 bambino su 3 mangia quotidianamente snack e 1 su 4 consuma bibite  zuccherate. Anche uno stile di vita sedentario concorre all’obesità in età pediatrica, poiché strettamente correlato al consumo di questi cibi.

La campagna

Da febbraio a dicembre, la campagna “Mangia bene, cresci bene” coinvolgerà tutta Italia. Prenderanno parte al progetto 379 scuole medie ed elementari. In ciascun istituto, i docenti e i medici di AMIOT terranno degli incontri formativi sulla sana alimentazione e distribuiranno un kit didattico a ragazzi e genitori. E' previsto anche un concorso di disegno : le illustrazioni più significative prodotte dai bambini saranno affisse nelle farmacie e negli studi medici aderenti e daranno vita ad un calendario info-educativo dell’iniziativa distribuito nelle scuole che hanno partecipato all’iniziativa.  Per informazioni vistate il sito Moige

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0