gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 1

Meningite: ecco il nuovo vaccino

Chi non avverte una sensazione di paura pensando alla meningite? Sontro quella causata da meningococco sarà tra poco disponibile un vaccino tetravalente realizzato in Italia

E' di circa due mesi fa la notizia di un nuovo test per la diagnosi veloce della meningite, mentre è di questi giorni la notizia che contro la meningite causata da meningococco sarà tra poco disponibile in Italia un vaccino  tetravalente.
Chi non avverte una sensazione di paura pensando alla meningite? Come tutti sappiamo la meningite può provocare danni molto gravi e invalidanti ed addirittura la morte. C'è però una buona notizia: grazie ai progressi della scienza e della tecnologia, oggi esistono gli strumenti per prevenirla in molte delle sue forme più diffuse e pericolose.
La meningite da meningococco è una delle varie forme di meningite, malattia generalmente di origine infettiva causata sia da batteri che da virus.
Fra i virus più comuni che causano la meningite ci sono quelli che si trovano nell'intestino e quindi anche nelle feci e nelle acque nere. La meningite virale può anche svilupparsi come complicanza dell'infezione da herpes simplex, dell'influenza, della varicella, della poliomelite e del morbillo.
Mentre la meningite virale solitamente si risolve senza conseguenze, la meningite batterica può essere molto pericolosa.

vaccino_280Esistono 3 famiglie di batteri responsabili della meningite: quella del pneumococco, quella dell'emofilo e quella del meningococco. Quest'ultima è molto temuta perchè altamente infettiva (può dare facilmente origine ad epidemie nelle scuole e in varie comunità).

Il vaccino tetravalente contro i meningococchi è stato messo a punto in Italia da Novartis, e ha già ottenuto le autorizzazioni necessarie al suo uso dagli enti preposti negli Stati Uniti e dall’Agenzia Europea per i Medicinali (Ema). Tra poco sarà a disposizione anche delle Asl italiane, che finora potevano contare su un vaccino per la meningite efficace solo per uno dei cinque ceppi, il meningococco C. Rispetto al “vecchio” vaccino, quello tetravalente garantirebbe anche una copertura dalla malattia di durata maggiore.
Il coordinatore dell’equipe Novartis ed esperto dei vaccini biotech, Rino Rappuoli, ha dichiarato che il vaccino «è l’unico modo per combattere la malattia, che in Italia ha una mortalità del 14%». Per ora il vaccino contro la meningite può essere somministrato solo a ragazzi dagli undici anni di età, ma la Novartis ha intenzione di presentare domanda all’Ema per poterne estendere l’uso a tutte le fasce d’età, dai 2 mesi in poi
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0