Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-ros
1 5

Malattia mani, piedi, bocca: scopriamo cos'è dall'esperienza di una mamma

Vescicole che si presentano sulle mani, sui piedini e nella bocca, una leggera febbricola e a volte una faringite: è la malattia mani, piedi, bocca, una comune malattie esantematica

adsense-foglia-300

MALATTIA MANI, PIEDI E BOCCA - Sembra una barzelletta. Io stessa quando ho sentito parlare di questa malattia che tormenta le mamme e i piccini che frequentano la comunità ho pensato si trattasse di una bufala ironica, invece ahimè, siamo davanti all'ennesima, fastidiosissima malattia esantematica che presto o tardi passa a dare un salutino ai nostri bimbi.

Sembra che, durante il periodo di incubazione, la malattia mani piedi bocca, a differenza delle altre malattie esantematiche, non causi un innalzamento della temperatura corporea, a parte rari casi in cui si manifesta una leggera febbricola e un episodio di faringite che spesso passa inosservato.

Di natura virale, come tutte le malattie contagiose, e appartenente alla famiglia delle malattie esantematiche (ovvero che si manifestano con un esantema, uno sfogo cutaneo), la malattia mani piedi bocca, è causata dal virus  coxsackie A16, si manifesta prevalentemente nei mesi caldi e tra maggio e novembre e colpisce maggiormente i bambini in età scolastica e prescolastica.

Come si manifesta

Talvolta prima dell'eruzione cutanea si presenta una leggera febbricola o una faringite, mentre nella maggior parte dei casi si ha uno sfogo nel cavo orale, con delle piccole erosioni grigiastre contornate da un alone rosso vivo, e solo dopo qualche giorno appaiono delle vescicole che causano dei leggeri bruciori e poco prurito anche nel palmo delle mani e nella pianta dei piedi (da qui il buffo nome). Tra i principali sintomi ci può essere anche l’inappetenza.

Malattia mani, piedi e bocca. Le cure

A differenza di altre malattie esantematiche, quest'infezione ha un decorso abbastanza benigno e non necessita quindi di isolamento né di particolari cure. Si risolve spontaneamente in dieci/quindici giorni, anche se, ovviamente, si deve prestare molta attenzione all'igiene del bimbo, in particolare nelle zone dove son apparse le vescicole, per evitare che queste si infettino.

Malattia mani, piedi e bocca. Il contagio

Il contagio avviene per contatto diretto attraverso secrezioni nasali e saliva quindi con colpi di tosse, starnuti o tramite contatto con le feci dei pazienti infetti. Dal momento del contagio all'eruzione dei primi segni visibili passano circa 5 giorni.

Una nostra carissima utente e affezionata pianetina, Savela, ci ha voluto raccontare la sua avventura alle prese con le odiose vescicole del suo piccolo Raffaele...

Il bambino di Savela, che oggi ha poco più di due anni, ha contratto l'infezione qualche mese fa, proprio quando aveva appena festeggiato il secondo compleanno.

“In quel periodo il bimbo frequentava la ludoteca ed era quindi inserito nella "comunità" e viveva a contatto con altri bimbi. Quando si è ammalato, fortunatamente anche grazie al tipo di malattia piuttosto leggera, non abbiamo dovuto fare i conti con i disturbi tipici, quindi niente febbre e niente mal di gola o faringite come invece accade talvolta. Tutto è iniziato con uno sfogo sui piedini, con delle curiose macchie piccole e rosse, ma senza croste o pustole e assolutamente senza prurito.

Solo dopo qualche giorno le bollette sono uscite anche sulle braccia e sul dorso delle manine e poi anche nella bocca, con delle fastidiosissime fistole bianche che gli impedivano addirittura di mangiare per il tanto prurito e il fastidio che gli causavano.

Malattie dei bambini: i segnali che qualcosa non va

Fortunatamente non abbiamo avuto complicazioni, il bimbo era infastidito come da un malessere generale e ha sofferto un po’ solo per le bolle all'interno della bocca, che gli causavano parecchio fastidio anche perché se provava a mangiare queste scoppiavano creando delle croste fastidiose e dolorose che rendevano quasi impossibile l'alimentazione.

Fortunatamente è durata poco: circa dieci giorni tra la comparsa dei primi segni e la scomparsa delle ultime bolle all’interno della bocca.

E proprio grazie al decorso benigno dell'infezione non è stato necessario  isolarlo dalla comunità ma ha potuto frequentare tranquillamente la ludoteca e frequenta abitualmente”.

Malattia mani, piedi e bocca. Consigli

“Lavare spesso le manine al bimbo poiché l'infezione si trasmette anche attraverso le feci e per via orale, mentre non è necessario l'uso di creme o detergenti particolari in quanto non c'è il fastidioso prurito tipico delle altre malattie esantematiche”

Ringrazio Savela per la gentile collaborazione.