gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Lancôme insieme ad AID per migliorare la consapevolezza sulla dislessia

/pictures/2017/09/11/lancome-insieme-ad-aid-per-migliorare-la-consapevolezza-sulla-dislessia-171040162[1257]x[523]780x325.jpeg iStock
gpt native-top-foglia-bambino

Lancôme e AID unite per chi convive con la dislessia: a ottobre è il mese della felicità. Ecco come partecipare

Lancôme e AID unite per chi convive con la dislessia

L’Associazione Italiana Dislessia (AID) da 20 anni si impegna ad accrescere la consapevolezza e la sensibilità nei confronti dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), promuovendo ricerca, formazione e informazione e fornendo supporto quotidiano alle famiglie di bambini e ragazzi con DSA. Quest'anno Lancôme ha deciso di supportare l'Associazione Italiana Dislessia promuovendo per tutto ottobre il mese della Felicità e l'iniziativa WRITEHERFUTURE.

Come partecipare?

Per tutto il mese di ottobre, tramite la pagina Facebook di Lancôme ogni consumatrice potrà scegliere di votare la propria profumeria, che avrà un codice unico e l’hashtag #WRITEHERFUTURE. 10 consumatrici che avranno effettuato questa votazione vinceranno una fornitura di LVEB: EDP, Eclat e Intense.

Le 20 profumerie più votate potranno donare alla loro scuola locale il percorso formativo per docenti e genitori, con l’obiettivo di sensibilizzare al tema e facilitare il riconoscimento della dislessia. Momenti formativi che contribuiranno a supportare tutti gli studenti con diagnosi di DSA, migliorando così la loro prestazione scolastica e accrescendo la sicurezza in sé stessi. Le profumerie più votate riceveranno quindi una targa da AID e Lancôme in quanto “promotori di Felicità”.

Dislessia nei bambini, cosa fare? Rime e ritornelli possono aiutare

Il mese della felicità Lancôme

Il progetto Lancôme si inserisce nell'ambito di un ampio programma che ogni anno, da più di 80 anni, incoraggia e promuove la felicità autentica di ogni donna, come la forma più attraente della bellezza. Quest’anno Lancôme intende promuovere un messaggio immediato: una donna può acquisire l’indipendenza e la libertà, essere autrice della propria storia, solo se fin da bambina ha a disposizione gli strumenti adatti per crescere sicura di sé.

Si stima che in Italia, in media, 1 bimbo su 25 abbia un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (DSA: dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia). Circa un bimbo per classe, quindi. 

La partnership si propone si propone di aiutare i bambini con DSA a superare le proprie difficoltà per permettere loro di diventare, in futuro, adulti in grado di affrontare la vita con sicurezza e positività, e di essere quindi felici.

L'Associazione Italiana Dislessia

L'AID - Associazione Italiana Dislessia - nasce con la volontà di fare crescere la consapevolezza e la sensibilità verso il disturbo della dislessia evolutiva, che in Italia si stima colpisca circa 1.900.000 persone. Grazie all'impegno di oltre 18.000 soci e 98 sezioni attive distribuite su tutto il territorio nazionale, l'AID lavora per approfondire la conoscenza dei DSA e promuovere la ricerca, accrescere gli strumenti e migliorare le metodologie nella scuola, affrontare e risolvere le problematiche sociali legate ai DSA.

La Settimana nazionale della Dislessia

La partnership Lancôme-AID si inserisce nella seconda edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, in programma dal 2 all'8 di ottobre 2017, con un articolato programma di 400 iniziative di informazione e sensibilizzazione in 88 province italiane.

Cosa sono i DSA

I disturbi specifici dell'apprendimento (DSA) sono disturbi del neurosviluppo che riguardano la capacità di leggere, scrivere e calcolare in modo corretto e fluente. Si dividono in:

  • Dislessia: disturbo specifico della lettura che si manifesta con una difficoltà nella decodifica del testo;
  • Disortografia: disturbo specifico della scrittura che si manifesta con difficoltà nella competenza ortografica e nella competenza fonografica;
  • Disgrafia: disturbo specifico della grafia che si manifesta con una difficoltà nell'abilità motoria della scrittura;
  • Discalculia: disturbo specifico dell'abilità di numero e di calcolo che si manifesta con una difficoltà nel comprendere e operare con i numeri.

Questi disturbi non sono provocati da un deficit di intelligenza, da problemi ambientali o psicologici, ma dipendono dalle diverse modalità di funzionamento delle reti neuronali coinvolte nei processi di lettura, scrittura e calcolo.

Per queste ragioni i DSA non sono malattie e non vanno definite come tali
perché non sono alterazioni organiche o funzionali che compromettono la salute del soggetto e non sono temporanei.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0