gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

La gastroenterite: sintomi e prevenzione

E' una delle malattie più frequenti tra i bambini con meno di cinque anni. Ma si può prevenire? E come si cura?

Gastroenterite, l’incubo di tutte le mamme con figli che frequentano gli asili. In inverno le epidemie di gastroenteriti sono frequentissime, soprattutto tra i bambini con meno di cinque anni il cui sistema immunitario è ancora immaturo.
Ma cos’è la gastroenterite e come si può prevenire?

LEGGI ANCHE: ESCHERICHIA COLI, I CONSIGLI PER DIFENDERSI


I responsabili della gastroenterite nella maggior parte dei casi sono dei virus, in particolare l’adenovirus e il rotavirus. I sintomi si presentano dopo 5-6 giorni dal contagio e sono molto chiari: diarrea, dolori addominali, vomito per un periodo tra 3 e 7 giorni.

Come si cura la gastroenterite? Non esiste un trattamento specifico, i sintomi scompaiono spontaneamente nel giro di qualche giorno e certamente non servono gli antibiotici, dal momento che si tratta di una malattia di origine virale. Tuttavia il bambino può apparire molto spossato e le mamme spesso si preoccupano vedendo il proprio figlio estremamente debole e inappetente.

La cosa più importante è idratare il bambino perché le scariche di diarrea e il vomito fanno perdere grosse quantità di liquido all’organismo. Non costringerlo a mangiare, proporre una dieta leggera, a base di frutta e liquidi come succhi di frutta o integratori. Eventualmente si può somministrare dell’acqua o del succo al bambino utilizzando un cucchiaino.
Il bambino va tenuto a riposo e anche quando i sintomi scompaiono possono volerci alcuni giorni prima che recuperi le forze e si riprenda completamente.

LEGGI ANCHE: DISTURBI ALIMENTARI E INTESTINALI NEL LATTANTE


Ma è possibile prevenire la gastroenterite? Difficile, spiegano gli esperti, perché il sistema immunitario dei bambini piccoli è immaturo e facilmente attaccabile e perché, soprattutto a scuola, il contatto tra i bambini è strettissimo: si scambiano bicchieri e cannucce, mettono le mani sporche in bocca, toccano giocattoli e oggetti di uso comune.
L’unico modo per favorire la prevenzione è invitare il bambino a lavarsi spesso le mani perché il contagio avviene soprattutto per via oro-fecale.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0