gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L'odore della mamma stimola i bambini autistici

Una ricerca italiana scopre quanto sia importante l'odore della mamma per incrementare le abilità sociali dei bambini autistici

Una ricerca condotta a Padova, presso il dipartimento di Psicologia generale dell'Università, ha scoperto quanto sia importante per i bambini autistici (LEGGI) l'odore della propria mamma.

E' indubbio che gli stimoli sensoriali possano aiutare i bambini affetti da sindrome autistica a migliorare le proprie capacità di interazione con gli altri. Ma lo studio coordinato da Umberto Castiello è andato oltre  e ha indagato sull'importanza del legame tra madre e bambino.


LEGGI ANCHE: LA SINDROME DELL'AUTISMO, COME SI MANIFESTA


La ricerca, che ha visto la partecipazione anche di Roberto Tirindelli dell'Università di Parma e dell'ingegnere Maria Bulgheroni di Ab.Acus Milano, è stato pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry e ha preso in considerazione venti bambini autistici (LEGGI) ad alto funzionamento di età compresa tra i 10 e i 14 anni e un gruppo di coetanei con sviluppo tipico.

Gli scienziati hanno prelevato dalle secrezioni ascellari delle mamme campioni di odori che sono stati poi trattati con una sofistica tecnica sperimentale al fine di poterli sottoporre all'attenzione dei bambini prima della sperimentazione.

LEGGI ANCHE: Autismo, un altro punto di vista sulle cure


I risultati hanno mostrato che i bambini autistici (LEGGI) miglioravano le proprie abilità di imitazione del comportamento e di interazione con gli altri se potevano sentire l'odore della mamma, cosa che non accadeva, invece, con i bambini con sviluppo tipico.

Si tratta di una scoperta estremamente interessante per lo studio di terapie innovative per il trattamento dell'autismo al fine di migliorare il comportamento sociale e l'imitazione spontanea.

 

L’autismo è un disturbo cronico riguardante lo sviluppo della funzione cerebrale, che ha esordio entro i 3 anni di vita e che invade con diversa intensità e in differenti aree cognitive e percettive la naturale crescita del bambino

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0