gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L'obesità dei bambini è colpa della mamma

Le mamme che propongono sempre gli stessi piatti e hanno loro stesse abitudini alimentari scorrette crescono bambini in sovrappeso

Dall'ultima indagine condotta dal Ministero della Salute emerge che l'obesità e il sovrappeso sono in minima riduzione tra i bambini italiani, ma in alcune regioni italiane restano estremamente diffuse.
In Campania, Puglia e Basilicata il sovrappeso riguarda quasi il 40% dei bambini, mentre in Sardegna, Trentino Alto Adige e Valle D'Aosta non supera il 25%.

LEGGI ANCHE: Bambini obesi se mamma lavora?


Intervenire non solo è possibile ma è indispensabile: un bambino obeso ha già problemi legati all'aterosclerosi e al sistema cardiovascolare e al metabolismo. Il diabete è in aumento nella popolazione pediatrica e un bambino in sovrappeso sarà con molta probabilità un adulto obeso, con tutti i problemi di salute che ne derivano.

La cosa più importante è intervenire sugli stili di vita: contrastare la diffusa sedentarietà: il 17% dei bambini non ha fatto attività fisica il giorno precedente all'indagine, il 42% ha la televisione in camera, il 36% gioca ai videogiochi o guarda la televisione per più di due ore; infine solo un bambino su 4 va a scuola a piedi o in bicicletta.


LEGGI ANCHE: Problemi di sovrappeso per il 40% dei bambini italiani 


E le abitudini alimentari giocano, naturalmente, un ruolo cruciale: il 9% dei bambini non fa la prima colazione, il 31% non fa un'adeguata colazione, il 67% fa una merenda di mezza mattina troppo ricca, il 43% dei bambini beve ogni giorno bibite gassate e bevande zuccherate e il 21% dei bambini non consuma frutta e verdura ogni giorno.

E le buone abitudini a tavola si acquisiscono in famiglia. I pediatri dell'Ospedale Bambin Gesù spiegano che se i bambini non consumano regolarmente frutta e verdura e mangiano in modo scorretto la responsabilità è da ascrivere in primo luogo ai genitori e alle mamme, che non propongono una dieta equilibrata e variegata (LEGGI) .



Per semplicità, per stanchezza, per pigrizia e mancanza di idee, non c'è dubbio che la maggior parte delle volte si sceglie di preparare un piatto facile, spesso banale, che va certamente incontro ai gusti del bambino, ma che rischia di essere squilibrato dal punto di vista nutrizionale (LEGGI).

Un'indagine condotta proprio dall'ospedale di Roma mostra l'85,2% dei bambini tra i 3 e i 6 anni non consuma mai cibi non graditi e il 68% delle mamme non prova nemmeno a prepararli.


LEGGI ANCHE: Svezzamento dei bambini, la tabella degli alimenti


Giuseppe Morino, responsabile dell'Unità Operativa di Dietologia clinica dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, spiega: "i dati presentati oggi al Ministero da una parte enfatizzano l'importanza e l'efficacia di progetti di prevenzione tesi a ridurre l'entità del problema, ma dall'altra supportano ancora di più la necessità di interventi di educazione alimentare e sugli stili di vita come i soli capaci di ridurre l'entità del sovrappeso".

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0