gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

L’autismo infantile, sintomi e cause. I consigli della psicologa su come comportarsi

/pictures/20161017/l-autismo-infantile-sintomi-e-cause-i-consigli-della-psicologa-su-come-comportarsi-2411750074[5127]x[2138]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Troppo spesso si sente parlare di autismo infantile in maniera poco informata e quasi con una certa leggerezza: non appena nel contesto degli asili o delle ludoteche si nota un bambino introverso, ci si allerta. Facciamo un po' di chiarezza

Autismo infantile

Troppo spesso si sente parlare di autismo in maniera poco informata e quasi con una certa leggerezza: non appena nel contesto degli asili o delle ludoteche si nota un bambino introverso, che si isola o che predilige un determinato tipo di passatempi subito ci si allerta e si sospetta il peggio. 

L’autismo è una delle diagnosi più infauste che possano essere emesse in infanzia. Potremmo azzardarci ad affermare che l’autismo sta al bambino come la schizofrenia sta all’adulto, cioè si tratta di diagnosi particolarmente gravi, che andrebbero emesse con molta cautela.
Anzitutto è opportuno ricordare che la diagnosi di questo disturbo non può essere fatta con certezza prima dei tre anni. Inoltre non esiste solo un autismo, bensì si fa riferimento con questo termine ad uno spettro di disturbi, con età di esordio e caratteristiche anche molto differenti tra di loro.

Un cartone per raccontare il mondo visto dai bimbi autistici

Autismo, sintomi e conseguenze

I principali deficit causati da questi disturbi sono difficoltà nel campo della comunicazione e della relazione, una gamma di interessi limitata e modalità di comportamento ripetitive e stereotipate, con indifferenza verso le interazioni con gli adulti e con i pari. Lo sviluppo del linguaggio e il quoziente intellettivo, fatta eccezione per la sindrome di Asperger, un autismo considerato ad alto funzionamento, sono generalmente compromessi. Laddove essi si avvicinano alle medie della popolazione normale anche la prognosi ha un decorso più favorevole. E’ comunque fondamentale considerare ogni caso come a sé stante: poiché la sindrome include diversi aspetti, come le capacità comunicative e linguistiche, il coinvolgimento nelle interazioni sociali ed  comportamentali che possono includere ad esempio aspetti ossessivi, aggressività, o bizzarria, è fondamentale valutare attentamente progressi o regressioni in ognuno di questi ambiti specifici.

Autismo, cause

L’autismo è una patologia idiopatica, della quale cioè nella maggior parte dei casi le cause restano sconosciute. Alcune teorie poco scientifiche agli inizi degli anni Quaranta hanno tacciato per anni le madri di questi bambini di essere fredde e anaffettive (imputando sostanzialmente ad esse la causa dei sintomi del bambino), utilizzando termini quasi offensivi come “madri frigorifero”. Le ipotesi eziopatogenetiche sviluppate successivamente, fondate su dati metodologicamente verificati, hanno fornito spiegazioni di alcuni aspetti di questa patologia. Nessuna di esse però sembra aver collegato in una spiegazione soddisfacente ed unitaria l’eterogeneità dei sintomi di questo disturbo.

Autismo infantile, come comportarsi

E’ fondamentale un approccio integrato, che affianchi il sostegno psicologico al supporto alla famiglia. Questo aspetto è molto importante per consentire ai genitori di disporre di informazioni realistiche sul disturbo, per scoraggiare l’adesione a pregiudizi e stereotipi e per essere aiutati a valutare realisticamente i progressi compiuti dal proprio figlio.

Inoltre la collaborazione della famiglia, che è il contesto all’interno del quale il bambino trascorre la maggior parte del tempo, è fondamentale per contribuire a contrastare una delle caratteristiche tipiche della sindrome: la rigidità nelle condotte e nelle abitudini di vita e quindi la conseguente tendenza a non tollerare nemmeno il minimo cambiamento, ad esempio in relazione all’ambiente. L’autismo è una patologia che origina in infanzia, ma che nella quasi totalità dei casi ha delle ripercussioni notevoli sullo sviluppo della personalità, in adolescenza e nell’età adulta. E’ pertanto indispensabile occuparsi in maniera consapevole e mirata di tutte le aree che investe. 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0