gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Kate Middleton portavoce d'eccezione della campagna Young Minds Matter

/pictures/20160218/kate-middleton-portavoce-d-eccezione-della-campagna-young-minds-matter-877559051[1671]x[696]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

La campagna Young Minds Matter vuole accendere i riflettori sulla salute mentale dei bambini. Portavoce d'eccezione Kate Middleton

Kate Middleton portavoce di Young Minds Matter

Tutelare e proteggere la salute mentale e il benessere psicologico delle nuove generazioni è estremamente importante, soprattutto per fornire ai bambini gli strumenti necessari per prendersi cura della propria salute mentale sin dall'infanzia. E' questo il nobile scopo della campagna "Young Minds Matter" che ha come portavoce d'eccezione Kate Middleton.

La duchessa di Cambridge collaborerà con l'Huffington Post UK come editor speciale per dar voce a studi, ricerche e testimonianze sul tema della salute mentale nell'infanzia, un tema spesso sottovalutato e stigmatizzato.

Stephen Hull, editor-in-chief dell'HuffPost UK  scrive:

Oggi nel Regno Unito si calcola che ci siano settantamila undicenni che convivono con un problema di salute mentale - cioè un numero di persone sufficiente a riempire lo stadio del Manchester United

E anche Arianna Huffington fa eco a quetsi dati riportando quelli relativi agli Stati Uniti dove un bambino su cinque tra 13 e 18 anni è destinato a soffrire di una grave malattia mentale, metà degli studenti con malattia mentale abbandona la scuola, nella fascia di età tra 10 e 24 anni i suicidio rappresenta la terza causa di morte e il 90% dei giovani che si tolgono la vita soffre di una malattia mentale.

La campagna "Young Minds Matter" mira soprattutto a far parlare del tema della salute mentale dei giovanissimi. Troppo spesso i genitori vivono con imbarazzo il presentarsi di questi disturbi nei loro figli, stentano a parlarne o a rivolgersi ad uno specialista e il risultato è che questi problemi si cronicizzano, incidendo profondamente la psiche dei bambini che ci convivono per anni.

Migliorare il grado di consapevolezza sul tema della salute mentale nell'infanzia significa, come dichiarato da Kate Middleton in un recente incontro pubblico,

fornire ai bambini gli strumenti necessari per reagire e vivere meglio, visto che non sempre siamo in grado di intervenire per mutare il contesto di un bambino

Ma come si svilupperà la campagna "Young Minds Matter"?

Ci si focalizzerà innanzitutto sui programmi già avviati per aiutare i bambini in età scolare, quelli legati all'intervento precoce e sui progressi ottenuti grazie a progetti alternativi, come l'arte-terapia.

Molta importanza verrà data al sonno. Numerosi studi dimostrano che una cattiva qualità del sonno aumenta significativamente il rischio di disturbi mentali. Soffrire di una carenza di sonno comporta un maggiore rischio di depressione, sensazione di solitudine e di impotenza.

Il sonno dei bambini, quindi, va inserito urgentemente nel dibattito relativo alla salute mentale e d è necessario, spiegano i giornalisti, dare ampia voce a questo urgente problema, per ripensare ad una società che sia in grado di impegnarsi per rendere la salute mentale dei nostri figli una priorità massima.

Dormire aiuta i bambini ad immagazzinare i ricordi

La campagna è partita con un editoriale firmato da Kate Middleton, che veste i panni di direttore ospite, nel quale ricorda come durante i suoi incontri con tante persone in difficoltà si sia resa conto che molto spesso questi problemi hanno origine in conflitti d'infanzia non risolti:

Mi sono resa conto che molti bambini - perfino sotto i cinque anni - sono costretti a fare i conti con problemi complessi senza alcuna resilienza emotiva, capacità di linguaggio e sicurezza per poter chiedere aiuto

scrive la Duchessa di Cambridge, che aggiunge:

Come tanti altri genitori, io e William saremmo pronti ad agire senza esitazioni per i nostri figli qualora ne avessero bisogno. Speriamo di incoraggiare George e Charlotte a parlare apertamente delle loro emozioni, speriamo di fornire loro gli strumenti e la sensibilità necessari a diventare delle buone spalle per i loro amici, crescendo. Sappiamo che non c'è alcuna vergogna in un bambino che combatte con le sue emozioni e soffre per un disturbo mentale.

I promotori invitano i blogger a partecipare alla sezione "Young Minds Matter" inviando una email a ukblogteam@huffingtonpost.com oppure a promuovere la campagna sui social con l'hashtag #youngmindsmatter

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0