gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Bambini ipertesi già alle elementari

/pictures/20150604/bambini-ipertesi-gia-alle-elementari-1521956811[1676]x[697]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Uno studio mostra che il 4% dei bambini delle scuole elementari ha già la pressione alta. Come intervenire?

Ipertensione nei bambini

Pensando all’ipertensione sovviene l’immagine di una persona di mezza età, magari in sovrappeso. Ma in realtà questa malattia sta prendendo sempre più piede anche tra i bambini.

L’allarme arriva direttamente da uno studio condotto dal Gruppo di Studio per l’Ipertensione Arteriosa della Società Italiana di Pediatria (SIP) che ha analizzato circa 8300 bambini delle scuole elementari e ha scoperto che il 4% di essi aveva la pressione alta. La pressione era troppo elevata soprattutto nei bambini in sovrappeso.

Prevenire l’ipertensione è importante e la prevenzione inizia sin da piccoli. Come spiega Giovanni Corsello, Presidente della SIP, un bambino iperteso probabilmente lo sarà anche da adulto con conseguenze negative sulla sua salute. L’ipertensione, infatti, aumenta il rischio di patologie cardiovascolari che rappresentano la prima causa di morte nei Paesi occidentali.

Come intervenire per prevenire l’ipertensione in età pediatrica?

Gli esperti consigliano innanzitutto di fare misurazioni regolari della pressione nei bambini, sia durante le visite di routine dal pediatra di famiglia che a scuola.

Si tratta di cambiare l’atteggiamento mentale della maggior parte delle persone e cominciare a pensare all’ipertensione come ad una malattia non solo dell’età adulta, ma che può colpire anche i bambini. Misurare regolarmente la pressione permette quindi di diagnosticare tempestivamente eventuali anomalie e di intervenire precocemente.

Ma è anche molto importante intervenire sullo stile di vita, modificando abitudini scorrette che possono aumentare i fattori di rischio dell’ipertensione. Ad esempio recenti studi hanno dimostrato l’esistenza di un collegamento tra zuccheri semplici (come quelli contenuti nelle bevande zuccherate), acido urico ed ipertensione. Alti livelli di acido urico nel sangue predispongono allo sviluppo dell’ipertensione.

Obesità infantile, i consigli per i genitori

Da qui la raccomandazione di limitare il consumo di zuccheri da parte dei bambini.

E’ anche importante mantenere i bambini in un peso giusto, ridurre il consumo di sale quotidiano, fare attività fisica in modo regolare. E particolare attenzione va ai bambini che sono considerati “a rischio”, come quelli in sovrappeso, chi ha precedenti di ipertensione in famiglia, i bambini che hanno avuto picchi di pressione alta poi spariti e i nati piccoli per età gestazionale.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0