gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Impetigine: cos’è e come si cura

/pictures/20160524/impetigine-cos-e-e-come-si-cura-1989003151[1663]x[694]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Bollicine e crosticine sulla pelle del bambino non sono mai da sottovalutare: ecco cosa fare in presenza di impetigine, infezione contagiosa che è bene riconoscere il prima possibile

Impetigine

Non si dovrebbero mai sottovalutare i segni che possono comparire nella pelle dei più piccoli. In questo caso si parla di bollicine e crosticine che a volte sono i segni manifesti di una malattia molto comune nei bambini al di sotto dei 10 anni e che prende il nome di impetigine.

E' un’infezione batterica della pelle particolarmente contagiosa e che può essere trasmessa anche negli adulti. Uno dei periodi dell’anno più favorevoli per la diffusione di questa malattia sono proprio i mesi estivi.

gpt native-middle-foglia-bambino

Come si prende?

La malattia è causata da streptococchi, stafilococchi o da entrambi. Si tratta di batteri che trovano terreno fertile nella sabbia (per questo la maggior parte dei casi si verifica in estate quando i bambini passano del tempo sulla spiaggia).

L'impetigine è un'infezione molto contagiosa, quindi è importante seguire alcune accortezze

  • Lavarsi le mani in modo molto scrupoloso dopo aver fatto il bendaggio della pelle e applicato la crema: c'è il rischio di diffondere l'infezione ad altre parti del corpo in particolare agli occhi.
  • Lavare la biancheria del letto, gli asciugamani e i vestiti venuti a contatto delle croste e non usare in comune con altre persone asciugamani o lenzuola, fino a guarigione.

Sintomi

L'impetigine colpisce soprattutto viso, collo e mani. In particolare nella zona della bocca e del naso (non di rado anche sulle braccia e sulle gambe) compaiono delle bolle e delle vescicole di colore bianco. La bolla (o la vescicola) successivamente si rompe favorendo la fuoriuscita di liquido di colore giallo e la formazione di crosticine sottili. La pelle attorno alla zona infettata può essere arrossata e può manifestarsi un forte prurito.

Cause

La causa dell'impetigine, come detto, è un agente batterico, ma l'infezione può essere favorita da alcuni fattori di rischio come:

  • scarsa igiene,
  • presenza contemporanea di altre malattie (come ad esempio la dermatite atopica)
  • punture di insetti,
  • eczema,
  • micosi
  • un trauma.

Incubazione

Il periodo di incubazione è diverso per stafilococco e streptococco, che sono i due batteri responsabili dell'impetigine. Si va da uno a tre giorni per lo streptococco e da quattro a dieci giorni per lo stafilococco.

Impetigine bollosa

L'impetigine bollosa è provocata solo dai batteri stafilococco che portano alla formazione di vere e proprie bolle contenenti liquido chiaro e che possono comparire in diverse zone del corpo. Sono fragili e si rompono facilmente, alla fine si formano delle croste scure che via via spariscono. 

Dermatite atopica nei bambini

Impetigine bambini

E’ fondamentale e importantissimo non trascurare l’impetigine sia perché altre persone possono essere contagiate ma anche perché può causare infezioni molto pericolose a carico dello stesso organismo.

Quindi se si nota un'eruzione cutanea sul corpo del bambino bisogna contattare immediatamente il medico che potrà confermare la diagnosi di impetigine.

Impetigine adulti

Negli adulti l'impetigine è certamente più rara. Si tratta di un'infezione che interessa soprattutto i bambini nei primi anni di vita, tuttavia può colpire anche individui adulti. Generalmente il fattore scatenante è una lesione alla pelle o la dermatite.

Terapia

Solitamente la cura per l'impetigine è a base di antibiotici ad uso locale. Il medico prescriverà antibiotici da prendere per via orale solo se le lesioni si presentano già piuttosto estese. La pelle, se trattata nel modo giusto, nel giro di una settimana torna ad essere normale e il rischio di cicatrici è scarso. Si potrà tornare al lavoro o a scuola dopo 24 ore dall'inizio del trattamento.

Se dopo circa 48 ore dall’inizio della terapia antibiotica l’impetigine dovesse peggiorare o se, sempre sotto terapia antibiotica, dovesse comparire febbre oppure mal di gola dovete chiamare con urgenza il medico.

Come applicare la crema:

  • prendete un grosso batuffolo di cotone e richiudetelo in una garza sterile (così da ottenere una "compressa")
  • bagnate la compressa con una soluzione disinfettante (a base, ad esempio, di cloramina), o con soluzione fisiologica
  • se dovete medicare una zona vicina all'occhio, o alle narici o alle labbra ponetela sulle croste, e lasciatela in sede per almeno 20 secondi, poi ripetete l'applicazione fino a che la crosta non diviene morbida e tende a staccarsi
  • cercate di staccare in questo modo tutte le croste (la terapia è più efficace se la pelle è priva di croste)
  • applicate poi la pomata antibiotica sulla cute infetta, ma anche su quella sana intorno, in quantità abbondante (circa 1 cm di pomata se la lesione è grande come una moneta da 1 Euro)
  • ripetete l'applicazione 2 volte al dì, per non meno di 7 giorni (fino ad almeno 2-3 giorni dopo la guarigione)
  • se possibile, coprite la cute con una garza sterile fissata con un cerotto (se la garza si incolla, potete staccarla bagnandola con soluzione fisiologica)

Rimedi naturali

Non esistono rimedi naturali efficaci per curare l'impetigine che è un'infezione batterica e va trattata con antibiotici in crema. Solo nei soggetti immunodepressi è consigliabile un antibiotico per bocca, per tutti gli altri è sufficiente seguire con cura ed attenzione la terapia a base di disinfettante ed antibiotico e bendare le lesioni. In omeopatia si possono usare grafite e mezereum 9 CH9 CH3 da assumere 3 volte al giorno a digiuno

Ecco altre semplici quanto importanti azioni da compiere:

  • Frizionare delicatamente le parti colpite con acqua e sapone neutro, rompendo le vesciche e rimuovendo tutte le croste. Se questa operazione fosse difficile fare precedere un impacco con acqua tiepida.
  • Tenere pulite le mani e tenere le unghie corte, per evitare graffi che potrebbero infettarsi. Incoraggiare il bambino con impetigine a non toccare e non grattare la pelle nei punti in cui è presente l'infezione.

Immagini

Su Farmaco e cura alcune immagini dell'impetigine, per essere in grado di riconoscerla. In ogni caso, se si presentano sulla pelle bollicine, croste e vescicole la cosa più opportuna è rivolgersi al proprio medico o al dermatologo.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0