gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Guerra sugli psicofarmaci per bambini

Curare l'iperattività dei bambini con degli psicofarmaci. E' un argomento caldo, che divide e infuoca gli animi. Come succede a Bologna, dove è in atto una guerra tra associazioni di genitori

ritalinCurare l'iperattività dei bambini con degli psicofarmaci. E' un argomento caldo che fa molto discutere, come succede a Bologna, dove è in atto una "guerra" tra due associazioni di genitori, una contraria e un'altra più possibilista. Sulla seconda si concentra un'inchiesta della Procura, che mira a capire se l'organizzazione, che andava nelle scuole a parlare dell'Adhd (Attention Deficit Hyperactivity Disorder), è andata aldilà dei suoi compiti e ha portato avanti attività che spetterebbero ai medici.

Innanzitutto, di quale farmaco stiamo parlando?
Il metilfenidato (MPH) è un analogo delle anfetamine, stimolante utilizzato in medicina per il trattamento del disturbo da deficit dell'attenzione e iperattività (ADHD) in bambini e in adulti. Viene anche impiegato per trattare sintomi di traumi cranici e i sintomi diurni di stanchezza indotti dalla narcolessia. Trova impiego anche nel trattamento della sindrome da affaticamento cronico. È commercializzato negli Stati Uniti sotto il nome di Ritalin, Ritalina, Concerta (capsule a rilascio prolungato), Metadate, Methylin e Rubifen, come racemo. Focalin è un preparato che contiene invece solo l'enantiomero destrogiro del metilfenidato. In Italia è possibile venderlo dall'otto marzo 2007, la data nella quale è stata dato il via libera alla vendita sotto prescrizione medica.

Le stime parlano di 6 milioni e mezzo di bambini o adolescenti americani che lo assumono, e il numero arriva a 11 milioni se si considerano farmaci simili. Un'associazione che lo promuoveva nelle scuole, la Chadd, si scoprì che era finanziata dalle casa produttrice la Ciba-Geigy, diventata poi Novartis (l'inchiesta uscì sul New York Times).

L'anno scorso, la procura di Bologna aveva avviato un'inchiesta su Monica Pavan, e le attività dell'associazione Agap (Amici di Paolo), con l'ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione di medica. Il fascicolo era stato aperto a seguito della denuncia di un'altra associazione, Giù le mani dai bambini, che accusava Agap di fare propaganda a favore dell'uso del Ritalin. Pochi giorni fa, il pm Luigi Persico aveva archiviato l'inchiesta, ma aveva inviato un messaggio ai dirigenti scolastici: se organizzate incontri in cui si parla di questi temi è meglio che siano presenti degli esperti.

L'oggetto di questa nuova inchiesta invece, non sono più gli incontri nelle scuole, ma il sospetto che a Bologna l'Agap gestisca una sorta di "centro diagnostico abusivo", ovvero visite eseguite senza autorizzazione o da personale non abilitato. Tutto parte da una telefonata di un "finto genitore" con la Pavan, che Giù le mani dai bambini sostiene di avere ricevuto da un anonimo e adesso ha consegnato alla Procura. Nella conversazione Pavan fa cenno al centro Asl di San Donà di Piave (Venezia), una struttura dove prescriverebbero il farmaco più facilmente che altrove.

Qui è possibile ascoltare la registrazione telefonica dei finti medici che promuovono psicofarmaci per i bambini

Fonte: Repubblica.it

COSA NE PENSATE DEGLI PSICOFARMACI COME IL RITALIN USATI PER L'IPERATTIVITA' INFANTILE? dITE LA VOSTRA NEL FORUM DI PIANETAMAMMA

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0