gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

Si celebra oggi in tutta Italia la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile per sostenere tutti i piccoli malati che devono combattere ogni giorno contro malattie gravi

Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile

Il 15 febbraio ricorre la Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile. Una giornata organizzata per sostenere tutti i bambini e le famiglie che devono combattere ogni giorno contro terribili malattie. E se già queste malattie rendono la vita di un adulto molto difficile, quando colpiscono i bambini sembrano ancora più terribili.

I diritti del bambino ammalato e in ospedale

Ed è proprio per questo che le varie associazioni hanno deciso di organizzare in tutta Italia una serie di iniziative per non far dimenticare i piccoli malati e dare anche a loro una speranza di guarigione e di salvezza. Per questa giornata la FIAGOP onlus - Federazione Italiana delle Associazioni di Genitori Oncoematologia Pediatrica ha preparato un lancio sincronizzato di 12.500 palloncini a Bari, Bellizzi (SA), Biella, Bologna, Cagliari, Catania, Cosenza, Firenze, Genova, Lecce, Monza Brianza, Modena, Monza, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Pescara, Pisa, Rimini, Roma, S. Agata di Militello (ME), Udine e Verona.

In occasione della XV “Giornata internazionale contro il cancro infantile” (International Childhood Cancer Day, ICCD), l’Organizzazione Umanitaria SOLETERRE – STRATEGIE DI PACE ha presentato il dossier “SALUTE È GIUSTIZIA SOCIALE” incentrato sul suo Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP). Come leggiamo su Osservatorio Malattie Rare, l’OMS stima che nel 2030 saranno diagnosticati 21,4 milioni di tumori, quasi il doppio rispetto al 2008. Una crescita esponenziale che riguarda soprattutto i Paesi in via di sviluppo.

Anche in Italia,  nonostante la presenza di un sistema sanitario pubblico, la mancanza di risorse in sanità e gli alti costi da affrontare per la cura del cancro, compromettono i risultati delle terapie e mettono a rischio le possibilità finanziarie delle famiglie. Secondo i dati di Fiagop, nel nostro Paese, circa 1.380 bambini e 780 adolescenti si ammalano di tumore ogni anno, mentre nel mondo si stimano 215 mila nuovi casi nell’età tra 0 e 15 anni; e molti sono ancora i casi sommersi, perché in molti Paesi non esiste un registro dei tumori infantili.
 
Attualmente SOLETERRE ha lanciato la campagna sms “GRANDE CONTRO IL CANCRO”, una raccolta fondi per finanziare il PIOP. Con i soldi raccolti si potranno realizzare diagnosi accurate e tempestive, fornire medicine antitumorali e attrezzature mediche, formare medici, garantire supporto psicologico, proporre attività ludiche e accoglienza in Italia e nei Paesi poveri dell’Africa e dell’Est Europa in cui Soleterre opera (Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio, India, Uganda). Inoltre è possibile donare attraverso l’invio di un SMS solidale da 2 euro al numero 45515 con TIM, Vodafone e Wind e da 5 o 10 euro con Tim, Infostrada e Vodafone.

In occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile, il Presidente Nazionale di LILT, Lega Italiana Lotta ai Tumori, Prof. Francesco Schittulli richiama l’attenzione sull’importanza di un’assistenza adeguata per i piccoli pazienti e dell’impegno da parte di tutti per offrire ai bambini un mondo più sano.

Rispetto a 20 anni fa - racconta Francesco Schittulli - anche grazie alla rivoluzione che abbiamo conosciuto in ambito farmacologico, le percentuali di guarigione dei tumori infantili sono aumentate sensibilmente, arrivando a punte del 40% - e ha aggiunto - Rispetto al cancro infantile abbiamo tutti un dovere morale. I tumori si sviluppano su base genetica ma anche a causa delle condizioni ambientali: è nostra responsabilità offrire ai bambini un ambiente sano, già a partire dal momento della gravidanza

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0