Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-bambino
1 5

Eritema e irritazioni da pannolino: come risolvere?

Compaiono soprattutto in estate, ma qualche bimbo ne soffre in modo particolare. Sono le irritazioni da pannolino. Come intervenire?

adsense-foglia-300
La pelle dei bambini è estremamente delicata  e fragile (LEGGI): la barriera protettiva non si è ancora sviluppata completamente, la sudorazione non è ancora sufficiente e il pH non è ancora abbastanza acido. Tutto ciò rende la pelle del bambino particolarmente sensibile e a rischio di infezioni e irritazioni.

La zona del pannolino è quella particolarmente esposta ai rischi e al cosiddetto eritema da pannolino, un problema piuttosto frequente che nella maggior parte dei casi può essere curato in casa senza dover ricorrere alle cure del medico e soprattutto va prevenuto con opportuni accorgimenti. Le cause di questa irritazione sono legate essenzialmente all'ambiente umido e acido che si sviluppa all'interno del pannolino: la pelle appare arrossata intorno ai glutei, nelle pieghette dei genitali, e sulla parte alta dell'inguine.


LEGGI ANCHE: La dermatite da pannolino


Come curare e prevenire l'irritazione da pannolino
- Siccome la causa dell'eritema è da ricercare nell'umidità, è importante cambiare frequentemente il pannolino e non lasciare per troppo tempo la pelle a contatto con urine e feci.
- E' importante anche asciugare con cura la pelle dopo il bagnetto (LEGGI), soprattutto nelle pieghette della pelle e dei genitali
- Lasciare per quanto più tempo possibile il bambino libero dal pannolino, in questo modo la pelle potrà respirare
- Usare solo detergenti naturali e neutri perchè a volte la causa dell'irritazione potrebbe risiedere anche nell'uso di saponi troppo aggressivi che provocano una reazione della pelle
- Limitare l'uso di salviette umidificate in favore di semplice acqua tiepida


LEGGI ANCHE: Il pannolino usa e getta compie 50 anni


- Utilizzare sempre una pasta protettiva, in modo da creare una barriera protettiva nei confronti della pelle, che però non sia troppo compatta e grassa. La crema deve contenere ossido di zinco, una sostanza che contribuisce anche a ricostruire le cellule della pelle danneggiate dall'irritazione.
- Se si usano i pannolini di stoffa (LEGGI) lavarli con grande cura, facendo più di un risciacquo in modo da eliminare ogni traccia di detersivo
- Cambiare marca dei pannolini usa e getta, infine, può essere utile, perchè, indipendentemente dal prezzo, ogni pelle ha una sua personale sensibilità e tolleranza



Quando rivolgersi al medico
E' meglio chiamare il pediatra se l'irritazione non passa dopo qualche giorno (LEGGI) e soprattutto se si presentano macchiette bianche anche nella mucosa orale (potrebbe trattarsi di Candida, o mughetto) e se la pelle comincia a squamare con un colore tendente al giallo e si presentano macchie e irritazioni anche in altre zone (potrebbe trattarsi di dermatite seborroica).
Infine se la pelle continua ad essere irritata dopo molti giorni e peggiora potrebbe trattarsi di un'infezione da streptococco o da stafilococco che va trattata opportunamente con creme antibiotiche.