gpt
gpt
gpt
1 5

Mal di pancia del neonato, sintomi e rimedi

/pictures/20160803/cosa-fare-se-il-neonato-ha-mal-di-pancia-2954849479[4708]x[1964]780x325.jpeg
gpt

Cosa fare se il neonato ha mal di pancia? Consigli e rimedi per gestire le coliche del neonato ed eliminare l'aria in eccesso nella pancia

Cosa fare se il neonato ha mal di pancia

Il mal di pancia è il disturbo più comune tra i neonati che mette a dura prova le neomamme, che non sanno cosa fare per alleviare i dolori addominali del piccolo. Le coliche nel bambino sono caratterizzate da crisi di pianto disperato e inconsolabile e ripetuti episodi di flatulenza, durante i quali il neonato stringe i pugnetti e contrae le gambe verso l’addome. Quando si riscontrano questi disturbi è opportuno sempre consultare il pediatra che escluderà problemi di altro tipo quali fame, reflusso gastroesofageo, intolleranze etc.

Il mal di pancia è un fastidio che compare verso le 4-5 settimane di vita del neonato e si prolunga fino a 4-5 mesi del bambino. E in genere non dipende da quanto ha mangiato il neonato. Scompare con la crescita e non ha conseguenze sulla salute del bambino, ma è una tortura per tutti i neogenitori.

Il rigurgito nei neonati: cause, rimedi e consigli per evitarlo

Come gestire le coliche del neonato

Se il neonato ha le coliche cerchiamo di seguire questi consigli: 

  • Prima di tutto assicurati che il pianto non sia causato da altre ragioni: fame, pannolino da cambiare, sonno, etc.
  • Mantenere un atteggiamento calmo e non ansioso. Le coliche sono passeggere e se entri in panico, trasmetterai le tue paure al bambino e non farai altro che aumentare i suoi fastidi.
  • Cambiare posizione con la quale si tiene il neonato può essere d’aiuto. Ad esempio se il mal di pancia si presenta dopo la poppata potrebbe essere utile tenere in braccio il neonato in posizione verticale, con la testa appoggiata alla spalla. In questo modo se ha ingurgitato aria durante l'allattamento o ha bevuto troppo velocemente perché aveva fame, potrebbe fare il ruttino e liberarsi.
  • E’ importante creare un ambiente tranquillo e sereno per il bambino, che simuli quello ovattato, silenzioso e sicuro dell’utero materno.
  • Il bambino ama il movimento e una passeggiata può avere un effetto rilassante
  • Non fare di testa tua. Prima di decidere di dare un farmaco o un prodotto al bambino chiedi il parere del medico
  • Fare attenzione alla dieta quando si allatta. La mamma non dovrebbe bere caffè o bevande che contengono caffeina perché possono accentuare le coliche neonatali
  • Non somministrare troppe quantità di liquidi al bambino anche se sono tisane perché potrebbero risalire in esofago
  • Se il neonato è allattato artificialmente, sarebbe preferibile consultare il pediatra per scegliere formulazioni ipoallergeniche reperibili in farmacia
  • Se il bambino ha iniziato lo svezzamento e risulta allergico alle proteine del latte vaccino, le coliche potrebbero essere accompagnate da diarrea e altri disturbi. In questo caso è opportuno recarsi da un medico per un consiglio alimentare

Come eliminare aria nella pancia neonato

Di solito il mal di pancia nei neonati è accompagnato da emissione di gas per via anale che trova una possibile spiegazione nell’ingestione di aria durante l’allattamento e nella fermentazione intestinale del latte materno. L’intestino del neonato infatti non è ancora "maturo" e deve imparare a funzionare in modo corretto. Anche le allergie e le intolleranze alimentari, soprattutto quelle legate al latte o lattosio, possono causare disturbi all’apparato digerente e un accumulo di aria eccessivo. 

Ma cosa fare per eliminare aria nella pancia del neonato?

Una volta verificato che il pianto non sia legato ad altri disagi, il consiglio è di prenderlo in braccio, tenerlo a pancia in giù e cercare di calmarlo con una ninna nanna, un bagnetto caldo o un massaggio al pancino. Un movimento delicato delle mani della mamma sulla pancia dolorante può infatti favorire il rilassamento e il bambino riuscirà a liberare l’aria in eccesso. Inoltre tra i consigli tramandati dalle nonne c’è anche quello di stimolare la punta dell’ano con un termometro o un sondino apposito che è possibile trovare in farmacia.

Per aiutare il bambino ad espellere aria dalla pancia, si possono anche muovere le sue gambine. Con delicatezza prendere le caviglie del piccolo, portare le gambe verso l’alto e poi avvicinarle piano alla pancia e infine fare un po’ di bicicletta.

Ma ricordiamo che è fondamentale consultare il pediatra per capire come intervenire in caso di mal di pancia e colica gassosa. Spesso i consigli dispensati da conoscenti e parenti possono solo peggiorare la situazione.

gpt
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt