gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Come aiutare i bambini colpiti dal mal d'autunno

In autunno possono presentarsi piccoli disturbi, stanchezza e sonnolenza. Ecco come aiutare i bambini

Stress, stanchezza, ansia e inappetenza: sono i sintomi del mal d'autunno che colpisce anche i bambini in queste settimane in cui tutto è ormai rientrato nella routine e le giornate sono piene di impegni, scolastici ed extrascolastici.

La libertà, la spensieratezza dell'estate sono ormai solo un ricordo (LEGGI) e le attività frenetiche di tutti i giorni che vedono impegnati anche i più piccoli, unite ai primi giorni di maltempo, possono causare malinconia, stanchezza  e apatia nei bambini.


LEGGI ANCHE: Lavoretti d'autunno da fare con i bambini


Francesca Saccà, psicologa e psicoterapeuta, spiega che alcuni bambini possono manifestare il loro disagio con un'apatia che rasenta la depressione, mentre altri invece possono reagire con una inaspettata iperattività. In ogni caso è importante osservare con attenzione il comportamento dei bambini a scuola, a casa e mentre giocano con i coetanei perchè è proprio in quei momenti che sono più spontanei.

Se si nota un cambiamento nel comportamento dei bambini è bene rallentare i ritmi, lasciandoli più liberi di giocare senza obblighi o impegni. Ma il carico di impegni e stress andrebbe ridotto anche per i genitori che altrimenti rischiano di far vivere o stress di riflesso ai loro figli.


LEGGI ANCHE: Autunno, è ancora tempo di giochi all'aperto


Prendersi tempo, insomma, è un consiglio utile per grandi e piccini, per condividere una passeggiata all'aperto o la lettura di una favola la sera (LEGGI).
Attenzione anche all'alimentazione: Gian Vincenzo Zuccotti, direttore della Clinica pediatrica Luigi Sacco di Milano ricorda che la prima colazione (LEGGI) è molto importante perchè garantisce il giusto apporto di energia utile per tutta la giornata.
L'ideale è una prima colazione che fornisca il 15-20% dell'apporto calorico giornaliero, permettendo così al bambino di arrivare alla merenda di metà mattinata senza cali di zuccheri, che contribuiscono ad aumentare stanchezza e calo di energia.
E a pranzo e a cena via libera agli alimenti preferiti dai bambini, senza far mancare frutta, verdura e yogurt.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0