gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Antibiotici: come usarli in modo sicuro e corretto

Cosa sono in realtà antibiotici e vitamine, perché si prescrivono e quali sono la loro importanza ed efficacia?

Quando servono gli antibiotici nei bambini

di  Ingrid Busonera

Gli antibiotici sono farmaci molto importanti, ma spesso vengono usati in modo inappropriato in modo scorretto.
Cosa è importante sapere?

Innanzitutto dobbiamo sapere cosa sono gli antibiotici e per cosa vengono somministrati (LEGGI) : quando si parla di antibiotico si parla di una classe di farmaco di origine biologica prodotto con dei microrganismi capaci di  agire direttamente sullo stesso gruppo di microrganismi, e quindi sui batteri, uccidendoli, debellandoli o impedendone la proliferazione e l'evolversi della malattia.
A questo proposito dobbiamo chiarire che esistono due classi distinte di antibiotici che agiscono in maniera quindi differente:
batteriostatici, ovvero che bloccano o  rallentano la riproduzione del batterio;
battericidi, ovvero che uccidono direttamente il batterio;
Queste due classi si suddividono poi a loro volta in sottoclassi a seconda dell'azione che compiono e della struttura che vanno ad attaccare.
 

LEGGI ANCHE: Tonsille, adenoidi e otite che danno problemi: operare?


Proprio per la loro composizione gli antibiotici hanno efficacia soltanto nella cura e trattamento delle malattie di origine batterica mentre sono inutili e talvolta pericolosi nei casi di infezioni ad origine virale e quindi causati da un virus tranne alcuni rari e specifici casi che vanno valutati volta per volta.
Per togliere qualche curiosità, il primo antibiotico usato nella storia della medicina moderna è la penicillina, scoperta nel 1928 dal medico inglese Alexander Fleming e perfezionata in forma pura soltanto dieci anni dopo da coloro che assieme allo stesso Fleming meritarono il Premio Nobel per la Medicina, Ernst Chain e Howard Walter Florey.

Se è vero che per alcune patologie di origine batterica l'antibiotico si rivela essenziale per combattere la malattia ricordiamoci che, come ogni farmaco, anche gli antibiotici hanno i pro ed i contro e quindi delle controindicazioni e degli effetti indesiderati talvolta leggeri o più o meno pesanti, tra i quali rientrano spesso  reazioni allergiche, eczemi, dermatiti, varie forme di intolleranza o addirittura effetti tossici. Per questo è sempre bene attenersi scrupolosamente alle prescrizioni mediche e non abusare dei farmaci, utilizzando l'antibiotico soltanto in quei casi in cui è veramente indispensabile anche perché tra gli effetti indesiderati c'è anche l'assuefazione che ne riduce quindi anche l'efficacia.


LEGGI ANCHE: Otite ricorrente, no al ciuccio e al biberon


Alcune malattie per le quali, spesso, ai bambini viene somministrato l'antibiotico sono ad esempio :
- trattamento pre e post operatorio in caso di interventi chirurgici;
- infezioni da pneumococco e meningococco;
- varie infezioni batteriche a livello oculare, gastrointestinale, respiratorio ecc;
- malattie dell'apparato respiratorio come tonsilliti di origine batterica (streptococchi), placche, otiti  (LEGGI) ecc;
- trattamento di ferite mal curate con insorgenza di infezione;
 

LEGGI ANCHE: Antibiotici ai bambini, guida all'uso sicuro


Antibiotico = vitamine
Quante volte il pediatra, dopo averci prescritto l'antibiotico, ci ha ripetuto “signora mi raccomando, gli dia anche le vitamine”!
 

antibiotici-nei-bambini



Perché sono così importanti le vitamine? E sono realmente così importanti? In realtà il fatto di associare le vitamine all'antibiotico sembrerebbe soltanto un mito da sfatare poiché generalmente , la durata della cura, che non supera di noma i 7 / 10 giorni, non è in grado di causare carenze di vitamine tali da indurre a ripristinarle con integratori.
Le vitamine si introducono normalmente attraverso i cibi comuni e con una normale e sana alimentazione mentre si rende necessaria l'integrazione solo laddove siano difficili da assimilare o si riscontri un'effettiva carenza che può causare problemi di crescita e all'organismo.


LEGGI ANCHE: Antibiotici in Italia, li usiamo troppo e male

 
Modalità di assunzione
L'antibiotico va somministrato sotto stretto controllo medico e soltanto se c'è veramente la necessità!
Detto ciò, sopratutto per gli antibiotici pediatrici, ci troveremo davanti dei flaconi con dentro della soluzione in polvere, che con l'aggiunta di acqua, dà luogo all'antibiotico. Spesso il sapore non è dei più gradevoli e somministrarlo al piccolo può rivelarsi un' impresa alquanto ardua. Proprio in questi giorni con il piccolo Stitch malato, mi son trovata a tenerlo quasi legato come un salame per fargli bere i 5 ml prescritti nel bugiardino e dopo la prima somministrazione con relativo  vomito sono stata costretta a ripetere l'impresa. Questo per i primi 4 giorni, 2 volte al giorno, ogni 12 ore: versa, fai bere, pulisci, riversa e fai bere di nuovo. Tutto nella norma. L'importante è che la dose in una maniera o nell'altra venga assunta. Quindi non scoraggiatevi, e buona guarigione!
 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0