gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Allergie alimentari: prima causa di anafilassi in età pediatrica

/pictures/20151105/allergie-alimentari-prima-causa-di-anafilassi-in-eta-pediatrica-3039288011[2445]x[1016]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Dal Congresso Nazionale dell'Associazione Allergologi Immunologi Territoriali Ospedalieri le linee guida per affrontare senza rischi le allergie alimentari nei bambini

Allergie alimentari infantili

L’anafilassi da allergia alimentare, colpisce soprattutto i bimbi ed è una reazione a rapida insorgenza, che può essere fatale. E’ necessario che le Istituzioni aiutino nella gestione delle anafilassi nei luoghi pubblici, le Società Scientifiche, le Associazioni Pazienti sono pronte con proposte e progetti. E’ questo il messaggio che esce dal Congresso Nazionale di AAITO – Associazione Allergologi Immunologi Territoriali Ospedalieri – che si è svolto a Bergamo il 24 ottobre.



La scuola deve garantire a tutti gli studenti la possibilità di vivere in un ambiente sicuro e deve offrire anche a chi che soffre di gravi allergie l’opportunità di partecipare a tutte le attività. Per allergia si intende una reazione anomala del sistema immunitario che può presentarsi con sintomi lievi o gravi, fino ad arrivare allo anafilassi. Le allergie alimentari sono più comuni nei primi 3 anni di vita, ma si possono presentare a qualsiasi età. La maggior parte delle reazioni allergiche sono da imputarsi a un numero relativamente piccolo di alimenti: latte vaccino, uovo, soia, grano, arachidi, noci e frutta a guscio, pesce e molluschi.

La Dottoressa Maria Beatrice Bilò, Presidente AAITO, ci spiega così questo disturbo:

L’ allergia alimentare costituisce la prima causa di anafilassi in età pediatrica, e nell’ultimo decennio si è osservato un aumento di circa sette volte nei bambini tra zero e quindici anni, rappresenta inoltre la seconda causa di anafilassi nell’adulto. Le manifestazioni di anafilassi sono molteplici, e non facilmente riconoscibili, per cui esiste una sottostima dei casi. Negli ultimi anni è aumentata l'incidenza delle allergie alimentari nei bambini in età scolare, aumentando così la probabilità, soprattutto da parte del personale scolastico, di dover gestire studenti a rischio di gravi reazioni. In Italia, manca una normativa precisa,  per questo motivo AAITO è a diposizione del Ministero della Salute e delle Istituzioni, per esaminare insieme le migliori esperienze gestionali a livello regionale e locale, in modo da studiarne la possibile estensione ad altre regioni e su tutto il territorio italiano

La Liguria è stata protagonista del progetto GAIA (Gruppo Allergie e Intolleranze Alimentari) che è riuscito a creare a livello regionale una rete di collaborazione ampia ed efficacie. Per questo motivo FederAsma e ALLERGIE Onlus sono fortemente motivati a proporre questa “best practice” alle istituzioni centrali e regionali come modello da cui partire. Il progetto GAIA ha sviluppato un vero e proprio sistema articolato a fasi: prevenzione, formazione delle competenze e gestione rapida delle emergenze.

Allergie alimentari e non: come riconoscerle e cosa fare

Dagli esperti AAITO ecco i 7 sintomi più comuni nei bimbi, che potrebbero indicare una reazione allergica alimentare:

  1. Prurito al palmo delle mani e dei piedi
  2. Rossore e gonfiore generalizzato e orticaria
  3. Difficoltà respiratorie
  4. Dolori addominali
  5. Vomito e diarrea
  6. Abbassamento della voce e raucedine
  7. Debolezza da calo della pressione

Infine in caso di reazione allergica grave ecco le 3 cose da fare:

  1. Tempestivo riconoscimento della reazione in atto
  2. Somministrazione di adrenalina e misure di soccorso
  3. Tempestiva allerta 118
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0