gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

9 salviette per neonati su 10 contengono sostanze tossiche

Allarmante risultato di un'analisi condotta dall'Unione Federale dei Consumatori francese: nove salviette su dieci sono potenzialmente pericolose

La UFC Que Choisir francese, l'associazione dei consumatori più attiva d'Oltralpe, ha lanciato un allarme nei giorni scorsi relativo alle salviette igienizzanti per i neonati.

Le analisi di laboratorio hanno confermato che praticamente nove prodotti su dieci contengono sostanze chimiche potenzialmente tossiche.


I prodotti per bambini utili per la bellezza delle mamme



Molecole allergeniche, antibatteriche, antiossidanti, interferenti endocrini: le sostanze rinvenute nelle salviette sono tantissime. Un risultato che ha indignato l'associazione che ha subito diramato un comunicato chiedendo alle autorità europee di rafforzare la legislazione attualmente in vigore.


Eritema e irritazioni da pannolino: come risolvere?


L'associazione ha analizzato 27 salviette e 7 latti detergenti per bambini e ha scoperto che il 94% dei prodotti erano tossici.
Queste le sostanze rinvenute nei prodotti:
- allergeni in 12 tipi di salviette e in 2 latti
- fenossietanolo in 14  salviette e 3 latti: si tratta di una sostanza potenzialmente pericolosa per il fegato e per l'apparato riproduttivo
- parabeni a catena lunga ed interferenti endocrini in 6 salviette

salviette-per-bambini-contengono-sostanze-tossiche



L'associazione deplora anche l'etichettatura che viene apposta su questi prodotti "falsamente rassicurante" per i genitori: molti dei prodotti contenenti allergeni recavano sulla confezione la dicitura "testato dermatologicamente" o ipoallergenico".

L'associazione non usa mezzi termini e invita i genitori ad utilizzare solo acqua tiepida e sapone non schiumoso e naturale sulla pelle dei bambini.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0