gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Perché alcuni bambini non vogliono lavarsi?

/pictures/20160415/perche-alcuni-bambini-non-vogliono-lavarsi-38360988[1672]x[696]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Alcuni bambini sembrano essere riluttanti a prendersi cura della propria igiene personale. I consigli per i genitori che lamentano: mio figlio non vuole lavarsi

Mio figlio non vuole lavarsi

Insegnare l'igiene personale ai bambini è importante, così come lo è abituarlo sin da piccolo ad una corretta igiene orale e della propria persona. Ma cosa rispondere a quelle mamme che dichiarano: mio figlio non vuole lavarsi?
Innanzitutto sembra che sia in buona compagnia.

Parecchi bambini in età scolare fanno capricci quando devono prendere in mano lo spazzolino o entrare nella doccia, e anche quando lo fanno insistono (giustamente) per farlo da soli e non sanno usare bene lo spazzolino, non si lavano bene le mani e non usano correttamente shampoo e bagnoschiuma.

gpt native-middle-foglia-bambino

Ma perché il bambino non si vuole lavare?

Le cause possono essere tante. Alcuni non hanno la giusta capacità di spazzolare correttamente i denti, altri possono sentire un po' di dolore o mal sopportare il sapore del dentifricio o dello shampoo. I più grandicelli possono avere una certa riluttanza ad interrompere le loro attività per svolgere un lavoro di routine, comunque noioso, e in certi casi questo atteggiamento negativo può essere un aspetto della lotta contro i genitori.

Come convincere i bambini a curare la propria igiene personale?

Lo spiega la pediatra londinese Michelle Ponti: bisognerebbe chiedere al bambino per quale motivo è così restio a lavarsi e quali sono le sue preoccupazioni in questo ambito. Naturalmente bisogna scegliere il momento giusto per affrontare la questione, quando si hanno tempo e pazienza per chiacchierare con tranquillità
E allora ecco alcuni consigli utili per genitori alle prese con figli riluttanti alla pulizia:

  • spiegare in termini semplici perché è importante curare la propria igiene personale, parlando delle malattie o delle carie
  • insegnare al bambino delle sane abitudini in fatto di igiene sin da piccolo, rafforzando i comportamenti corretti e aiutandolo a migliorare, lasciandolo ad un certo punto, autonomo nella gestione e nello svolgimento delle operazioni di igiene personale
  • già a otto anni devono essere in grado di lavarsi bene i denti e farsi la doccia da soli, ma a dieci anni è assolutamente l'età giusta per raggiungere un grado di abilità ottimale per prendersi cura di sé stessi
Come insegnare a un bambino l'igiene a scuola
  • coinvolgerli nella scelta dei prodotti da acquistare, come dentifricio o prodotto per la doccia, può essere un ottimo modo per consolidare certe abitudini legate all'igiene
  • ricordare che la maggior parte dei genitori ha a che fare prima o poi con questa problematica e che la riluttanza nei confronti dell'igiene è un comportamento temporaneo e niente affatto insolito, molto presto anche lo stigma sociale che deriva dal ricevere un commento poco carino da parte di un compagno “sull'alito che puzza”, ad esempio, concorrerà fortemente a convincere i bambini a curare la propria igiene.

Quando bisogna preoccuparsi?

Se il bambino ha sempre avuto cura della propria igiene e all'improvviso sembra essere disinteressato è il caso di valutare la questione perché questo potrebbe essere un indicatore di ansia o depressione, soprattutto se associato ad altri elementi come sonno anomalo, isolamento sociale, scarso rendimento a scuola
 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0