gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Lavaggi nasali ai bambini: ecco come farli

/pictures/20141111/lavaggi-nasali-ai-bambini-ecco-come-farli-1371249354[883]x[369]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

I lavaggi nasali sono molto importanti per liberare il nasino dal muco e aiutare il piccolo a respirare meglio

Lavaggi nasali nei bambini

I lavaggi nasali sono molto importanti per liberare il nasino dal muco e aiutare il piccolo a respirare meglio
Tenere libero il nasino del bambino aiuta, perchè i neonati fino a sei mesi di vita respirano con il naso e quando il piccolo è raffreddato o il naso è un po' ostruito, il bebè può avere problemi a dormire tranquillamente e a succhiare il latte.

Il modo migliore e più efficace per liberare il nasino del bambino è effettuare dei regolari lavaggi nasali di tipo dinamico.
Il lavaggio nasale serve a liberare il naso ostruito da catarro e muco, a pulire la mucosa nasale da allergeni, batteri e polvere, ma anche a dare sollievo al naso perchè umidifica la mucosa e combatte la secchezza.


 

Per farli ideale è utilizzare l’acqua termale da scegliere tra quelle indicate per i disturbi del naso e della gola.

L’acqua termale ha caratteristiche uniche, non riproducibili in laboratorio, è batteriologicamente pura e in grado di svolgere azioni specifiche. L’acqua termale sulfurea salsobromoiodica contiene una rilevante quantità di zolfo, sodio, bromo e iodio e numerosi oligoelementi che attivano reazioni chimiche specifiche ed utilizzate per la cura di diversi disturbi, come le affezioni alle vie respiratorie.



Utilizzata ogni giorno per detergere delicatamente le fosse nasali l’acqua termale riesce a liberare il nasino da allergeni, batteri, ristagno di muco. Si favorirà respirazione e si aiuterà a prevenire i malanni stagionali perché l’acqua termale svolge una naturale azione antinfiammatoria, immunostimolante, mucolitica, antisettica e idrata istantaneamente le mucose nasali.

Ma come si esegue un corretto lavaggio nasale?

  • Sistemare il bambino steso oppure seduto con il capo leggermente chino su un lato ma non con la testa all'indietro.
  • Inserire delicatamente il flaconcino con l’acqua termale nella narice del lato chino e spruzzare il liquido (quindi se la testa del bambino è chinata sul lato sinistro spruzzate nella narice superiore sinistra), direzionando il getto in direzione dell'orecchio opposto. In questo modo il liquido uscirà dall'altra narice.
  • Ripetere dall'altro lato.
  • Se il bambino è piccolo e raffreddato si può usare un aspiratore nasale per liberare il muco in eccesso che si sarà ammorbidito; se il bambino è più grandicello invitarlo a soffiare il naso.
  • Prima di effettuare il lavaggio nasale è bene sistemare sotto il mento del bambino un panno asciutto per evitare che si bagni.
  • Inoltre è bene non fare il lavaggio nasale tenendo la testa del bambino all'indietro perchè così il liquido rischia di non arrivare nell'altra narice ma di andare in gola e far tossire il piccolo.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0