gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

La sudamina o sudorina

/pictures/20150611/la-sudamina-o-sudorina-530694177[3176]x[1327]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Con i primi caldi non sappiamo più come vestire i nostri bimbi, e i bimbi sudano... ed è così che arriva la sudamina, o volgarmente sudorina, un fastidioso sfogo dell'epidermide

Sudamina

Quando arriva l'estate con il gran caldo sulla pelle dei bambini possono manifetsarsi eczemi e bollicine. E' la sudamina (o miliaria): niente di grave, ma sicuramente fastidiosa.... cosa possiamo fare per i nostri bimbi? Vediamo di approfondire.

Sudamina, cos'è?

Come suggerisce il nome stesso, la "sudamina" è un fastidioso sfogo dell'epidermide che colpisce i bambini soprattutto nella stagione estiva, a causa dell'abbondante sudorazione che non evapora bene, attraverso cui vengono eliminati i sali e gli acidi organici. La pelle colpita appare arrossata e ruvida proprio come una "grattugia".

gpt native-middle-foglia-bambino

Nella forma più lieve si presenta come un'eruzione cutanea caratterizzata da puntini rossi e un leggero gonfiore; a volte possono comparire anche piccole vesciche ed edemi che ostruiscono i dotti delle ghiandole sudoripare. Ciò comporta un ristagno del sudore sulla superficie cutanea che può provocare irritazioni e prurito. Generalmente le parti del corpo interessate sono il collo, la nuca, l'inguine e la pancia anche se non di rado l'eruzione si diffonde anche sul resto del corpo. E' più probabile che si presentino le bolle rosse di sudore nelle pieghe della pelle e nelle parti del corpo dove i vestiti sono più stretti, inclusi il petto, la pancia, il collo, il cavallo e le natiche. Se il bambino porta abitualmente il cappellino l’eruzione può talvolta diffondersi anche sulla fronte o sul cuoio capelluto.

Come riconoscere la sudamina?

Lo sfogo è formato da bollicine piccolissime (grandi più o meno come una capocchia di spillo), che presentano una parte centrale appena visibile e in rilievo, contornata da un alone rosso, molto spesso accompagnati da un fastidioso prurito.

La sudamina può essere confusa con la sesta malattia specie se compare insieme o in seguito alla febbre. Questo disturbo insorge per via dell'eccessiva sudorazione, non a caso si tratta di una malattia molto frequente nella bella stagione, anche se può insorgere durante l'autunno e l'inverno quando si indossano abiti troppo pesanti.

Sudamina cause

La sudamina può comparire in seguito all'aumento della temperatura esterna, causato dal caldo o dall'abbigliamento, e della temperatura interna (febbre). Oltre all'eccessiva sudorazione e all'aumento della temperatura, sembra che tra i fattori scatenanti ci sia anche lo stafilococco epidermis. Come dicevamo è molto frequente tra i neonati e i bambini, soprattutto quelli con la pelle chiara. Questo perchè i pori della pelle dei bambini sono più piccoli rispetto a quelli degli adulti. Nei neonati il disturbo generalmente scompare del tutto dopo le prime settimane di vita.

Tipi di sudamina

In generale è possibile distinguere tre tipi di miliaria (sudamina):

  1. miliaria cristallina: l'ostruzione dei dotti è a un livello superficiale e non provoca infiammazione ma piccole lesioni puntiformi e trasparenti contenenti liquido. In genere le lesioni si rompono e scompaiono in breve tempo;
  2. miliaria rubra: l'infiammazione interessa gli strati più profondi dell'epidermide, le lesioni hanno il tipico colore rossastro e possono provocare prurito e bruciore;
  3. miliaria profonda: è la forma più grave caratterizzata dalla comparsa di grandi vesciche dolorose. É molto rara e colpisce prevalentemente persone predisposte che lavorano o svolgono attività fisica in ambienti surriscaldati.

La gravità dell'irritazione dipende direttamente dalla profondità dell'ostruzione. Se il blocco dei “canalini di scarico” (dotti) è molto esteso, si può andare incontro a un collasso per via dell'eccessivo aumento della temperatura corporea.

Sudamina rimedi naturali

Dato che generalmente il problema scompare spontaneamente con il raffreddamento del corpo, è molto importante utilizzare abiti leggeri che non impediscano la traspirazione, (quelli in cotone sono l'ideale) ed effettuare spesso il ricambio d'aria nell'ambiente.

Soprattutto nel caso dei neonati e bambini è molto importante raffreddare ed asciugare le parti del corpo irritate cercando di evitare le situazioni che potrebbero favorire la sudorazione. Se è possibile è bene tenere svestito il bambino togliendogli anche il pannolino e, per creare un ambiente fresco che ostacoli l'eccessiva sudorazione può essere utile ricorrere all'aria condizionata.

Se il bambino suda molto, può trarre giovamento anche da due bagnetti quotidiani. Basta limitarsi a immergerlo in acqua appena tiepida e bicarbonato o con un cucchiaio di amido di riso o di mais, che rinfrescano la pelle e sono adatti per le pelle sensibili e irritate. Si possono usare anche saponi liquidi all'amido che aiuta a normalizzare la pelle.

Tagliagli spesso le unghie, in modo da evitare che si gratti se l’eruzione gli causa prurito.

Sudamina terapia

Se la sudamina è diffusa e il prurito intenso qualche volta è possibile, consultato il pediatra, somministrare un antistaminico per bocca. Una volta risolta l'infiammazione, per ammorbidire la pelle ruvida e screpolata, è utile applicare più volte nel corso della giornata una pomata a base di ossido di zinco.

Dermatite atopica nei bambini

Sudamina, come prevenirla

Ecco qualche consiglio per prevenire l'insorgenza della sudamina:

  • non coprire troppo i bambini: il neonato non ha bisogno di essere più vestito di noi adulti anche perché fa molta più fatica a smaltire il sudore poiché ha a disposizione una superficie di evaporazione molto ridotta (all'incirca un nono di quella degli adulti). Di conseguenza, se fa molto caldo, è utile togliere ogni tanto anche il pannolino;
  • non tenere il piccolo per lungo tempo in stanze o in zone non ventilate;
  • non avere paura di usare l'aria condizionata, sia in casa che in auto
  • quando tieni in braccio il tuo bambino, cerca di non indossare tessuti ruvidi, come la lana, che possono irritare la sua pelle delicata. Nei giorni più caldi, tienilo in casa o cerca un posto all’ombra, fresco e ventilato per farlo giocare fuori.
  • accertati che sia correttamente idratato e beva il suo latte, materno o in polvere che sia quando è piccolo, acqua, latte e succhi per i più grandicello
  • Controllalo regolarmente per vedere se è troppo caldo. Toccagli la pelle: se è calda e umida vuol dire che soffre troppo il caldo anche se non lo dimostra e va raffreddato
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0