gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

La circoncisione nei bambini è pericolosa?

La circoncisione è una operazione chirurgica e, come tale, può determinare conseguenze, molti la fanno per motivi religiosi, ma diversi medici non la consigliano se non è proprio necessario

Lo scorso mese di giugno un tribunale tedesco ha dichiarato illegale la circoncisione, in quanto sarebbe pericolosa per la salute dei bambini, sollevando le proteste di ebrei e musulmani, che praticano abitualmente questa pratica sui bambini appena nati per seguire i precetti della propria religione. In Italia la circoncisione non viene fatta per motivi religiosi o culturali, ma, ad esclusione di coloro che professano una religione che la richiede, soprattutto per problemi di salute, come ad esempio il frenulo corto. Ma quindi se la circoncisione non è necessaria per problemi di salute, può causare problemi al bambino?



LEGGI ANCHE: Maschietti e igiene del pisellino, cosa fare e cosa no



La circoncisione è un piccolo intervento chirurgico che rimuove il prepuzio (la pelle che ricopre il glande) totalmente o solo in parte, determinando quindi la scopertura permanente del glande. Si tratta di un intervento semplice, che può essere effettuato in day-hospital i anche ambulatoriamente. In Italia sono molte le famiglie straniere che richiedono la circoncisione per i propri figli per motivi religiosi.

Per le persone di religione ebraica, come spiega il rabbino Ariel Di Porto, "la milàh (circoncisione) è uno dei precetti più cari al popolo ebraico, perché attraverso di essa viene stretto il patto fra il Signore ed il popolo d’Israele. Cronologicamente è uno dei primi precetti, essendo stata già comandata al patriarca Abramo, come narrato nel libro della Genesi”.







Per le persone di religione musulmana, come spiega Salameh Ashour, esponente della comunità musulmana in Italia, "la circoncisione sin dalle origini per i musulmani ha senz’altro funzione igienica, ma questo aspetto si fonde ad una precisa visione religiosa dell’essere umano, del suo corpo, in questo caso quello maschile, e in generale del rapporto uomo-donna. L’essere umano è considerato centro consapevole dell’universo, di cui Dio è creatore, creatore quindi anche del corpo umano. E così come Dio desidera che ogni nostro atto abbia un’anima, anche le esigenze del corpo, così indica una manutenzione per il fisico, esattamente come un meccanico potrebbe fare con un’automobile. Tanto la donna che l’uomo ad esempio devono lavarsi, in specie i propri organi, sia prima che dopo il rapporto, ma anche dopo i bisogni corporali: non è un caso che storicamente i lavabi nelle zone immediatamente esterne delle abitazioni occidentali furono introdotti in seguito al contatto con culture musulmane. Ovviamente il rapporto sessuale è visto positivamente dall’islam: momento di congiunzione tra uomo e donna, Dio ricompensa entrambi per il rapporto stesso: in quanto ognuno ha dato gioia all’altro”.



LEGGI ANCHE: L'igiene del neonato in semplici mosse



Quindi, da un punto di vista medico, la circoncisione "ha funzione d’igiene e prevenzione visto che il prepuzio conserva agenti patogeni". Ed il Ministero della Salute ha firmato un protocollo d'intesa con la Federazione italiana Medici pediatri (Fimp) sulla circoncisione, dopo il caso di due bambini di pochi mesi morti a causa di una circoncisione eseguita clandestinamente. Se non vengono rispettate le corrette norme igieniche, infatti, la circoncisione può essere pericolosa. Il protocollo firmato dal Ministero della Salute prevede che questa venga eseguita, per chi ne fa richiesta, "da personale esperto nelle strutture adatte, nel rispetto delle norme igieniche e mediche".

Secondo uno studio americano del 2010, ogni anno 117 bambini maschi muoiono a causa delle conseguenze della circoncisione. Si tratta comunque di un intervento chirurgico e, come tale, può causare delle complicazioni, come infezioni, emorragia o shock settico. Per questo ci si chiede se sia il caso di effettuarla, se non è strettamente necessario. Inoltre il bambino prova dolore e anche questo fattore deve essere preso in considerazione da chi la pratica. Secondo il dottor Christian Castagnola, chirurgo urologico e responsabile del Comitato Etico e di Condotta dell'Associazione Francese di Urologia, "nella società di oggi, dove le condizioni igieniche sono soddisfacenti, non vi è alcun vantaggio di praticare la circoncisione".
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0