Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Il primo bagnetto: guida per genitori alle prime armi

E' arrivato il momento del primo bagnetto! Il nostro bimbo ha perso il moncone ombelicale e finalmente possiamo fargli il primo vero bagno completo. Guida per mamme alle prime armi

Lasciamo da parte l'ansia e godiamoci questa nuova avventura: fare il bagnetto ad un neonato è molto semplice e l'importante è non farsi prendere dal panico e stare tranquille. Sapete che esiste un'ora ideale per fare il bagnetto al piccolo? Facendolo sempre alla stessa ora diventerà un piacevole rito a cui il bimbo non potrà rinunciare e, se fatto la sera prima dell'ultimo pasto, potrà funzionare anche come rilassante per prepararlo ad una nanna serena.


LEGGI ANCHE: La medicazione del moncone ombelicale



PRIMA DI COMINCIARE...ABBIAMO TUTTO??

Lavare il neonato è molto semplice e per evitare ansia e agitazione la regola fondamentale è preparate tutto nei minimi particolari e non lasciarci cogliere impreparate nè tantomeno rischiare di dover lasciare il bimbo solo nell'acqua o sul fasciatoio perchè ci manca qualcosa.. quindi attenzione alla preparazione.

Dove lavarlo?

Abbiamo scelto dove lavare il bimbo? Potremo lavarlo in bagno, nella vaschetta (LEGGI) apposita o anche dentro ad una bacinella, è così piccino che per i primissimi tempi può andare bene. L'importante è che la vaschetta/bacinella sia collocata in un punto stabile e che non rischi di rovesciarsi. Se il bagno è troppo freddo o esposto a correnti, scegliamo un'altra stanza, la camera da letto, la sala o ancora la cucina: assicuriamoci che la temperatura sia intorno ai 22° C , accanto alla vaschetta o alla bacinella prepariamo tutto quello che ci servirà per lavarlo e vestirlo: una superficie dove adagiarlo (fasciatoio), cotone idrofilo o salviette per pulirgli il sederino, pannolino pulito, garze e rete per fasciare la cicatrice del moncone, soluzione fisiologica, body, tutina, calzine, forbicine, pettinino, accappatoio e naturalmente i saponi che useremo per lavarlo e la crema all'ossido di zinco per il sederino.



LEGGI ANCHE:
Igiene e infiammazioni: i tanti usi della calendula



Avere tutto a portata di mano evita di andare incontro ad incidenti (LEGGI):
ogni anno molti bambini finiscono in pronto soccorso con esiti anche fatali perchè lasciati soli nella vaschetta dell'acqua o sul fasciatoio, andando incontro ad annegamenti o a cadute da superfici alte.
Evitiamo saponi che fanno tanta schiuma.

CONTROLLIAMO LA TEMPERATURA DELL'ACQUA...
Procuriamoci uno di quei simpatici termometri per l'acqua così non rischieremo di bruciare il nostro bimbo, altrimenti immergiamo il gomito nell'acqua e verifichiamo se la temperatura va bene. La temperatura ideale è intorno ai 37°C.
Man mano che passerà il tempo impareremo a riconoscere la giusta temperatura anche senza bisogno del termometro..

 

LEGGI ANCHE: Sicurezza dei bambini: le insidie nascoste



PREPARIAMO IL BIMBO..E VIA!
Parlando dolcemente al nostro bebè, dopo averlo adagiato su una superficie morbida spogliamolo, togliamo il pannolino e puliamolo accuratamente per evitare che eventuali tracce di feci finiscano nell'acqua del bagnetto. Ora immergiamolo dolcemente e gradualmente nell'acqua lasciando la testa fuori dall'acqua, sostenendolo sotto la nuca e utilizzando l'altra mano per insaponarlo. Mentre lo facciamo stiamo calme e parliamo tranquillamente al bimbo, lui percepirà il nostro stato d'animo e sarà tranquillo.
Cinque minuti o anche meno dovrebbero bastare per lavarlo e sciacquarlo, man mano che cresce si potranno allungare i tempi del bagnetto ma per ora qualche minuto è più che sufficiente.



Dopo averlo risciacquato, afferriamo l'accappatoio o un asciugamano morbido che avevamo preventivamente preparato e avvolgiamo il bimbo, poggiamolo nel fasciatoio (LEGGI) e asciughiamolo tamponandolo delicatamente. Poi proseguiamo con la toeletta, pulendo orecchie, narici e occhietti; se abbiamo soluzione fisiologica imbeviamo una garzetta (una per ogni pulizia) e puliamo occhietti, naso e orecchie con questa, altrimenti bagnamola semplicemente con dell'acqua. Attenzione ad asciugare bene TUTTE le pieghe (gomiti,collo,coscette..) e mettiamo la cremina all'ossido di zinco nei genitali.

Per tagliare le unghiette usiamo forbicine con la punta arrotondata e tagliamo le unghiette (LEGGI) a forma quadrata. In genere almeno per i primi tempi non è necessario perchè si sfaldano da sole. Ora che la pulizia è terminata vestiamolo e diamogli la pappa, seno o biberon, si addormenterà serenamente!

Ingrid Busonera