gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Igiene naturale del bambino: cosa ne pensa il pediatra

L'igiene naturale consiste nell'abituare i bambini a mantenersi puliti senza usare mai il pannolino. Ma quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi?

E' possibile non comprare mai un pacco di pannolini e crescere un bambino senza pannolini sin dalla nascita o eliminandoli quasi subito (LEGGI)?


LEGGI ANCHE: La conquista dell'indipendenza, il vasino


Si chiama igiene naturale ed è una tecnica ampiamente diffusa nelle culture africane e sudorientali, dove le madri non hanno denaro per poter comprare pannolini o stoffe (LEGGI) e dove la vita quotidiana si svolge prevalentemente all'aperto, con i bambini attaccati alla schiena o alla pancia della madre.

Come spiega il pediatra francese Saholy Razafinarivo-Schoreisz, in questi casi le madri sentono, grazie al contatto pelle-pelle, i movimenti intestinali dei loro bambini e sono in grado di accorgersi quando il piccolo deve urinare o fare la cacca. Non solo, proprio il contatto fisico così stretto tra madre e figlio consente alle madri di studiare le espressioni facciali dei bambini e di capire quando è il momento di andare in bagno.


LEGGI ANCHE:
Senza pannolino dalla nascita



Alcuni ritengono che l'igiene naturale sia un metodo utile ed efficace per rendere indipendenti i bambini prima del solito. Ma il pediatra non condivide questa teoria: generalmente si ritiene che un bambino sia in grado di acquisire un controllo adeguato degli sfinteri tra i 18 e i 20 mesi, ed è certamente impossibile che lo abbia a sei mesi, quindi si può optare per l'igiene naturale solo se si ha il desiderio di voler stare a stretto contatto con il bambino e soddisfare i suoi ritmi, ma certamente non se si cerca di renderlo autonomo precocemente (LEGGI) .

D'altronde, precisa il pediatra, l'igiene naturale è una pratica che richiede grande impegno, costanza e presenza da parte della madre.

igiene-naturale



Le mamme che optano per l'igiene naturale pensano di fare il bene dei loro bambini, evitando loro il contatto con sostanze chimiche potenzialmente dannose contenute nei pannolini, ma nello stile di vita attuale è una pratica difficile da attuare, a meno che non si sia disponibili al 100% per stare a stretto contatto con il bambino.
Il rischio, insomma, è che il tentativo di portare avanti questo metodo provochi nella madre un senso di fallimento e frustrazione.

Se siete interessate all'argomento e volete maggiori informazioni, ecco i genitori che ce l'hanno fatta

Fonte: magicmaman
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0