gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Come eliminare i pidocchi: prevenzione tra i bambini

/pictures/20161013/come-eliminare-i-pidocchi-prevenzione-tra-i-bambini-1237404273[3713]x[1549]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come eliminare i pidocchi? Con la scuola ritorna l'incubo pidocchi: vediamo come affrontare a casa questo problema fastidioso e cosa fare per evitare che i parassiti ritornino

Come eliminare i pidocchi

E' l'incubo di ogni mamma. Il pensiero che un bel giorno il bambino torni da scuola e cominci a grattarsi tra i capelli dà i brividi. Nonostante tutti gli sforzi che possiamo fare per prevenire i pidocchi, in realtà è facile che i bambini li prendano e gran parte delle scuole riportano un'epidemia di pidocchi almeno una volta l'anno. Si pensa che i pidocchi siano sintomo di sporcizia, ma invece si attaccano più facilmente sul capello pulito. Inoltre portano un gran fastidio, ma nessuna malattia. Errato anche pensare che siano portati dagli animali domestici: i pidocchi sono parassiti umani, che sopravvivono solo con il nostro sangue. In commercio esistono numerosi preparati, più o meno naturali, che promettono di prevenire l'infestazione di pidocchi.

Ma la realtà è che è difficile tenersi alla larga dai pidocchi, soprattutto a scuola e soprattutto se in classe c'è già questo problema. Tuttavia si può fare qualcosa per prevenire i pidocchi, ad esempio spiegando al bambino che non deve condividere con altri cappelli, sciarpe, caschi, cuscini, pettini e spazzole. E' bene fare controlli settimanali controllando i punti più a rischio, come la parte posteriore del collo o dietro le orecchie e attenzione a non confondere il pidocchio con la forfora o lo sporco: se potete soffiarlo via non è un pidocchio.

Come trattare i pidocchi: i video consigli del pediatra

Come eliminare definitivamente i pidocchi

Come agire se il bambino ha preso i pidocchi? In primo luogo tranquillizzarlo e spiegargli che non c'è niente di male, che migliaia di bambini ogni anno prendono i pidocchi e questo non vuol dire che lui sia in pericolo o sia sporco. Invitatelo a collaborare con voi perché togliere i pidocchi è un'impresa lunga e ci sarà bisogno di serenità, pazienza  e collaborazione. Bisogna, infatti, usare un pettine a denti stretti per rimuovere i pidocchi o lendini rimaste attaccate ai capelli.

Si deve seguire un trattamento preciso: in commercio esistono creme o lozioni che combattono la pediculosi e uccidono il pidocchio immediatamente e quindi è importante poi eliminare i pidocchi dai capelli usando un pettine.
E' meglio farsi consigliare dal proprio pediatra su quale sia il prodotto farmaceutico più adatto.

Come togliere i pidocchi dai capelli lunghi

I pidocchi si possono passare facilmente da un bambino all'altro soprattutto in caso di capelli lunghi. Tagliare i capelli però non risolve il problema, ma eventualmente può rendere più semplice fare il trattamento o controllare la presenza del parassita o delle uova. In ogni caso, se una bambina con i capelli lunghi ha preso i pidocchi, il trattamento da eseguire è lo stesso che si utilizza per i capelli corti: si deve mettere sui capelli la lozione o il prodotto antiparassitario e poi pettinare tutti i capelli con l'apposito pettine. In caso di capelli lunghi, il trattamento sarà più lungo, perché ovviamente occorrerà più tempo per controllare tutti i capelli. Ma non è assolutamente necessario tagliarli per eliminare i parassiti.

Come eliminare i pidocchi in modo naturale

In farmacia sono molti i prodotti che si possono acquistare per eliminare i pidocchi. Ma se preferite utilizzare dei rimedi naturali, le alternative sono veramente tante (e soprattutto rispettano il cuoio capelluto del bambino). Vediamo quali sono le più utili:

  • Aceto di mele: è considerato il miglior rimedio naturale contro i pidocchi. E' infatti efficace sia per uccidere il parassita che per eliminare le uova, senza bisogno di passare il pettine tra i capelli. Si può utilizzare applicando sui capelli una soluzione realizzata con 2/3 di acqua calda o tiepida ed 1/3 di aceto di mele. Eventualmente si può anche spruzzare sui capelli prima di andare a scuola.
  • Olio di oliva: si può utilizzare, facendolo scaldare e applicandolo su cute e capelli dopo averli lavati, lasciando agire per tutta la notte. Poi al mattino si possono lavare i capelli.
  • Olio di lavanda: si deve applicare sui capelli bagnati e massaggiare sul cuoio capelluto e su tutti i capelli. Bastano solo poche gocce, l'importante è che si tratti di lavanda pura. Oltre a regalare alla testa del bambino un delizioso profumo è anche efficace per tenere lontani questi odiosi parassiti.
  • Oli essenziali: come l'olio di lavanda, si possono utilizzare anche altri oli per eliminare i parassiti. Utili l'olio di tea tree, chiodi di garofano, cocco o gelsomino. Bastano poche gocce da aggiungere allo shampoo.
  • Maionese: si applica senza aver lavato i capelli. Si devono prendere un paio di cucchiai di maionese e ricoprire la cute e le radici dei capelli. Per rendere l'effetto più efficace, è meglio lasciar agire per circa 8 ore prima di sciacquare. Poi si devono lavare i capelli con acqua molto calda e passare il pettine per eliminare tutte le uova. Il procedimento si deve ripetere dopo circa 7/10 ore.
  • Infuso di foglie di eucalipto o di rosmarino: l'infuso si prepara facendo bollire due tazze di acqua con le foglie di eucalipto o con il rosmarino. Quando avrà raggiunto una temperatura tiepida (in modo da non far scottare il bambino), l'infuso deve essere messo sulla testa (dopo aver lavato i capelli) ed usato per massaggiare tutto il cuoio capelluto. Non occorre risciacquare.

Come eliminare i pidocchi in casa

Se il bambino ha preso i pidocchi, oltre ad eseguire il trattamento sui suoi capelli (e su quelli di tutti gli altri componenti della famiglia), si dovranno lavare lenzuola e vestiti ed, eventualmente, anche pupazzi o giocattoli con cui il bambino è stato a contatto. Vestiti e lenzuola dovrebbero essere lavati a temperature molto elevate e poi stirati con il ferro a vapore. Se avete una scopa a vapore, è utile anche pulire i pavimenti di casa, per eliminare eventuali batteri. Per ottenere un migliore risultato, è bene aggiungere limone e aceto all'acqua del lavaggio. I pupazzi o eventuali capi di abbigliamento che non si possono lavare ad alte temperature devono essere chiusi in una busta, sigillata ermeticamente, e lasciati per circa 7/10 giorni. Ricordatevi di lavare bene anche spazzole e pettini.

Come eliminare le lendini

I prodotti antiparassitari uccidono i pidocchi all'istante, ma per risolvere del tutto il problema, bisogna eliminare anche le uova (ovvero le lendini) dai capelli. Per staccare le uova rimaste sui capelli è utile pettinare i capelli accuratamente con l'apposito pettine a denti stretti che si può comprare in farmacia insieme all'antiparassitario. Dopo aver utilizzato il prodotto antiparassitario, si possono sciacquare i capelli con l'aceto in modo da eliminare una parte delle lendini. E per terminare il trattamento si utilizza il pettine (meglio se di metallo) per togliere le lendini rimaste attaccate al cuoio capelluto o ai capelli stessi. E' sempre meglio controllare una ciocca di capelli per volta in modo da eliminare tutte le uova ed evitare che si schiudano. Una operazione non velocissima, ma indispensabile per evitare che i pidocchi ritornino.

Come debellare i pidocchi resistenti nei bambini

Cosa fare se le lendini o i pidocchi sono resistenti al prodotto antiparassitario e tornano? Prima di tutto bisogna sapere che i pidocchi possono tornare, soprattutto se in classe ci sono altri bambini che li hanno presi oppure se non sono state tolte tutte le lendini. Una volta fatto il primo trattamento, sarebbe utile ripeterlo dopo una settimana circa. E comunque l'unico consiglio veramente utile, se si verificano casi di pidocchi in classe, è prima di tutto di avvisare le maestre, in modo che possano comunicarlo anche agli altri genitori. E poi controllare bene i propri bambini, per intervenire tempestivamente in caso di presenza di pidocchi o lendini. Il controllo accurato, unico al corretto trattamento, è l'unico vero modo per riuscire a debellare i pidocchi. Se, infatti, non si eliminano tutte le uova, il problema ritornerà dopo pochi giorni.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0