gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Il cambio del pannolino per lei

/pictures/20150722/il-cambio-del-pannolino-per-lei-4219347109[5425]x[2262]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come si prepara concretamente il “pit-stop” cambio quando il neonato è una bambina? Ecco i consigli di una mamma per cambiare il pannolino

Come si cambia il pannolino a una bimba

Cambiare il pannolino ad un neonato è prima di tutto un atto di coraggio. Persone tutte d'un pezzo e intraprendenti nella vita di tutti i giorni hanno vacillato di fronte ad un pannolino pieno di pipì o di cacca. I primi momenti effettivamente si è un po' spaesati, ma è come andare in bicicletta: una volta imparato non si dimentica più.

L'importante è acquistare dei pannolini della giusta taglia: di solito viene indicata da un numero che corrisponde ai chili del bambino. Ricordatevi: un pannolino grande è l'equivalente di una scarpa di un numero in più. Si rischia di inciampare e cadere nelle produzioni organiche che possono finire sul pavimento prima che addosso alla vostra maglietta bianca.

Come si prepara concretamente il “pit-stop” cambio quando il neonato è una bambina?

  • Per prima cosa bisogna disporre tutto l'occorrente in modo da non dover correre con un sedere puzzolente vicino alla faccia qualora ci si fosse dimenticati qualcosa.
  • Tutto ciò di cui si ha bisogno è: un telo o asciugamano, salviettine, crema per gli arrossamenti da pannolino.
  • Si appoggia la bambina delicatamente sul fasciatoio, le si fa qualche smorfia buffa per giocare con lei e rendere il momento più divertente e poi si procede con l'operazione che mette a dura prova anche i più impavidi.

Supponiamo ad esempio che la vostra dolce creatura abbia fatto la cacca, ma non quella che vi immaginate, di più: pupù liquida. Quest'ultima ha la particolare capacità di essere come il blob: si espande dappertutto e probabilmente avrà sporcato come se non ci fosse un domani.

  • Ecco quello che dovete fare: prima di tutto siate concentrati come se steste eseguendo un'operazione a cuore aperto.
  • Poi slacciate il pannolino, richiudetelo e intanto cominciate a pulire il sedere “incacchinato” - ma la stessa cosa vale anche per quando la bimba fa pipì – con qualche salvietta umidificata in modo da dare una prima grossolana pulita pulendo soprattutto le pieghette sulle cosce e sui genitali in modo che non rimangano tracce nascoste all'interno della vagina.
  • Poi si procede con l'acqua: meglio sciacquare con un detergente neutro – in commercio ne esistono moltissimi – per essere sicuri di aver compiuto una pulizia accurata. Mai, sia nel caso di pipì e di pupù, pulire dal sedere verso la vagina perché potreste diffondere batteri nei genitali.
  • Portate poi di nuovo la bimba sul fasciatoio, asciugatela - fate sempre attenzione alle labbra della vulva e alle pieghette delle gambe che devono essere perfettamente asciutte per non creare irritazioni – e procedete con il nuovo pannolino.
  • Sollevate le gambine o se preferite girate la bimba su un fianco, infilate sotto di lei il pannolino nuovo aperto con gli adesivi rivolti verso l'alto e sistematela in modo che aderisca bene.
  • Mettete un po' di crema alla zinco e richiudete il pannolino facendo combaciare i lembi davanti con gli adesivi che si trovano dietro la schiena della bambina.
  • Riallacciatele il body e rivestitela. Sollevatela e....ehi, cos'è questa puzza? Un sorriso sornione ve lo farà capire subito.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0