gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Vacanze: Bambini in fattoria

Una giornata o una vacanza a contatto con la natura, per far conoscere ai bambini, e non solo, gli animali e i sapori genuini della campagna

fattoria2Stanno spuntando un po’ ovunque, sull’onda del viver sano, le fattorie aperte. Recarsi in una fattoria significa venire a contatto con animali, piante, gusti e sapori ormai sconosciuti per i bambini di città. Molti infatti non hanno mai visto né una mucca, né un maialino se non in televisione o sui libri.

In alcune fattorie è possibile assaporare i prodotti ricavati con il latte delle mucche e delle capre presenti: nascono così gelaterie artigianali, yoghurterie, formaggerie in cui è possibile acquistare i prodotti o degustarli sul posto, di solito dotato di giardini a contatto con animali.
Sempre più le scuole e le associazioni organizzano gite per fare avvicinare i ragazzi alla natura. Sono le fattorie didattiche. E’ possibile seguire corsi di un giorno ma anche di più giorni per insegnare ai ragazzi a conoscere il processo che porta ad ottenere prodotti come il formaggio o il gelato, sicuramente dai gusti lontani da quelli dei prodotti del supermercato.
Le attività svolte all’interno delle fattorie didattiche cambiano in base alla locazione della struttura e con il susseguirsi delle diverse stagioni. Ma non ci sono attività solo per i bambini: anche per i più grandi questi luoghi sono ideali per imparare a dare il giusto valore alla semplicità ed alla serenità della vita contadina e a gustare i sapori genuini dei prodotti della terra.
 
fattoria3Uno dei siti più completi per avere una visione ampia sull’offerta delle fattorie didattiche in Italia è: http://www.bimbinfattoria.com/
Ma il boom delle fattorie didattiche non riguarda solo l’Italia, anzi, paesi come la Gran Bretagna e la Francia da anni hanno saputo far crescere il fenomeno delle fattorie didattiche. In Francia sono state censite circa 1400 realtà di questo genere. Sono numerose le fattorie urbane o City Farm, strutture situate in ambito urbano o periurbano, diffuse anche in Belgio, Germania, Gran Bretagna e in altri Paesi europei.
Nel 1990 le fattorie urbane si sono raggruppate in una rete, European Federation of City Farms (l’Efcf), con l’obiettivo di far scoprire ai cittadini il legame tra ambiente rurale e urbano. Purtroppo però le City Farms non sono sempre ben viste dagli agricoltori, che le considerano piuttosto simili a musei, lontane dalla reale vita rurale e per lo più poco rappresentative del duro lavoro dei campi. In Francia il coordinamento per city farm e fattorie didattiche risiede presso un istituto del Ministero dell’Agricoltura, la Bergerie National.

fattoria4fattoria-co-scritte

Per l’Unione Europea l’agricoltura moderna deve mirare ad un ruolo insostituibile nella promozione della sicurezza alimentare e nelle funzioni turistiche, ricreative ed educative. In questo modo l’attività agricola può determinare lo sviluppo sociale ed economico delle zone rurali, anche tramite la creazione di nuova occupazione.
Così il prossimo week end, o quando dovrete consigliare ad insegnanti e animatori dove portare i ragazzi in gita pensate ad una fattoria didattica, basta consultare siti delle regioni o dei consorzi agricoli

www.fattoriedidattiche.net
www.centoare.it
http://www.agricolturaitalianaonline.gov.it/

Paola Fabris
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0