gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Troppi giocattoli fanno male ai bambini?

Appena nato ed è già sommerso da mille giocattoli. Tra un compleanno e l'altro, la cameretta comincia a straripare di orsacchiotti, macchine, bambole, trenini, armi finte e pupazzi di eroi cinematografici. Farà male "assediare" i piccoli con tutti questi regali?

fleamarket_plastictoysAppena nato ed è già sommerso da mille giocattoli. Tra un compleanno e l'altro, la cameretta comincia a straripare di orsacchiotti, macchine, bambole, trenini, armi finte e pupazzi di eroi cinematografici. Farà male "assediare" i piccoli con tutti questi regali?
In realtà, i bambini hanno pochi giocattoli e tantissimi gadget senza importanza che non servono; semmai torna utile ai genitori.
Il regalino quotidiano serve a non far piangere il bambino, a tenerlo buono e soprattutto a colmare assenze o carenze affettive. A ricorrervi sono in particolare quei genitori che per ragioni di lavoro stanno fuori casa tutto il giorno: un giocattolo attutisce i sensi di colpa ed impegna l'attenzione del piccolo, che altrimenti reclamerebbe accanto a sé i genitori.
In verità, come spiega Giovanni Battista Orsi, direttore dell'Assogiocattoli, "le famiglie italiane non spendono moltissimo in giocattoli: in media 350-450 mila lire l'anno, e con questa cifra l'Italia si colloca tra le ultime in Europa. Ma mentre in altri paesi si privilegiano i giochi che coinvolgono tutta la famiglia, da noi spesso il genitore offre al bambino un regalo che avrebbe voluto per sé, che il piccolo non trova divertente e non sa usare".

In altri casi, si tratta di giochi che fungono da baby sitter: basti pensare a quelli emergenti, come i videogame o i dvd, che non richiedono alcuna collaborazione degli adulti e al bambino non resta che "guardare" senza creare disturbo. Insomma, dietro un eccesso di giocattoli si celano più motivazioni. Molti genitori poi non riescono a sottrarsi al martellamento pubblicitario e non vogliono "restare indietro" rispetto ad altre famiglie.

secchiellotesori02_1Ma quando il giocattolo sostituisce la presenza del genitore, il suo affetto, gli effetti possono essere devastanti: se il figlio entra in questa dinamica distorta, ne chiederà ancora altri entrando in un circolo vizioso, un rapporto fondato sul ricatto: faccio il bravo solo se mi copri il giocattolo che desidero. Un errore da cui si esce imparando ad offrire qualità invece che quantità.
Bisogna dare ai nostri figli materiali grezzi che li aiutino a creare il gioco, devono saper inventare degli oggetti e sviluppare la loro creatività che è sempre il modo più adatto a loro per imparare. Il giocattolo è quindi utile quando riesce a stimolare la fantasia e la voglia di inventare nel bambino.

Personalmente ritengo anche molto utili i giocattoli che richiedono la partecipazione di più persone che possono essere i genitori ma anche i coetanei. Un bambino deve saper giocare da solo ma anche saper gestire giochi di gruppo che stimolano il confronto, la cooperazione, una sana competizione ed infine la crescita. Basti pensare ai giochi di società a partire dal classico gioco dell'oca.

Forse il genitore deve recuperare nella sua memoria i suoi giochi infantili. Oggi si esce poco, si vivono poco la strada e il cortile. Sarebbe utile organizzare giornate di gioco non solo a casa ma anche all'aria aperta per stimolare il movimento; chi di noi non ricorda il mitico giocare “a nascondino”? Insomma gli adulti per primi devono recuperare la loro capacità di giocare in modo creativo perché giocare fa bene alla salute psichica non solo del bambino ma anche dei genitori. Anche i nonni e gli zii possono assumere un ruolo importante nell'ambito del gioco!

d.ssa Giuliana Apreda
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0