Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-ros
1 5

Timbri fai da te per riciclare ogni cosa

Carta e cartone, tappi, confezioni di plastica e di vetro, di solito trovano nuovi interessanti usi, che permettono di esercitare la creatività, risparmiare e non inquinare eccessivamente. Questi timbri sono un bellissimo esperimento di riciclo

adsense-foglia-300
Mi piace molto dare nuova vita agli oggetti usati: di solito non butto via nulla e cerco di riciclare il più possibile. Così carta e cartone, tappi, confezioni di plastica e di vetro... di solito trovano nuovi interessanti usi, che mi permettono di esercitare la mia creatività, ma anche di risparmiare un pochino sulla spesa e non inquinare eccessivamente il Pianeta.

Questi timbri sono uno dei miei primi esperimenti di riciclo: trattandosi di una cosa non vitale, mi ero riproposta di non spendere soldi nell'acquisto di materiali costosi per i miei hobby, e quindi ho provato ad ingegnarmi con ciò che già avevo in casa.
L'idea illuminante è nata leggendo un articolo su Cafè Creativo, il blog di Anna Drai, in cui si parla di timbri homemade e delle varie tecniche per realizzarli a costo zero.

Per qualche settimana ho dunque conservato i tappi delle bottiglie dell'acqua, del latte, ecc... tenendoli da parte per utilizzarli come supporti per i miei timbri. Ho poi recuperato dei sottobicchieri in sughero (Duga) che avevo acquistato da Ikea alla modica cifra di 1.49€ per 12 pezzi e li ho disegnati e tagliati con i disegni che mi servivano.

Poi ho provato a stampare utilizzando i colori a tempera, ma il risultato non è stato soddisfacente: il sughero è troppo poroso e con le tempere il colore non faceva in tempo a depositarsi sul foglio, che il sughero lo aveva già assorbito. Mi sono dunque messa alla ricerca della gomma crepla: un materiale che viene usato sia per le decorazioni dello scrapbooking, sia per creare appunto dei timbri casalinghi.

La gomma crepla costa molto poco e si trova in molti colori, anche se non è sempre facilmente reperibile. Per questo motivo ho ripiegato su un surrogato (costosissimo! 5.70€ per un foglio!) della gomma crepla: più gommoso e più spesso della prima.




 


Quindi mi sono munita di tampone con inchiostro e ho iniziato a fare le prove E ho scoperto che il sughero, con l'inchiostro, rende benissimo, e che ci si possono fare dei timbri più che dignitosi. Certo, l'effetto è differente: il sughero timbra in modo 'spugnoso', la gomma timbra in modo 'pieno'. Io ho ritagliato diligentemente tutte le mie formine, comunque, e con la supercolla le ho incollate sui tappi che avevo precedentemente conservato e questi sono i risultati. Altri risultati dignitosi si possono ottenere incidendo le gomme per cancellare, o usando la gomma pane, o infine usando il metodo che ci insegnavano le nostre nonne: usare una patata tagliata a metà, inciderla, e utilizzarla per un giorno come un timbro vero e proprio.




A cura di Mammafelice