gpt
gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Regali di Natale creativi per bambini dai tre ai cinque anni

/pictures/20161121/regali-di-natale-creativi-per-bambini-dai-tre-ai-cinque-anni-1014994430[1247]x[520]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-ros-0

Otto suggerimenti generali, ispirati al principio secondo il quale “il gioco libero è un gioco che libera lo spirito”, per regali di Natale creativi per bambini dai tre ai cinque anni

Regali di Natale creativi per bambini

Avvicinandosi le feste di Natale, i nonni e gli amici hanno iniziato a chiederci cosa possono regalare alle nostre bimbe. Ho pensato ai giochi che hanno più successo in casa nostra ed è facile scoprire che quelli più semplici sono alla fine quelli preferiti. Per scelta, non ci siamo mai riempiti la casa di oggetti: per me è importante che le mie figlie imparino a inventarsi i giochi e ad amare le cose con cui giocano. Credo sia anche molto importante che i bambini, nel gioco, sperimentino il più possibile e che in questo trovino risposte alle domande che si fanno sul mondo. Non presenterò un elenco di oggetti, quindi, ma otto suggerimenti generali ispirati al principio secondo il quale “il gioco libero è un gioco che libera lo spirito” (Opie e Opie).

  • Sporcarsi le mani

In quanti modi ci si può sporcare le mani, giocando in casa? Beh, un bambino sarà felice di sperimentarli tutti! Plastilina, colori, colla, farina, acqua, terra... Esistono confezioni pronte, con strumenti e materiali vari, ma si può anche creare una confezione con elementi fatti in casa: tanto l'unico ingrediente davvero indispensabile è che ci si diverte di più se si gioca insieme.

Lavoretti di Natale per bambini
  • Conoscere la natura

Si possono comprare dei bellissimi cofanetti per sperimentare la coltivazione delle piante, ma ogni vaso di fiori, ogni casetta per gli uccellini rappresenta un'occasione per interessarsi della natura e iniziare a prendersene cura. Da qualche mese, ad esempio, seguiamo affascinati le fasi della luna, l'avvicendarsi di giorno e notte, l'accendersi di stelle e pianeti: in internet si trovano simulazioni del sistema solare e mappe stellari per riconoscere gli astri visibili notte dopo notte. Alzare gli occhi al cielo e scoprire i segreti della notte è un regalo molto avventuroso.

  • Conoscere qualcosa di nuovo

Non tutti i giochi permettono di scoprire qualcosa di nuovo. Alcuni giochi sono nuovi per dieci minuti, poi finiscono a terra e i bambini trovano più interessanti gli scatoloni e la carta regalo. Perché? Perché questi non hanno forma e sono plasmabili dai bambini per scoprire (e scoprirsi). Perché insegni qualcosa di nuovo, un gioco deve essere adatto all'età, alle capacità e agli interessi del bambino e deve proporgli un modo nuovo di interagire con le proprie competenze.

  • Superare i luoghi comuni

I negozi spesso non sono i luoghi migliori, per cercare qualcosa di originale. Le proposte sono sempre più ricche di luoghi comuni: per le bambine il rosa e le attività di cura (stirare, cucinare), per i bambini il blu e attività che stimolano la forza, l'aggressività, la socializzazione fuori di casa (trattori, viti e bulloni, moto). Per superare questi luoghi comuni, lasciamo ai bambini la possibilità di sperimentare il gioco nel modo più creativo e libero: esistono strumenti per il gioco di ruolo (dal ferro da stiro alla cucina) in colori neutri, adatti per bambini e bambine; esistono macchinine e costruzioni altrettanto neutre, non proposte per i soli maschietti, in colori e confezioni neutre. Se regalerete ad una bambina una confezione per giocare al dottore e non all'infermiera, se regaleremo un cappello da cuoco e non (solo) un trattore ad un bambino, i loro sogni saranno un po' più liberi. E la nostra società anche!

  • Imparare l'arte e metterla da parte

Se non si esagera con gli impegni extrascolastici, un corso di musica, lingua, arte o sport, può diventare un'occasione importante per esplorare le proprie passioni in modo ludico. Un'idea anticrisi molto interessante e creativa è quella di organizzare dei playgroup informali tra amici, mettendo in comune le risorse dei genitori per organizzare un gruppo gioco a misura dei vostri bambini. Ci sono playgroup in cui si condivide la spesa per un docente e altri in cui i genitori stessi si alternano per proporre attività ai bambini. Si impara, imparando anche a condividere e a stare insieme.

  • Affrontare le paure

Quando un bambino piccolo ha una paura, due sono gli atteggimenti che ci vengono più spontanei: proteggerlo o metterlo a confronto diretto con le sue paure. Una terza via, intermedia, è possibile, ed è quella di parlare con i bambini delle loro paure in modo non diretto, attraverso il gioco o i libri. Se un bambino teme i rumori forti e ha paura degli operai che ristrutturano la casa vicino all'asilo, un kit per il gioco di ruolo può aiutarlo a capire da dove nasce il rumore, e perché. I libri più importanti per i bambini di questa fascia di età parlano di lupi e combattono mostri. Un classico di questo genere è quello che racconta le avventure di Max “Nel paese dei mostri selvaggi”. E ci dispiace molto che non sia ancora stato tradotto in italiano Rosi e la galleria dei mostri, che abbiamo da poco scoperto in una piccolissima ma accogliente sala a Palazzo Blu a Pisa: una visita alla mostra ci ha regalato però una nuova amica molto coraggiosa, che cavalca draghi volanti.
 

consigli-regali-natale-creativi-bambini

  • Costruire la pace

Costruire la pace, è un gioco? Sicuramente no, ma si può iniziare anche dai giochi, trasmettendo ai bambini e alle bambine il rispetto, di loro stessi e degli altri. E insegnando a mettere in pratica qualcosa di più grande ancora del rispetto: l'empatia, la compassione. Se si scelgono videogiochi o giochi da tavolo, si possono preferire quelli non competitivi: costruire insieme un castello o una mappa e non fare a gare a chi finisce prima o fa il castello più grande è un piccolo esempio per dire come ogni attività può essere organizzata e scelta in versione 'non competitiva' per insegnare ai bambini a collaborare e non sempre e solo a vincere.

Il gioco è uno strumento potente per potenziare l'autostima nei bambini e nelle bambine: “esercitando l'immaginazione come fosse un muscolo, apprendiamo a risolvere i problemi, a superare le difficoltà della vita e raggiungiamo la nostra comprensione 'a livello di bambino' delle complessità dl mondo” (Deborah Plummer).  

Link di approfondimento

Attività per poteziare l'autostima nei bambini e nelle bambine. I giochi non competitivi
Parlare con i bambini della compassione
Sono io il più bello
Carte geografiche in pasta di sale
Simulazioni del sistema solare
Nel paese dei mostri selvaggi. Video lettura
Palazzo Blu a Pisa

 

 

/var/www/orion/src/Orion/FrontendBundle/Resources/views/Templates/pianetamamma/advblocks/adv-block-pm-natale.html.php
gpt native-bottom-foglia-ros-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-ros-0-0