Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Realizzare una lavagna di feltro (felt board)

La lavagna di feltro è un modo semplice ed economico per fare avvicinare i bambini alle forme, all’orientamento spaziale e al disegno. E’ un gioco molto semplice, perchè consiste nel fornire gli strumenti che poi vengono utilizzati in maniera libera dal bambino

Scritto da Mammafelice

La lavagna di feltro è un modo semplice ed economico per fare avvicinare i bambini alle forme, all’orientamento spaziale e al disegno. E’ un gioco molto semplice, perchè consiste nel fornire gli strumenti (o meglio, i pezzi di feltro), che poi vengono utilizzati in maniera libera dal bambino.

Un modo per liberare la creatività e la fantasia. Per disegnare all’infinito nuove forme e nuovi paesaggi. E anche per orientarsi nello spazio del ‘foglio’, assemblando i pezzi con un ordine sensato.


LEGGI ANCHE: Giochi istruttivi: il percorso didattico dai 12 ai 24 mesi


Per creare una lavagna di feltro verticale, esteticamente gradevole e anche facile da appendere al muro, si può utilizzare una cornice di legno leggera, il cui pannello interno può essere rivestito di feltro 'adesivo'.
Per creare una lavagna orizzontale, si può invece utilizzare un’asse di legno rivestita con un lenzuolo o con del pannolenci.
O, come nel mio caso, una tavola di cartone rigido avvolta con una federa di un cuscino. La vera felt board è cosparsa di colla spray (tipo questa Elmers) e trattata in modo che, tenendola in verticale, le figure possano essere attaccate e staccate a piacimento (come queste di Three sneaky bugs).

Oppure può essere creata utilizzando il feltro o il velluto adesivi, che però sono sicuramente più costosi (come nell’esempio di Martha Steward) (GUARDA).
Nel mio caso ho preferito una felt board ‘orizzontale’, perchè così può essere riposta facilmente in un angolo della casa, senza occupare spazio.


LEGGI ANCHE: Cibi giocattolo in pannolenci



Ho creato una specie di panorama cittadino, con il parco, i bambini, un laghetto con le barchette, e poi la strada con le macchine, la ferrovia... Ma gli ambienti da realizzare sono moltissimi e dipendono dalla propria fantasia. Soprattutto per i più piccoli di solito è preferibile iniziare con forme geometriche quali: cerchi, rettangoli, quadrati, rombi... in modo da facilitarli nella creazione di disegni più semplificati.

Accanto alla feltboard si può anche mettere un disegno o una figura stampata, invitando il bambino a riprodurla fedelmente, utilizzando i pezzi a sua disposizione... in questo modo può coordinare insieme l'attività logica, creativa e spaziale.



Tutti i pezzi sono tagliati dal pannolenci e avvicinati tra loro in modo da formare le figure. Il gioco risulta sempre diverso, perchè più pezzetti di pannolenci si ritagliano, più paesaggi è possibile inventare. Alla fine del gioco si ripongono tutti i pezzi in una scatolina, mescolandoli, e la volta successiva si reinventa un altro ambiente, anche proponendo, di volta in volta, un tema su cui il bambino possa sbizzarrirsi esercitando la sua fantasia.

Per realizzare un gioco simile a costo zero (LEGGI), si possono utilizzare ritagli di giornale, cartoncino colorato, bottoni e piccoli nastri, chiedendo al bambino di assemblarli per creare le figure. Ritagliando le forme dai giornali, sarà anche possibile comporre dei puzzle, insegnando al bambino a ricostruire le figure originali che avevamo scelto.

Altre idee da copiare:
Felt board group su Flickr ; Jchandmade ; Namztis ; The artful parent ; Chasing cheerios ; The long thread