gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Prima neve per tuo figlio: dritte e consigli

/pictures/20160105/prima-neve-per-tuo-figlio-dritte-e-consigli-2366790396[2443]x[1018]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Come vivere l'esperienza della prima neve con i bambini? Ecco qualche dritta per portare i neonati sulla neve

Neonati sulla neve

Per qualcuno non è necessario partire con bagagli e sci e andare fino alla montagna per vedere la neve. Nei mesi invernali può capitare che nevichi anche in città. Come vivere l'esperienza della prima neve insieme ai bambini piccoli? E' giusto farli uscire anche quando c'è la neve? Come è meglio vestirli? Quali accortezze è bene usare per proteggerli dalle malattie da raffreddamento? Ecco come portare i neonati sulla neve

Tante domande alle quali tentiamo di dare una risposta.

Passeggiata quotidiana

I bambini devono uscire se c'è il sole, anche quando fa freddo e anche quando c'è la neve.

I raggi, seppur deboli, del sole, favoriscono la produzione di vitamina D e l'aria aperta rafforza le difese immunitarie, stimola l'appetito e riduce i sintomi delle allergie. L'importante è non esporre il bambino al freddo eccessivo. Se il piccolo è sul passeggino è importante ricordare che stando fermo, immobile, potrebbe sentire ancora più freddo quindi è bene avere un passeggino super accessoriato, con copertina calda, plastica per proteggerlo dal vento, cappottina e ogni altro accessorio utile a tenere il bambino al caldo.

Come vestire il bambino sulla neve

Quando fa freddo i bambini vanno vestiti in modo adeguato. Un body in caldo cotone o lana, calzamaglia di lagna, calzini, una maxi tuta imbottita impermeabile a pezzo unico con cappuccio, cappello di lana che copra anche le orecchie. Se si passa da un luogo esterno ad un interno e riscaldato è bene alleggerire il piccolo, così non rischierà di aver un colpo di freddo quando uscirà nuovamente. Se il piccolo cammina già è bene fargli indossare degli scarponcini da neve antiscivolo e impermeabili. Particolare attenzione alle manine: devono essere ben protette da guanti imbottiti e, se il bambino ha già l'età per giocare con la neve, impermeabili.

Attività e giochi

La neve è un grande attrattore per i bambini che appena muovono i primi passi possono giocare con essa. Tante le idee-gioco: con i secchielli e le palette che si usano in spiaggia si possono costruire castelli e formine di neve, si può realizzare una montagna di neve da abbellire con pezzi di legno e foglie, si possono fare le palle di neve e, per i più pazienti e creativi, addirittura un piccolo pupazzo di neve (non scordate accessori importanti come la carota per fare il naso del pupazzo e un cappello da mettergli in testa).

Bambini piccoli sulla neve: cosa fare

Protezione della pelle dei bambini in montagna

La pelle dei bambini è molto vulnerabile di fronte all'aggressione degli agenti atmosferici. Quindi, esattamente come facciamo d'estate per proteggere il viso dai raggi del sole dobbiamo spalmare una crema protettiva e nutriente.
Le labbra vanno protette con il burro di cacao. La sera se la pelle del viso e delle mani è arrossata spalmare un velo di crema alla vitamina E.

I consigli degli esperti in materia di salute

Il Ministero della salute invita a non far uscire i bambini nelle ore più fredde della giornata (al mattino presto e quando cala il buio), di vestirli in modo corretto  e di fare particolare attenzione all'alimentazione quando le temperature sono parecchio rigide:

  • assumere pasti e bevande caldi. L'organismo deve produrre maggiore calore interno e epr questo bisogna aiutarlo con il consumo di adeguate quantità di liquidi e di cibi
  • bere almeno 2 litri di liquidi al giorno, preferire bevande calde come té e tisane, o anche semplici spremute d'arancia, che forniscono vitamina C, utile per aiutare il sistema immunitario
  • assumere pasti a base di frutta e verdura che contengono vitamine e sali minerali, molto utili per difendersi dalle insidie del freddo. In generale sono consigliati tutti gli alimenti contenenti beta carotene ( precursore della vitamina A), in grado di stimolare le difese immunitarie e anche gli alimenti contenenti vitamina E.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0