gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Pokémon GO: cosa è e perché piace così tanto ai vostri figli

Il 15 luglio anche in Italia potremo scaricare Pokémon GO, il gioco più amato dai bambini. Ecco come funziona e perché piace tanto

Pokémon GO come funziona e perché piace ai bambini

Pokémon GO, la vera mania di questa estate. Mancano poche ore al lancio anche in Italia di questo nuovo gioco firmato Niantic per Android e iPhone che permette di cercare i famosi Pokémon nel mondo reale grazie alla realtà aumentata.

Negli Stati Uniti il gioco è già stato scaricato 7,5 milioni di volte dal 6 luglio scorso, giorno del rilascio, e centinaia di persone, adulti e bambini, stanno girando per le strade delle città, smartphone alla mano, per catturare più di 100 specie diverse di Pokémon.

Come funziona Pokémon GO

In pratica il mondo reale si popola di queste creature fantastiche - che vanno catturate e conservate nelle diverse Poké Ball – e va esplorato alla ricerca dei Pokémon, Poké Ball ed altri oggetti utili.

Mentre si è in giro per la città (reale!) lo smartphone emetterà una vibrazione per segnalare la presenza di un Pokémon nelle vicinanze. Bisognerà provare ad inquadrarlo con il telefono e catturarlo lanciandogli una Poké Ball, non sarà facile perché il Pokémon proverà a scappare. Inoltre in luoghi importanti della città, come opere di interesse storico o monumenti, ci saranno dei Pokéstop, posti dove si possono reperire oggetti utili per la caccia.

Più Pokémon si catturano e più si arricchisce il proprio Pokédex, un vero e proprio raccoglitore, e si potrà salire di livello come allenatore, si può personalizzare il proprio Avatar in modo tale da apparire come si desidera agli occhi degli altri giocatori che visiteranno la Palestra di cui si fa parte.

Ad un certo punto del gioco si potrà entrare a far parte di una squadra e si potranno sfidare gli Allenatori delle altre squadre.

Come educare i bambini all'uso dei videogiochi

Perché Pokémon GO piace così tanto

Pokémon GO è indubbiamente una piccola, grande rivoluzione nel mondo dei videogiochi: il videogame di Niantic è uno dei più amati e utilizzati in tutto il mondo da molti anni, e l'arrivo dei Pokémon su smartphone contribuirà senza dubbio alla sua diffusione.

Permette di mescolare realtà virtuale e mondo reale in un'avventura unica nel suo genere. Trasforma la propria città in un mondo fantastico popolato da creature mitiche che fino a oggi era possibile vedere solo sulla propria consolle e mette alla prova le proprie abilità di cacciatore direttamente sul campo, con movimenti reali.

Allora, appuntamento il 15 luglio con Pokémon GO e per chi volesse conoscere sin da oggi qualche trucco e qualche segreto per catturare Pokémon speciali i redattori di Games.it hanno già qualche dritta.

Telefono Azzurro e Pokémon Go

Telefono Azzurro mette però in guardia sui rischi di alcuni giochi online per bambini e adolescenti. Nello specifico, la realtà aumentata e la geolocalizzazione che costituiscono i principi fondamentali di Pokémon Go, rischiano di esporre i piccoli giocatori a non pochi pericoli, primo tra tutti l'adescamento da parte di adulti, con gli scopi più diversi, dalla rapina all'abuso sessuale. Questo perché le basi del videogioco sono associati al mondo reale: per catturare i pokemon occorre spostarsi fisicamente nello spazio. Episodi come quelli del Missouri dove tramite l'applicazione quattro rapinatori armati hanno attirato e derubato 11 adolescenti in una zona isolata, non devono più accadere. Inoltre bisogna fare attenzione a non provocare incidenti stradali per distrazione, perché si è intenti a catturare i pokemon.

Nel mondo virtuale, purtroppo, le differenze di età sono annullate. E questo rischia di essere una grossa fonte di pericoli per i minori, che si ritrovano soli e senza difese, esposti alle mire di malintenzionati - ha commentato Ernesto Caffo, Presidente di Telefono Azzurro e docente di Neuropsichiatria Infantile - E’ proprio in questi spazi, che si insinuano sempre di più i fenomeni dell’adescamento online e della pedofilia. Da un lato, occorre che bambini e ragazzi sviluppino una maggiore responsabilità nell’uso di questi strumenti. Su questo Telefono Azzurro promuove, da anni, attività di prevenzione, formazione nelle scuole, ascolto e intervento, con l’obiettivo di promuovere un uso sicuro del web. Dall’altro, sono le aziende sviluppatrici di nuove tecnologie a dover giocare un ruolo chiave per garantire che gli strumenti da loro promossi non possano in nessun modo mettere a rischio i minori

Per promuovere il tema della sicurezza in Rete, Telefono Azzurro ha lanciato la campagna DIVENTA UN DIGITAL SUPPORTER #TAdigitalsupporter, che mira a costituire una rete di volontari digitali pronti a diffondere attraverso i social informazioni e materiali sul tema dell’Internet sicuro e segnalare potenziali pericoli. chiamando subito l’1.96.96 o scrivendo a www.azzurro.it/chat.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0