gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

I Kapla: metodologie manipolative per insegnare la matematica ai bambini

/pictures/20141120/i-kapla-metodologie-manipolative-per-insegnare-la-matematica-ai-bambini-3669727585[1008]x[420]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

I mattonicini in legno Kapla sono degli oggetti utilizzati per insegnare la matematica attraverso l'esperienza sensoriale. Ma quali sono i vantaggi di questo approccio educativo?

Giocare con i Kapla

Entrando in una scuola elementare della mia città, noto che alcuni dei bambini più grandi hanno indossato gli stivali di gomma, ma che, invece di andare a fare ricreazione nel parco, si sono fermati sotto il porticato a giocare con dei mattoncini di legno, utilizzati nella scuola come materiale didattico per l'insegnamento della matematica.

Quando suona la ricreazione, di solito, la lezione finisce. Qui oggi questo non accade: pur essendo in legno, tutti uguali e senza effetti speciali, questi mattoncini sembrano calamitare l'attenzione dei bambini che continuano a toccarli, comporli, scomporli. Discutono, collaborano, pianificano. Montano e smontano, senza distrarsi.

Sviluppare il potenziale del linguaggio nei bambini 0-3: quando inizia la competenza matematica?

Con cosa stanno giocando? I mattonicini in legno sono i Kapla, uno degli oggetti utilizzati per insegnare la matematica attraverso l'esperienza sensoriale. In realtà, gli oggetti in sé non insegnano direttamente, ma permettono all'insegnante di aiutare i bambini a sviluppare la riflessione intorno ad alcuni concetti. Il processo di apprendimento che sfrutta questo tipo di attività vede tre attori coinvolti: i bambini, il materiale da manipolare e l'insegnante.

gpt native-middle-foglia-bambino

I bambini interagiscono tra loro e con il materiale, mentre l'insegnante li stimola a rielaborare ogni loro scoperta in termini sempre più astratti. Ad esempio, attraverso la manipolazione, i bambini fanno esperienza di quei concetti che, negli ultimi anni della scuola primaria, serviranno loro per lo studio delle frazioni.

Per scoprire di più su questo tipo di attività, ho chiesto alla Direttrice didattica della scuola, Julia Rhian Saadat, di raccontarci come questi materiali sono utilizzati nella didattica di tutti i giorni. "Per i bambini è molto importante imparare attraverso materiali che incoraggiano l'esperienza diretta e il coinvolgimento. “Giocare” è l'attività attraverso la quale i bambini danno senso al loro mondo e, come suggeriscono molti studi, continua a rivestire questo ruolo per tutta la nostra vita! In questo senso, il gioco offre la possibilità di un apprendimento autentico: quando un bambino gioca con i Kapla, o materiali simili, opera in modo spontaneo i concetti basilari che riguardano le forme, il peso, le misure, la posizione, l'equilibrio.

La ricerca come metodo: per imparare e per insegnare

Quando il bambino diventa più abile, la torre diventa più alta e le esperienze più complesse: riflette sulle qualità della simmetria e sugli elementi che rendono forte o debole una struttura.... senza dimenticare che, in questo modo, scoprono anche la bellezza delle loro produzioni e la gioia dell'apprendimento. Inoltre, i bambini sono stimolati a giocare insieme e questo rafforza le loro competenze nella relazione, e insieme li stimola ad imparare gli uni dagli altri. Consideriamo anche che l'apprendimento basato sull'esperienza diretta insegna ai bambini ad assumersi dei rischi e a lavorare sulla base delle conoscenze pregresse: due pilastri fondamentali per un apprendimento efficace.

L'importanza del gioco libero nei bambini

Inoltre, con i Kapla, parte del divertimento è proprio legato alla caducità di ciò che si costruito e questo permette ai bambini di accogliere i concetti della 'ricostruzione' e della perseveranza come parte stessa del gioco, e, quindi, della vita."

Queste attività possono essere potenziare attraverso un incontro di sperimentazione e creazione: ci può raccontare come avete affrontato questo momento di formazione?

"Il Cantiere dei Sogni è stato una bellissima esperienza per tutti noi, l'occasione per sperimentare figure più ardite del solito: i bambini di tre e quattro anni hanno costruito un villaggio, i più grandi hanno realizzato due giraffe e i bambini della primaria hanno imparato a dare forma a strutture circolari e ad un lunghissimo bruco. La festa è stata per noi anche un modo per condividere con le famiglie un'esperienza di apprendimento intensa, in cui abbiamo visto che i bambini, quando costruiscono, ragionano da ingegneri e architetti, imparano a riflettere, a considerare diverse opportunità e a valutare la migliore. Imparano a conoscere meglio anche se stessi e il loro livello di abilità, trovando l'interesse e la motivazione per migliorarsi."

Per maggiori informazioni: Il cantiere dei sogni della The Bilingual School of Lucca

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0