gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Il disegno dei bambini come strumento espressivo

Soprattutto in età pre-linguistica il disegno è uno strumento espressivo molto utilizzato dal bambino. Molte tecniche di valutazione clinica infantile sono basate sull’analisi del disegno, considerato specchio di dinamiche emozionali e del progressivo sviluppo cognitivo

Soprattutto in età pre-linguistica il disegno è uno strumento espressivo molto utilizzato dal bambino. Molte tecniche di valutazione clinica infantile sono basate sull’analisi del disegno, considerato specchio di dinamiche emozionali e del progressivo sviluppo cognitivo.



LEGGI ANCHE: Il linguaggio dei bambini: il disegno



Infatti l’abilità grafica evolve non solo in corrispondenza dell’aumento dell’età anagrafica, ma anche rispetto ai progressi nelle abilità mentali. Paragonando diversi disegni, prodotti in età differenti dallo stesso bambino è infatti possibile apprezzare concretamente il progresso nell’acquisizione di abilità cognitive e rappresentative. Naturalmente il felice sviluppo del grafismo infantile è strettamente dipendente dalla capacità di controllo della motricità della mano, dallo sviluppo della vista e dalla coordinazione occhio-mano.



Sembra inoltre che anche il livello di sviluppo del linguaggio influisca in un certo modo sulla produzione grafica, nel senso che difficilmente il bambino disegna spontaneamente oggetti che non è in grado di denominare. Ecco perchè il disegno rifletterebbe aspetti del livello di conoscenza del mondo circostante da parte dell’infante. Man mano cioè che il bambino prende coscienza della realtà è naturale per lui rappresentarla nel disegno: quando ad esempio viene compreso che che nella pancia della propria madre c’è un fratellino è frequente che egli lo rappresenti nel disegno, come se la pancia fosse trasparente e si potesse scorgere il bambino al suo interno.



LEGGI ANCHE: Disegni da colorare: quelli di Barbie- Il segreto delle Fate



Vi è una naturale evoluzione del disegno del bambino da una proto-fase di produzione di scarabocchi a iniziali forme di ominidi circolari e poco caratterizzati. Gradualmente, in genere tra i cinque e i sette anni, si passa da questo tipo di rappresentazione cefaloide ad una forma ovoidale, nella quale vengono inseriti altri elementi grafici. Fino ai quattro-sei anni i rapporti spaziali non sono assolutamente rispettati. Le figure sono giustapposte secondo criteri di vicinanza, o di ordine. Solo intorno agli otto anni compaiono i primi elementi spaziali di tipo “euclideo”, cioè il rispetto delle dimensioni reciproche tra gli elementi rappresentati, delle distanze o della prospettiva.
Lo studio delle tecniche grafiche infantili dal punto di vista della psicoanalisi ha invece prodotto una serie di considerazioni riguardo lo sviluppo emozionale del bambino. Ad essere presi in considerazione non sono qui solamente i parametri quantitativi, ma anche aspetti qualitativi, come il tratto, le dimensioni, l’utilizzo dello spazio, i colori, l’utilizzo delle linee e degli angoli.

disegno-bambini


E’ interessante notare come alcuni disturbi ad esordio precoce possono essere evidenziati dall’analisi del disegno: tra essi per fare qualche esempio il ritardo mentale, le psicosi, sintomi ossessivi, la presenza di un distrubo da stress post-traumatico. Ma dall’analisi attenta di un disegno si può anche evincere la presenza di un disagio emotivo, che non viene altrimenti verbalizzato o comunicato.

La valutazione della produzione grafica del bambino rispetto alla sua età e alle sue potenzialità di sviluppo può dunque essere un elemento utile per la prevenzione e per l’individuazione del disagio infantile.

Naturalmente l’attendibilità di questa valutazione può essere garantita esclusivamente dall’esperienza di un professionista competente in materia


Dott.ssa Isabella Ricci
Psicologa
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0