gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Giochi per l'intelligenza. Stimolare la capacità di esprimersi.

La capacità di raccontare e inventare storie inizia proprio intorno ai due anni e non finisce mai di affinarsi. Serve allo studio, ma anche alla rielaborazione e alla condivisione del proprio vissuto

a cura di Parlare con i bambini


Proprio ieri mia figlia, quasi due anni e mezzo, ha preso la tovaglietta dei Barbapapà e se la guardava come un giornale, facendo voci e inventando trame:
-Che fai amore?
-Io leggio etto libo.



LEGGI ANCHE: Giochi per l'intelligenza: orientarsi nel tempo



Non saprei dire come abbia fatto a trasformare una tovaglia in un libro, o perché. Ovviamente ne sono stata sorpresa e ho pensato che lasciarla libera di esplorare e scegliere i suoi interessi l'aiuti a guardarsi intorno senza pregiudizi e con curiosità: spero solo che questa fantasia non si esaurisca mai. Leggere le cose intorno a sé ed essere capaci di esprimersi sono due competenze che ne racchiudono molte altre e che possono essere viste come simboli della capacità di relazionarsi con gli altri, ascoltando e leggendo quello che ci circonda e tirando fuori, nel modo giusto, quello che abbiamo dentro.



La capacità di raccontare e inventare storie inizia proprio intorno ai due anni e non finisce mai di affinarsi. Serve allo studio (LEGGI), ma anche alla rielaborazione e alla condivisione del proprio vissuto. E' stato detto, ad esempio, che "lo sviluppo della competenza narrativa deve essere quindi riconosciuto come un fattore di crescita fondamentale nei processi maturativi, sia in quanto assicura un adeguato controllo di funzioni cognitive complesse, sia per il suo possibile ruolo protettivo nelle situazioni nella quali la continuità esistenziale del Sé è sotto minaccia, come accade a seguito di eventi catastrofici, traumatici o logoranti (abuso e maltrattamento, discriminazione)".



LEGGI ANCHE: Giochi d'intelligenza: se un problema diventa un'opportunità per imparare



Possiamo coltivare questa capacità inventando giochi di denominazione o storytelling: ad esempio, si possono ritagliare figure da una rivista (in questi giorni stiamo de costruendo un catalogo di giocattoli in legno) e impararne i nomi, poi usare le immagini per lasciare liberi i bambini di inventare una o più storie. La raccomandazione più importante è quella di creare momenti di gioco, di lasciare spazio alle scelte alle preferenze ai gusti di ogni bambina o bambino, senza prefissarsi mete se non la condivisione di una passione.



LEGGI ANCHE: Giochi per l'intelligenza: sviluppare la memoria uditiva




Vi presento, se non la conoscete già, una bambina che di questa passione della parola ha fatto un sogno e un impegno civile: Adora Svitak è considerata un 'piccolo gigante letterario' perché scrive dall'età di cinque anni: Adora, inoltre, rivela come le parole non siano solo un mezzo di espressione artistica, ma anche di impegno civile, di condivisione e provocazione: oltre a sostenere l'importanza della cultura e l'alfabetizzazione per tutti; ci dice che non solo lei, ma tutti i bambini e le bambine hanno diritto di essere ascoltati e non devono solo essere visti come qualcuno da educare, a cui insegnare. Vi suggerisco questo video (GUARDA IL VIDEO): di per sé un ottimo esempio di quanto le bambine e i bambini  possano insegnarci, riconoscendo loro, ogni giorno, il diritto di espressione!

giochi-intelligenza-stimolare-capacita-di-esprimersi


Contatti

Resta in contatto seguendo il blog attraverso la Newsletter , oppure unendoti alla pagina Facebook Parlare con i bambini. Ci trovi anche su Instagram e Twitter


Link di Approfondimento

Lo sviluppo della competenza narrativa dai 2 ai 5 anni: raccontare storie aiuta a crescere forti
I diritti dei bambini: bambine e bambini maestri



gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0