gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Giocattoli eco: i nuovi cavalli a dondolo

Il cavallo a dondolo si aggiorna: da Rocco alle creazioni di Ineke Hans, ecco che il quattro zampe più amato dai bimbi diventa eco

È il puledro che tutti i bimbi possono avere, perché non ha bisogno di una cameretta grande, di una stalla vera e nemmeno di un recinto per galoppare: il cavalluccio a dondolo, un giocattolo di lungo corso eppure ancora gettonatissimo, si adegua ai tempi e si fa – complice una scelta sempre più ricca di modelli ad hoc – davvero sempre più ecologico.

Di certo la soluzione ecologicamente migliore per portarsi a casa un buon cavallino giocattolo riuscendo anche e soprattutto a risparmiare resta sempre il curiosare e cercare bene in giro per negozi di second-hand: a parte il fatto che allungare il ciclo di vita ad un oggetto che andrebbe altrimenti buttato evita lo spreco di acqua, energia elettrica, carburanti e le emissioni di C02 relativi allo smaltimento del giocattolo dismesso e alla costruzione di uno nuovo equivalente, acquistare un gioco usato, specie se fatto di legno, porta anche potenziali vantaggi aggiunti in termini di salute, per esempio esalazioni di formaldeide fortemente ridotte.

La formaldeide, nella fattispecie, è un agente chimico che, pur essendo stato classificato già nel 2004 fra le sostanze cancerogene di classe 1 dalla IARC (Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro), continua ad essere impiegato su larghissima scala soprattutto come battericida, collante e conservante: in ambito lavorativo e casalingo si respira un po’ ovunque (moquette, arredi in formica o truciolati, schiume isolanti, vernici convenzionali per rivestimenti e oggettistica). È per questo, quindi, che privilegiare tinture ecologiche apposite o mobilia e accessori realizzati in materiali naturali certificati come privi di formaldeide è una scelta di salute importante, così come quella di scegliere pezzi – in questo caso giocattoli – usati, che sono molto meno tossici di quelli nuovi perché nel corso del tempo le esalazioni di formaldeide, laddove questa è presente, calano in maniera progressiva fino ad esaurirsi del tutto.

Ma fare una scelta ecologica quando si parla di cavallini a dondolo, dicevamo, vuol dire anche andare a scegliere pescando fra quelli di nuova generazione, concepiti e messi in commercio con un’ottica volutamente eco-friendly. Uno di questi è Rocco, un cavallino molto speciale perché pensato per unire il divertimento ad una spiccata utilità didattica che permetterà anche ai più piccini di imparare, semplicemente giocando, come si fa a generare energia: cavalcando Rocco, che è costruito integralmente in materiale atossico e riciclato al 100%, l’energia cinetica generata con il movimento a dondolo viene infatti convertita in carica che va ad alimentare le orecchie del cavallino – ovvero i manici – facendoli così illuminare. Questi stessi manici, inoltre, sono montati in modo da poter essere rimossi a piacere e usati quindi come piccole torce: ognuna è dotata di un apposito indicatore che consente al bambino di sapere quanta carica abbia ancora a disposizione, ed ha una forma tale da poter essere appoggiata in piedi (con il suo lato stretto a fare da base) e usata, per esempio, come luce notturna da tenere sul comodino accanto al letto dei piccoli.


Una bella alternativa a Rocco, atteso a breve sul mercato europeo, può essere poi Happy Horse, quattro zampe a dondolo già disponibile e progettato dalla designer Ineke Hans. Fatto di buste e sacchi di plastica usati e rigenerati, questo giocattolo a sua volta riciclabile è venduto solo in versione nera: questa scelta, affatto casuale, vuole dimostrare in modo esclusivamente ludico che i bimbi “non reagiscono solo ai colori sgargianti ma anche alla forma, al materiale e al modo di giocare con le cose”. Ineke Hans, del resto, non è per niente nuova a questo tipo di concept: risale al 2001, infatti, il battesimo delle sue prime creazioni “Black Beauties”, a cui appartengono anche gli Office Set, una linea per bambini che comprende fra gli altri tavolini e seggiolini a misura, tutti realizzati in plastica nera riciclata proprio come Happy Horse (che fa parte della collezione) e adatti anche per essere usati in giardino, in cortile e in ambienti esterni in genere perché costruiti per essere resistenti al vento, all’acqua, al sale e ai raggi UV.

Un altro creativo che ha provato a cimentarsi con il mondo dell’infanzia è Osian Batyka Williams (già noto per la sua sedia riciclata fatta di cucchiai e forchette dismesse), lo stesso che ha disegnato Equus, cavallino costruito in fogli di compensato stratificato,  lavorato a pressione e certificato FSC. Un dondolo ecosostenibile, questo, specificatamente pensato per poter far giocare bimbi di età differenti: i due fori nelle zampe anteriori di Equus, infatti, consentono di regolare gli appoggi per i piedini per un totale di tre misure possibili.

Che dire poi dei cavallini, dai prezzi peraltro piuttosto contenuti visto il loro limite nel tempo, fatti di cartone a incastro, perfetti per imparare, dopo aver giocato e rigiocato, come i materiali si consumino e a quel punto possano, a seconda dei casi, essere compostati. Sul mercato ce ne sono già tanti, e fra questi sta andando molto bene Billy Rocker: fatto di cartone riciclato, non ha la testa e mantiene inoltre una tonalità neutra, accorgimenti fatti apposta per stimolare la fantasia dei piccoli, che oltre che montarlo e smontarlo a piacimento e immaginare di essere ogni volta su un quattro zampe diverso, potranno impiastricciarlo di colori e disegni, incollarci liberamente sopra adesivi e chi più ne ha più ne metta.

Infine, un cavallino green “modificato” in modo da andare bene anche per sostenere solidamente il peso dei grandi: si tratta di Giddyup , sgabello a dondolo in multistrato di okumé ricavato da fonti sostenibili e integrato con una vera e propria sella di cuoio riciclato: la cosa migliore, dopotutto, resta quella di giocare (e imparare) insieme.

Manuela Bianchi
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0