gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Fumetti per bambini: Bibbi, pesciolino giornalista

Il fumetto, in larga parte utilizzato a fini narrativi, è spesso definito come "letteratura disegnata". Abbiamo incontrato Fabiola Cianci, che ha realizzato il fumetto per bambini: “Le avventure di Bibbi... il pesciolino giornalista”

Il fumetto, nato per gli adulti, diventato poi territorio per l'infanzia, è oggi tornato ad essere patrimonio di una fascia non esclusivamente giovanile. Dato che è in larga parte utilizzato a fini narrativi, è spesso definito come "letteratura disegnata". Noi della Redazione, abbiamo incontrato Fabiola Cianci, giornalista del quotidiano on-line Tevere Notizie, che ha realizzato il fumetto per bambini: “Le avventure di Bibbi... il pesciolino giornalista”.

L’origine
Il fumetto è un linguaggio costituito da più codici, tra i quali si distinguono quelli d'immagine (illustrazione: colore, prospettiva, montaggio) e di temporalità (armonia, ritmo, narrazione). Il termine "fumetto" si riferisce alle "nuvolette", simili a sbuffi di fumo, utilizzate per riportare il dialogo tra i personaggi (detti in inglese balloon). Negli USA e nei paesi anglofoni, i fumetti sono indicati come comics, mentre in Giappone vengono chiamati manga ("immagini in movimento" o "senza senso"). In Francia, sono chiamati bande dessinée ("strisce disegnate"). Nei paesi di lingua spagnola del Sud America, come ad esempio l'Argentina, viene usato maggiormente il termine historieta, mentre in Spagna, il termine più diffuso è tebeo (derivato dal nome del più famoso giornale di fumetti pubblicato nella penisola iberica, il TBO)

kidreadingL’idea ed il messaggio dei fumetti
L'idea del fumetto “Le avventure di Bibbi... il pesciolino giornalista” è originale e i disegni paesaggistici sono ispirati agli scorci del territorio della Valle del Tevere. Se il metro per valutare l’efficacia di un mezzo di comunicazione è la sua capacità di trattare argomenti importanti e comunicare un messaggio che abbia un contenuto morale, allora è opportuno affermare che il fumetto ha raggiunto la sua piena maturità. Il racconto di un fumetto, parte da un avvenimento e si dipana lungo un filo narrativo ben preciso, che attraverso un concatenamento di azioni giunge ad un epilogo coerente con le premesse.
Questa è la base, la storia del fumetto, ma in esso, è incluso anche un messaggio, più o meno implicito, che l’autore vuole trasmettere. Prendendo in considerazione, ad esempio, “Capuccetto Rosso” di Perrault, è ovvio intuire come l’autore volesse comunicare ai bambini quanto sia opportuno tenere conto dei consigli degli adulti ed evitare di dare troppa confidenza agli sconosciuti.
Anche nel fumetto è possibile imbattersi in questi livelli comunicativi, a volte perché è nelle intenzioni dell’autore trasmettere al lettore un certo tipo di messaggio, altre volte perché nell’affrontare determinate tematiche, volenti o nolenti, si riporta il proprio punto di vista, la propria opinione. E’ quindi possibile affermare che il fumetto attua contemporaneamente una comunicazione diretta ed una comunicazione indiretta o metacomunicazione. La comunicazione diretta è la storia che si racconta, fantastica, onirica o realistica che essa sia.

Ha una trama, uno sviluppo, un intreccio e si attiene a tutta una serie di regole letterarie. La metacomunicazione, invece, veicola messaggi diversi, che possono essere colti o meno dal lettore e che emergono dai dialoghi dei personaggi, dallo sviluppo e conclusione della storia, dal modo di agire di protagonisti e comprimari.

Come si lavora ad un fumetto
Il primo passo è creare la storia, una trama che leghi i disegni presenti nelle pagine. Nella stesura della sceneggiatura si descrivono in modo particolareggiato le vignette, scegliendo il tipo di inquadratura, la grandezza e ogni dettaglio fondamentale alla narrazione. Terminata la parte scritta, si deve passare all’organizzazione delle pagine. Si procede abbozzando su un foglio le pagine. All'interno si disegnano a grandi linee le vignette e il loro contenuto. Una volta raggiunto lo schizzo della pagina desiderato, si ingrandisce la bozza, a mano o con un fotocopiatore e si disegnano tutti i particolari. L'ultimo passo da compiere è l'inchiostrazione ed, eventualmente, la colorazione.

Per avere richiedere il fumetto Le avventure di Bibbi... il pesciolino giornalista:
GIOANT EDITORE
gioantsrl@legalmail.it 

Per ulteriori informazioni sulla psicologia legata ai fumetti

Per informazioni su mostre ed eventi:
Lucca Comics&Games: Salone del Fumetto, Cartoons e Videogames a Lucca
www.luccacomicsandgames.com

Romics: Salone del Fumetto, dei Comics e dei Videogames a Roma
www.romics.it

Cartoomics: Salone del Fumetto, dei Cartoons, del Collezionismo e dei Videogames a Milano
www.cartoomics.it

Torino Comics: Salone e Mostra Mercato del Fumetto e dell'Animazione a Torino
www.torinocomics.com

Cartoons on the Bay: Festival internazionale dell'animazione televisiva e crossmediale
www.cartoonsbay.com

Silvia Casini
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0