Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-ros
1 5

Costruire un flip book per capire come nascono i cartoni animati

Si parla tanto di cartoni animati, di quali vedere, degli argomenti trattati ma...come nascono? Quanto lavoro c'è dietro queste storie di pochi minuti o ai film di animazione di due ore?

adsense-foglia-300
Si parla tanto di cartoni animati, di quali vedere, degli argomenti trattati ma...come nascono? Quanto lavoro c'è dietro queste storie di pochi minuti o ai film di animazione di due ore?

Ogni movimento dei beniamini dello schermo, anche il più piccolo (al quale magari non prestiamo neppure attenzione), è frutto di un lavoro lungo e complesso. Alla base di tutto c'é la cosiddetta persistenza visiva: questo fenomeno spiega come l'occhio trattenga l'immagine nella retina per una frazione di secondo in più rispetto alla sua effettiva permanenza nel campo visivo. Basta “approfittarne”per inserire nuove immagini e dare l'illusione di movimento: la successione è così veloce (24 fotogrammi al secondo) che il nostro occhio assembla questo insieme di disegni statici e lo rimanda al cervello in una sequenza in movimento. Insomma, un trucco per i nostri occhi decisamente ben riuscito! (per un approfondimento maggiore leggete questo interessante articolo).

main_img_aNaturalmente, negli anni, l'immagine del disegnatore piegato su un foglio si è andata offuscando. La tecnologia ha preso il sopravvento e, da risme di carta, matite e gomme, si è arrivati a programmi per il computer con i quali si creano i  moderni cartoni animati in 3d. Il lavoro su carta rimane comunque ancora una componente essenziale nella primissima fase dell'ideazione, specie quando se ne definiscono l'aspetto e la storia grazie agli schizzi fatti a mano.

Credo che ad ognuna di noi sia capitato di sorridere di fronte a quei libretti che contengono una serie di illustrazioni che, prese singolarmente, non rappresentano nulla di particolare ma che nascondono un segreto se sfogliate velocemente! Quando eravamo piccole, i nostri genitori ce li hanno mostrati e ne siamo rimaste affascinate: ora potrebbe essere il momento giusto per ereditare questa piccola magia e mostrarla ai nostri bimbi.

Costruire un flip book è come realizzare un piccolo cinema tutto per sé. È facile da costruire, ma bisogna ricordarsi alcune piccole accortezze. La versione più semplice prevede solo due fogli. Segui le istruzioni e buon divertimento…

http://www.fondazionearnaldopomodoro.it/img/didarte/pdf/Ilflipbook.pdf
In fondo non è così che nascono i cartoni?

Gli altri articoli redatti da Dimmimamma

Powered by Dimmimamma


logo-dimmimamma